Educazione digitale per adolescenti: come insegnare ai giovani come utilizzare le nuove tecnologie

Le nuove generazioni sono cresciute insieme a una moltitudine di dispositivi e Internet come strumento per il loro sviluppo. Tuttavia, crescere con questi tecnologie non ne garantisce un buon uso, anche in quei giovani che hanno avuto questi schermi da piccolissimi casi di nativi digitali.

Essere un nativo digitale significa saper usare nuove tecnologie ma ciò non significa che questo uso sia corretto. C'è sempre una lezione da imparare, anche tra gli adolescenti, che usano questi dispositivi per muoversi in un ambiente virtuale pieno di pericoli.

Allenamento e consapevolezza

Come è già stato detto, l'uso delle nuove tecnologie non è lo stesso in un bambino come in un adolescente. In questa fase i giovani iniziano a utilizzare piattaforme come i social network e le applicazioni di messaggistica istantanea dove le informazioni sono condivise e dove devono essere prese precauzioni estreme, ad esempio non condividere dati che facilitano l'ubicazione dei bambini.


I genitori dovrebbero promuovere l'uso corretto delle tecnologie tra gli adolescenti e addestrarli in modo che siano consapevoli dei pericoli che devono affrontare durante la navigazione Internet. I primi passi per raggiungere questo obiettivo sono i seguenti:

- Sviluppare le conoscenze sull'uso corretto dei dispositivi e delle applicazioni ICT. I genitori dovrebbero essere informati sul funzionamento di queste tecnologie al fine di avere una base prima di parlare con i propri figli.

- Condividere attività che comportano l'uso di dispositivi e applicazioni ICT con i bambini. Anche se gli adolescenti conoscono il funzionamento delle nuove tecnologie, l'accompagnamento in questo momento li aiuterà ad avere un partner in queste missioni.


- Non dare l'immagine che le nuove tecnologie sono un mezzo di intrattenimento ma come dispositivi che aiutano negli studi e nei lavori futuri. Una finestra di informazioni e conoscenza.

- Incoraggiare altre misure per il tempo libero. Gli adolescenti iniziano ad acquisire indipendenza e scelgono i propri piani per il tempo libero. La missione dei genitori è quella di offrire interessanti offerte ludiche come gli sport e ridurre il consumo di videogiochi o il tempo che i giovani usano di fronte agli schermi mobili.

- Pubblicizza i limiti della privacy. Darebbero un'immagine ad uno sconosciuto in fondo alla strada? Avrebbero dato il loro indirizzo a una persona che avevano appena incontrato in un bar? Questi sono alcuni esempi che consentono ai giovani di vedere il pericolo di divulgare i loro dati personali attraverso Internet.

Buon comportamento e pensiero critico

Attualmente nessuno sfugge all'utilizzo di nuove tecnologie. Supponendo che gli adolescenti utilizzeranno questi dispositivi, la missione dei genitori è di assicurarsi che lo facciano non solo in modo sicuro, ma rispettando determinati norme di convivenza:


- Trasmetti valori di coesistenza. I social network sono una piattaforma largamente utilizzata dagli adolescenti, i genitori dovrebbero assicurarsi che i loro figli usino le stesse regole di convivenza nel loro quotidiano: rispetto, non ridicolizzare e denunciare possibili casi di cyberbullismo.

- Dai da mangiare al tuo pensiero critico. Ci sono molte informazioni su internet, ma non tutte sono vere. Gli adolescenti dovrebbero essere incoraggiati a chiedere dove cercano questi dati, per riconoscere una buona fonte.

- Rispetta la privacy degli altri poiché solo i loro dati personali appartengono a loro.

- Partecipare con un atteggiamento positivo tenendo conto della diversità di opinioni e pensieri.

Damián Montero

Video: Nativi digitali e tecnologie: consigli dalla psicologia


Articoli Interessanti

Bullismo: chi punisce la legge?

Bullismo: chi punisce la legge?

Il suicidio di Diego, un ragazzo di undici anni, precipitato da una finestra in una scuola di Madrid, riapre il dibattito sociale sull'efficacia delle misure contro il bullismo. Attualmente, 1 su 4...