Come risparmiare sul ritorno a scuola

Addio vacanze, ciao routine. Dopo alcuni mesi di riposo, senza dimenticare alcune responsabilità per non perdere il ritmo, è tempo di tornare al lavoro e alle aule. Ma prima di mettere piede nella scuola c'è molto da preparare. Insieme alla conclusione di questo periodo arriva anche il ritorno a scuola, episodio in cui tutte le famiglie devono essere realizzate con libri di testo, zaini e diversi tipi di materiale.

Durante questi giorni di preparazione per l'anno scolastico, è importante investire grandi somme di denaro. Uno spreco che diventa più difficile da affrontare dopo aver trascorso alcuni mesi in alberghi, viaggi e pasti nei ristoranti, devi comprare tutto questo tipo di materiale. In questo modo, qualsiasi risparmio è ben accetto e dall'Organizzazione dei consumatori e degli utenti, OCU, vengono forniti diversi suggerimenti per questo scopo nel ritorno a scuola.


Confronta e cerca offerte sul ritorno a scuola

È possibile risparmiare sul ritorno a scuola? da OCU con questi suggerimenti viene offerta una tregua economica in modo che tali spese non siano così elevate e la ripresa dopo le vacanze sia più sopportabile nel ritorno a scuola:

- Confronta i prezzi. Non tutti i negozi hanno gli stessi prezzi e a volte il confronto del costo dello stesso prodotto in diversi stabilimenti può portare a una piacevole sorpresa. Ora, i portali online consentono alle famiglie di accedere ai cataloghi senza uscire di casa.

- Approfitta delle offerte. Come quando si confrontano i prezzi, essere interessati alle diverse offerte di negozi per trovare prodotti più economici sarà una piacevole pausa per l'economia familiare.


- Recensione. In che misura è necessario acquisire un materiale? Prima di andare a fare shopping, si consiglia di rivedere ciò che è già posseduto. Se gli zaini sono in buone condizioni, i vestiti non hanno subito molti danni e materiale scolastico come matite o penne possono continuare ad essere utilizzati, la spesa sarà inferiore.

- Scambio. I libri di seconda mano possono essere una buona idea per salvare. A condizione che il prodotto sia in buone condizioni e soddisfi i requisiti della scuola, questa idea è molto interessante per l'economia della famiglia.

- Shopping senza tentazione. Anche se sono i protagonisti del ritorno a scuola, fare shopping con loro può finire in acquisti inutili che rispondono alle tentazioni dei bambini.

Un ritorno più economico a scuola

Insieme a questi consigli offerti da OCU, il ritorno a scuola nel 2018 sarà più leggero per l'economia familiare poiché è più economico rispetto allo scorso anno. Lo ha annunciato il portale Privalia, che calcola l'importo che i genitori spenderanno per i loro figli a 366,40 euro prima di iniziare questo nuovo anno accademico. Uno spreco in cui i libri di testo prenderanno la torta.


Questa voce di spesa sarà di 240,2 euro, mentre la moda è al secondo posto per assumere una spesa media di 27,95 euro, nel caso della tuta da ginnastica e 30,30 euro per alcune scarpe. L'acquisto di un nuovo zaino richiede 31,50 euro. Un totale che rende il ritorno a scuola 2018 è dell'11,3% in meno rispetto all'anno scolastico 2017-2018.

Damián Montero

Video: Ritorno a scuola: come sopravvivere


Articoli Interessanti

Bullismo: chi punisce la legge?

Bullismo: chi punisce la legge?

Il suicidio di Diego, un ragazzo di undici anni, precipitato da una finestra in una scuola di Madrid, riapre il dibattito sociale sull'efficacia delle misure contro il bullismo. Attualmente, 1 su 4...