Gli adolescenti di oggi preferiscono la comunicazione digitale alla comunicazione interpersonale

Che dubbio c'è che le nuove tecnologie hanno cambiato la vita di tutti? Adulti, bambini, anziani, tutti hanno visto come la loro giornata sia stata alterata dall'arrivo di questi dispositivi e dall'espansione di Internet. Certo, il adolescenza né sono stati ignari di questa nuova direzione presa dalla società di oggi, un nuovo paradigma che sta addirittura cambiando il modo in cui comunichiamo.

I social network stanno guadagnando terreno nelle forme classiche di comunicazione. Lo dimostra lo studio Social network, social life: gli adolescenti rivelano le loro esperienze, preparate da Common Sense Media. Un lavoro che mette in evidenza che i giovani preferiscono i modi digitali alle formule interpersonali quando mantengono le loro relazioni con altre persone.


Supporto emotivo

In questo aggiornamento dello studio condotto in 2012 Si è constatato che il numero di giovani che aveva uno smartphone era cresciuto ovviamente. Se 6 anni fa il numero di adolescenti con uno di questi terminali era del 41%, oggi la percentuale sale all'89%. È anche diventato evidente come i social network abbiano occupato un posto molto importante nel loro quotidiano.

Un esempio è la percentuale di giovani tra 13 e 17 anni chi pensa che queste piattaforme siano molto importanti nella loro giornata. Pochi ragazzi credono che questi siti web abbiano un'influenza negativa sulla loro vita. Il 25% ammette che la sensazione di solitudine è inferiore grazie a questi servizi online e solo il 3% riconosce di sentirsi isolato.


Il 18% ammette di sentirsi a proprio agio con se stessi per a 4% che riconosce il contrario. Infine, il 16% afferma che i social network li aiutano ad avere uno stato mentale migliore e il 3% indica il contrario, che queste piattaforme li fanno sentire più depressi.

il miglior esempio Il modo in cui il paradigma della comunicazione tra i giovani è cambiato è il fatto che attualmente solo un terzo di questo settore della popolazione preferisce l'interazione interpersonale ai servizi di messaggistica nelle nuove tecnologie. Tuttavia, è paradossale che più della metà dei giovani riconosca che i social network li isolano dalle persone reali che li circondano.

Consigli per i genitori

Cosa possono fare i genitori con questo cambiamento paradigma? Gli autori di questo studio offrono anche una serie di soluzioni a determinati problemi relativi ai social network, come il fatto che il 70% degli intervistati utilizza queste piattaforme più di una volta al giorno. La missione dei genitori è di far vedere ai propri figli quanto tempo dedicano a questi siti web e di reinvestire in altri argomenti.


Dall'incontro con i tuoi amici per esibirti in vari modi attività Si va da una sessione di film nella tua azienda o da uno spuntino. Gli autori di questa ricerca consigliano anche ai genitori di far capire ai loro figli l'importanza di sentirsi bene con se stessi senza dover ricorrere a queste piattaforme digitali. Per essere in grado di utilizzare la cerchia ristretta al posto di questi siti web.

Infine, è consigliato ai genitori predica con l'esempio e in eventi familiari come pasti o riunioni nelle case dei parenti, così come nelle routine quotidiane in cui tutti i membri della famiglia coincidono. In questi casi, il cellulare deve essere ignaro di queste situazioni e scommettere sulla comunicazione tra tutti i presenti.

Damián Montero

Video: Il viaggio tra i ragazzi risucchiati dai videogiochi e i loro genitori,


Articoli Interessanti

Bullismo: chi punisce la legge?

Bullismo: chi punisce la legge?

Il suicidio di Diego, un ragazzo di undici anni, precipitato da una finestra in una scuola di Madrid, riapre il dibattito sociale sull'efficacia delle misure contro il bullismo. Attualmente, 1 su 4...