Dialogo familiare: come creare un clima di fiducia

Quando una famiglia si sente a suo agio, quando scegliamo di tornare a casa per sentire il calore e l'affetto dei nostri cari, quando sei disposto a dire loro il bene e il male che è successo per condividere le gioie e cercare comprensione da quelli che ti capiscono ... è che c'è qualcosa che funziona. Ma cos'è? Questo è il segreto che lo psichiatra ci rivela Fernando Sarráis nel suo libro Il dialogo

L'ambiente ideale in ogni relazione tra le persone è l'ambiente positivo, che dipende dall'affettività positiva, cioè che le persone che sono imparentate hanno emozioni e sentimenti positivi. Gli affetti positivi fondamentali sono la pace (calma, tranquillità, calma) e la gioia (buon umore) e sono quelli che devono prevalere a casa in modo che ci sia un dialogo tra tutti i membri della famiglia, i genitori ei figli.


Questo è ciò che l'autore ci dice Fernando Sarráis nel suo libro Il dialogo, di Ediciones Teconté, che afferma che "gli affetti positivi sorgono e si mantengono in un contesto di amore, dato e ricevuto, gli affetti negativi si presentano quando le persone soffrono, e le persone che si amano si sforzano di far star bene gli altri. è concreto rispetto a ciò che dicono, in un ascolto interessato, nell'esercizio della sincerità, della lealtà, della prudenza e del rispetto della libertà degli altri, che si manifesta nell'evitare la manipolazione, la sottomissione o la forza convincente delle proprie opinioni. "

Fiducia nella comunicazione di coppia

I genitori sono la pietra angolare della famiglia e la loro buona relazione ha un'influenza decisiva sul benessere dei loro figli. Ma qual è la chiave per mantenere la fiducia nel rapporto di una coppia nel tempo? "Mantieni l'amore per l'inizio, cioè continua ad essere un fidanzato per tutta la vita, parla e tratta l'altro come quando eri un ragazzo e tutto andava bene, e in relazione a quell'amore iniziale, mantenere ammirazione e rispetto", dice. Fernando Sarráis.


Quando l'ammirazione e il rispetto si perdono, è più facile maltrattare gli altri e farli soffrire, con il rischio di manifestare il loro amore. "Come l'ammirazione e l'amore sorgono prima del bene e del valorePer mantenere l'amore degli inizi, dobbiamo guardare gli altri per la parte bella, cioè, per contemplare le cose buone degli amati, evitando di ossessionare i loro difetti. È anche conveniente che ognuno cerchi di mantenere e migliorare le caratteristiche personali positive e acquisire gli altri, per rendere più facile per l'altro ammirare e amarci ", afferma l'autore Fernando Sarráis.

La fiducia e il rispetto reciproco sono la chiave di ogni relazione e nel caso della coppia è ancora più importante perché l'amore interviene. "Quando due persone si amano, la fiducia reciproca emerge in loro, perché non c'è paura di subire danni dall'altro. Pertanto, quella fiducia, e l'amore su cui si fonda, diminuiscono con la frequenza e l'intensità con cui vi è danno reciproco. La fiducia non significa dire o mostrare cose negative, che faranno soffrire l'altro, chi ci ama e può indurlo a tagliare con la comunicazione; ma il positivo, che fa sentire l'altro buono e lo predispone a continuare ad interessarsi alla comunicazione. Questa comunicazione selettiva suppone di possedere la virtù della prudenza, che ci porta a pensare a ciò che dovrebbe essere detto prima di parlare ", conclude l'autore del libro El Diálogo.


Come convincere i bambini a dirci le loro cose

Creare quella fiducia nei bambini per dirci le loro cose è una sfida per i genitori. "Se ci fosse solo una condizione da dire, direi" rispetto ". È vero che il rispetto deriva dall'ammirazione e l'amore è legato all'amore. Quando qualcuno viene rispettato, viene trattato bene, ascoltato e accettato. idee, illusioni e decisioni, in questo modo la fiducia è ispirata ai bambini, perché la fiducia non può essere imposta ", avverte Sarráis.

Quando una persona non viene rispettata, è molto difficile vivere tutto quanto sopra, ed è frequente che l'altra persona sia strumentalizzata per il proprio benessere. "Altre due condizioni che aiutano a sviluppare la fiducia sono sincerità e lealtà", continua Fernando Sarráis. Nessuno si fida di bugiardi o traditori, che non sono fedeli e tradiscono la fiducia raccontando ciò che hanno detto loro in confidenza o usandolo per ferire quando sorgono conflitti.

Chiavi per una buona comunicazione con la famiglia

Attualmente, diversi modelli di famiglia coesistono, e in tutti loro il denominatore comune che dovrebbe avere comunicazione con i bambini dovrebbe essere sapere come far conoscere l'altro. Sarráis spiega che "dobbiamo far conoscere il nostro mondo interiore, non solo fornire informazioni sugli aspetti periferici o superficiali, idee, sentimenti, illusioni, desideri, desideri, amori ...Quindi, nel dialogo dobbiamo parlare con sincerità di come siamo dentro, soprattutto degli aspetti positivi per far sentire bene chi ascolta. Così eviteremo di essere noiosi, monotoni, lamentosi, nostalgici, amari; e gli altri vorranno ascoltarci e stare con noi. "

Un altro aspetto importante per piantare un clima di buona comunicazione è sempre quello di dare priorità all'altro. "Questo presuppone un vero interesse per l'altro, che è più facile se lo ami e lo rispetti." La comunicazione egocentrica, egoista e narcisistica è insopportabile e condannata a morire, conclude Fernando Sarráis.

Marisol Nuevo Espín

Per saperne di più:
Il dialogo, di Fernando Sarráis. Edizioni Teconté.
Leggi qui ilprimo capitolo di Il dialogo

Video: I grew up in the Westboro Baptist Church. Here's why I left | Megan Phelps-Roper


Articoli Interessanti

Come distinguere tra il bene e il male

Come distinguere tra il bene e il male

Con il risveglio della ragione nei bambini avviene la nascita del senso morale infantile. Sapere come distinguere tra il bene e il male ci porta a differenziare ciò che è bene e ciò che è male, e...

Il giorno del padre adottivo

Il giorno del padre adottivo

il Festa del papà È una data tributo per tutti i genitori, senza eccezioni, è una scusa per riconoscere il ruolo svolto da tutti i nostri genitori per tutta la vita. Ma cosa succede quando un bambino...