14 anni, età in cui i bambini dovrebbero accedere ai social network, secondo la maggior parte dei genitori

Evitare l'accesso a nuove tecnologie è impossibile oggi. Dai computer a smartphone e tablet, la società odierna vive circondata da questi dispositivi che, a modo loro, semplificano la vita delle persone consentendo l'accesso a un'infinita informazione e comunicazione con persone che vivono dall'altra parte del mondo. Tuttavia, l'uso di questi dispositivi comporta anche responsabilità.

A che età è una persona in grado di gestire i propri dispositivi? Lo studio Technology in Childhood: Necessity or Capriciousness è stato interessato all'opinione di un totale di 2.000 persone tra i 18 ei 55 anni. Un campione che ha risposto a domande che coprono dal momento giusto per dare uno smartphone ai bambini o per avere un account in social network.


Importanza del controllo

Come è già stato detto, evitare l'accesso delle nuove generazioni alle nuove tecnologie è impossibile. I cosiddetti nativi digitali vedono in computer, smartphone e tablet un portale da cui accedere alle informazioni per il loro lavoro scolastico, i compiti a casa e ogni altro bisogno accademico. Una situazione che la maggior parte degli intervistati conosce.

Per questo motivo, il 94% dei partecipanti a questo studio ritiene che controllare l'uso che i bambini fanno di Internet sia molto importante. Solo il 9% di loro ritiene che l'accesso dei bambini alla rete debba essere illimitato prima 14 anni. È proprio in questa epoca in cui la maggior parte dei genitori pone il confine tra avere un account di social media o meno.


Il 64% dei genitori ritiene che i bambini non dovrebbero accedere ai social network fino all'intervallo di tempo che varia 14 alle 16. Anche il 20% dei genitori partecipanti pensa che l'ideale sarebbe aspettare fino a che non diventeranno maggiorenni. Tuttavia, questi dati si oppongono a un altro trovato nello stesso studio. Ed è che il 46% degli intervistati con bambini ritiene che impedire il loro accesso agli smartphone possa escluderli dalla loro vita sociale.

Ciò che è chiaro è che il vecchio, più preoccupato per i pericoli di Internet. Il 13% dei giovani tra 18 e 24 anni Esso coincide con l'idea che l'accesso del più piccolo al mondo online e alle nuove tecnologie deve essere illimitato. Percentuale che scende al 7% nel caso di quelli oltre i 45 anni.

Il primo smartphone, a 13 anni

In questo studio abbiamo analizzato anche l'età in cui i più giovani accedono ai propri dispositivi. 13 anni è la media con cui i genitori riconoscono di aver comprato i loro figli il loro primo smartphone. Ovviamente, quando gli intervistati vengono interpellati, le differenze vengono verificate quando hanno preso il loro smartphone.


Giovani tra 18 e 24 anni Riconoscono di aver ricevuto il loro primo telefono cellulare a circa 14 anni. Quelli che appartengono alla sezione tra 25 e 34, alle 16 e infine, quelli tra i 35 ei 44 anni a 22. E a che età gli intervistati considerano che uno di questi dispositivi dovrebbe essere accessibile?

Il 65% degli intervistati afferma che il più piccolo dovrebbe avere il suo primo smartphone dopo il 14, un anno dopo rispetto a quello che effettivamente accade. In effetti, chiama il attenzione che il 31% dei giovani tra i 18 ei 24 anni pensa che i bambini dovrebbero avere il loro primo telefono nella fascia tra 15 e 16 anni. Solo un piccolo gruppo di intervistati totali (18%) ha affermato che il 12 sarebbe un buon momento per i bambini di avere il loro primo terminale.

Damián Montero

Video: L’AFRICA PUÒ RISORGERE - parla Mohamed Konare, leader del movimento Panafricanista


Articoli Interessanti

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

La stessa cosa succede a tutti i genitori: non appena i nostri figli salgono sul palco adolescente, la comunicazione, prima semplice e fluida, diventa ora un compito molto complicato. Cosa succede,...

Emozioni dall'utero

Emozioni dall'utero

Durante i 9 mesi di gravidanza, vengono effettuati controlli regolari sia sulla donna incinta che sul bambino, ma lo stato emotivo della madre è preso in considerazione? Non solo alcol, tabacco e...

Recupera il Natale

Recupera il Natale

Di Mercedes Honrubia. Direttore dell'Istituto Coincidir. si avvicina Natalele strade sono piene di luci, i canti inondano i centri commerciali, le piazze, le case, le persone escono e pensano solo...