Come insegnare ai bambini ad affrontare le sfide e superarle da sole

Crescere non è facile. Sebbene l'infanzia sia legata al divertimento e alla gioia, non è esente da prove e sfide che si presentano come un'opportunità per imparare a risolvere i problemi. Tuttavia, questa difficoltà può essere tradotta in frustrazione quando non si risolvono così velocemente come si aspettano o di fronte al disagio di affrontare queste situazioni.

Il lavoro dei genitori è quello di aiutare i loro figli ad affrontare queste sfide nel loro giorno per giorno e imparare la preziosa lezione di affrontare i problemi. Pertanto, dalla Confederazione spagnola delle associazioni di genitori di studenti, CEAPA, vengono offerti diversi suggerimenti con cui aiutare i piccoli a imparare ad affrontare questi momenti e affrontare la frustrazione.


Autocontrollo

Le sfide rappresentano un percorso da percorrere prima di raggiungere un desiderio o un obiettivo. Il figlio vuole soddisfare a bisogno, il problema appare quando devi aspettare per raggiungere questo obiettivo. È in questo momento in cui l'autocontrollo dovrebbe essere il primo passo per essere in grado di affrontare questa situazione ed essere in grado di mantenere la calma invece di essere guidato dalla disperazione.

Per fare questo, i genitori devono insegnare meccanismi per garantire che il più piccolo raggiunga il padronanza di sé:

- Mostra che i bambini hanno il controllo sulla situazione. Possono decidere quale sarà il prossimo passo da compiere per raggiungere l'obiettivo, forse l'obiettivo è in ritardo, ma devono essere loro quelli che decidono la strategia per raggiungerlo.


- Valore alternative. La vita non sempre garantisce ciò che si vuole, ma la strada continua. La frustrazione suppone di rimanere fermi e di non continuare ad avanzare, perché non è niente di meglio che valutare altre alternative che possono essere trasformate in nuovi obiettivi.

- Prendi in considerazione le conseguenze. Forse c'è la possibilità di raggiungere l'obiettivo a breve termine, ma questa soluzione rapida può avere conseguenze indesiderabili a breve termine.

Il ruolo di "no"

Nessun genitore vuole che il figlio sia triste e la frustrazione è un modo per il piccolo di vedere questo sentimento. Per questo motivo, molti genitori scelgono di rendere la strada facile per i bambini e di far progredire l'obiettivo che i bambini cercano. Una cattiva decisione perché nel loro futuro ci saranno situazioni in cui non saranno in grado di dare una mano quando si tratta di risolvere questi problemi.

Quando i piccoli vanno dai loro genitori per raggiungere rapidamente questo obiettivo, gli adulti devono essere pronti a dire di no. Dal CEAPA consigliano ai genitori di essere preparati per quello che chiamano "richiesta di giustificazione", cioè, spiega la ragione che ha dato origine al" no ". Questo argomento deve essere breve e preciso in modo che non dia luogo a interpretazioni.


È possibile che a volte questo argomento trovi una replica nella parte del più piccolo. Di fronte a questa situazione, i genitori devono tagliare la discussione perché i bambini vogliono solo farla franca in queste situazioni. Può anche accadere che i piccoli provino a provocare non raggiungendo i loro obiettivi, qui il discorso deve fine ei genitori affermano la loro autorità.

trattativa

La ricerca degli obiettivi deve essere accompagnata da un percorso da seguire prima di ottenere il desiderio desiderato. La missione dei genitori è di negoziare con loro lo sforzo precedente, la sfida, che devono affrontare prima di ottenere il tesoro ricompensa:

- Prima di negoziare, sappi come sfruttare le circostanze per bilanciare desideri e obblighi. L'impegno è confermato, in modo positivo. Cerca di motivare i piccoli senza imporre nulla, semplicemente facendo loro vedere che devono affrontare un test e che questo sarà vantaggioso per loro.

- Durante. I bambini prendono il sopravvento, devono essere loro a decidere cosa fare per raggiungere i loro obiettivi. Durante questa fase i genitori non dovrebbero arrendersi e continuare a far vedere ai propri figli che se non rispettano l'accordo, non ci sarà alcun risultato positivo.

- Dopo. I genitori devono rispettare l'accordo e garantire ai bambini ciò che è stato negoziato. In questo modo i bambini vedranno che possono affrontare le sfide e che con lo sforzo saranno in grado di raggiungere gli obiettivi proposti.

Damián Montero

Video: Passaparola - Passaparola- L'inganno della crescita - Luca Mercalli


Articoli Interessanti

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

La stessa cosa succede a tutti i genitori: non appena i nostri figli salgono sul palco adolescente, la comunicazione, prima semplice e fluida, diventa ora un compito molto complicato. Cosa succede,...

Emozioni dall'utero

Emozioni dall'utero

Durante i 9 mesi di gravidanza, vengono effettuati controlli regolari sia sulla donna incinta che sul bambino, ma lo stato emotivo della madre è preso in considerazione? Non solo alcol, tabacco e...

Recupera il Natale

Recupera il Natale

Di Mercedes Honrubia. Direttore dell'Istituto Coincidir. si avvicina Natalele strade sono piene di luci, i canti inondano i centri commerciali, le piazze, le case, le persone escono e pensano solo...