Affaticamento visivo, conseguenza dell'uso di dispositivi elettronici

L'affaticamento visivo, mal di testa, secchezza oculare e visione offuscata sono i reclami più frequenti causati dall'uso di schermi. Le persone che usano più di 6 ore al giorno dispositivi elettronici sono più predisposti a soffrire di fastidi visivi. Questo è chiaro dallo studio sociologico condotto da Clínica Baviera, a proposito del Uso di dispositivi elettronici e disturbi visivi.

Usiamo gli schermi in media 6 ore al giorno

Ogni volta passiamo più tempo davanti agli schermi. I dispositivi mobili, il computer, il tablet ... monopolizzano il nostro tempo al lavoro e anche il nostro tempo libero. Secondo i risultati di questo studio, l'uso medio di schermi è di 5,6 ore al giorno. I giorni lavorativi sono utilizzati in media 6 ore, divisi in 3,1 per lavoro e 2,9 per tempo libero, mentre i fine settimana e le vacanze sono utilizzati in media 5,4 ore, suddivisi in modi diversi, 4, 1 per il tempo libero e 1,3 per il lavoro.


Tuttavia, l'uso di questi dispositivi varia notevolmente a seconda del profilo dell'intervistato. Quindi, sono le donne, i bambini sotto i 24 anni e gli studenti che usano i dispositivi più attivamente. Evidenzia, ad esempio, i dati sull'uso dei dispositivi elettronici nei fine settimana tra i giovani dai 18 ai 24 anni, più di 7 ore al giorno, rispetto alle 5.2 ore di utilizzo da parte degli adulti (da 35 a 55 anni) ) in quella stessa striscia.

Ore di utilizzo, chi usa maggiormente gli schermi?

A seconda delle ore di utilizzo dei dispositivi elettronici sono stati stabiliti dei "light user" coloro che utilizzano dispositivi da 1 a 3 ore, "medium user" coloro che utilizzano gli schermi da 4 a 6 ore al giorno e "pesanti" utente "coloro che sono di fronte a dispositivi digitali più di 6 ore al giorno.


Lo studio ha concluso che il 27,2% degli spagnoli sono "utenti chiari", con un utilizzo medio di 2,4 ore. al giorno Il 40,1% degli spagnoli sono "utenti medi", con un utilizzo medio di 5 ore. al giorno E il 32,7% degli spagnoli sono "utenti pesanti", con un utilizzo medio di 9 ore al giorno.

Ciò significa che un terzo degli spagnoli (oltre il 30%) spende in media 9 ore al giorno esposte agli schermi. Tra gli utenti più importanti, le donne si distinguono per il 36%, gli studenti per il 49%, le persone che lavorano in un luogo chiuso con il 38% e le persone con miopia con il 37%.

Disturbi visivi e uso prolungato di schermi

Esiste una chiara correlazione tra un aumento dell'esposizione ai dispositivi elettronici: smartphone, tablet, computer * e la comparsa di disturbi visivi. Pertanto, oltre il 17% degli intervistati soffre di affaticamento degli occhi dopo l'uso di dispositivi elettronici, mentre quasi il 13% soffre di mal di testa e oltre il 12% nota secchezza oculare.


Ma questi dati aumentano tra coloro che usano questo tipo di dispositivi più attivamente (più di 6 ore al giorno), motivo per cui gli utenti pesanti hanno una maggiore tendenza a soffrire di affaticamento degli occhi (26,1%), secchezza oculare (17, 9%) e mal di testa (17,2%)

Lo studio mostra anche che il disagio visivo aumenta tra gli utenti di lenti a contatto e occhiali, che sono più inclini a soffrire di affaticamento degli occhi (28,5%), secchezza oculare (22,2%) e mal di testa (21,1%).

Raccomandazioni per l'uso prolungato di schermi

Al fine di evitare il fastidio agli occhi causato dalla continua esposizione a dispositivi elettronici, il direttore sanitario di Clínica Baviera, il dott. Fernando Llovet, ne raccomanda l'uso responsabile. Inoltre, consiglia "di usarli in luoghi con una buona illuminazione e senza riflessi, ad una distanza corretta (circa 50 cm), evitare il loro uso quando si è molto stanchi, sbattere le palpebre frequentemente per mantenere l'occhio idratato e periodi di riposo interspisi per cambiare la messa a fuoco della visione. "

Nuria de Miguel. Clinica di Baviera

Video: Esercizi per migliorare l’acuità visiva


Articoli Interessanti

Bullismo: chi punisce la legge?

Bullismo: chi punisce la legge?

Il suicidio di Diego, un ragazzo di undici anni, precipitato da una finestra in una scuola di Madrid, riapre il dibattito sociale sull'efficacia delle misure contro il bullismo. Attualmente, 1 su 4...