Viaggia all'estero come una famiglia, che non dovrebbe mai essere dimenticata

A chi non piace un viaggio in famiglia? Vieni estate e con le vacanze presenti, questa attività è presentata come una delle più divertenti da condividere con gli altri membri della famiglia. Il catalogo è molto ampio e da una breve pausa a una casa rurale, a una visita alla spiaggia, e anche a pochi giorni all'estero sono le opzioni per occupare questo tempo libero.

Ogni elezione richiede preparativi diversi in modo che tutto vada bene. Se tu e la tua famiglia pensate di viaggiare all'estero, ci sono alcuni elementi che dovreste tenere a mente e che non dovreste mai dimenticare. Consigli che ricordano il Ministero degli Affari Esteri e che permetteranno a tutti i membri della famiglia di godere appieno di questa esperienza arricchente.


Informazioni sulla destinazione

Il primo passo che ogni famiglia deve compiere è raccogliere informazioni sul paese di destinazione. Dove si trova, quali sono i mezzi per arrivarci, qual è il più raccomandato? Nel caso delle nazioni di confine, il trasporto può essere scelto come veicolo stesso, che consentirà alla famiglia di fermarsi in altre località e espandere ulteriormente questa esperienza.

Puoi anche scegliere un volo diretto nel caso in cui la famiglia desideri arrivare a destinazione il prima possibile. Dal Ministero degli Affari Esteri si consiglia inoltre di raccogliere informazioni sulla destinazione come la copertura sanitaria offerta dal paese, i telefoni di emergenza per trattare con loro o la valuta necessaria nel caso in cui fosse necessario effettuare una valuta estera.


Va tenuto presente che nello Spazio economico europeo e in Svizzera, gli spagnoli, attraverso la loro tessera sanitaria europea, hanno accesso alla sanità pubblica alle stesse condizioni dei cittadini di quei paesi. Pertanto, se il sistema pubblico è il co-pagamento o il rimborso, sarete trattati in questo modo. Questi territori sono: Germania, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Slovacchia, Slovenia, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Svezia e Svizzera.

Per quanto riguarda la logistica del dislocamento, il Ministero degli Affari Esteri ricorda che il documento di viaggio di base è il passaporto, quindi è conveniente, alcune settimane prima, rivedere la sua validità per rinnovarlo o meno. Sebbene alcuni paesi ti permettano di attraversare il confine usando il documento di identità nazionale, tuttavia è consigliabile avere entrambi a portata di mano.


Informazioni ai conoscenti

Un'altra delle raccomandazioni formulate da questo ministero è quella di fornire informazioni a conoscenti e familiari. Le date di arrivo, le destinazioni e le eventuali modifiche dell'ultimo minuto devono essere trasferite a persone fidate in modo che in caso di emergenza ci possa essere una risposta rapida e la posizione è più sopportabile.

Si raccomanda inoltre che i giorni prima del viaggio i genitori si informino sulle abitudini di quel paese e su ciò che troveranno quando scendono dall'aereo o dopo aver parcheggiato l'auto. In questo modo possono guidare i bambini sul comportamento che ci si aspetta da loro nella destinazione. Questa ricerca di dati aiuterà anche i più piccoli della casa a immaginare questa visita ea viverla con speranza.

Se uno dei parenti ha una malattia, è necessario portare con sé le medicine necessarie per il viaggio. Tutti i farmaci, in particolare quelli che richiedono una prescrizione, devono essere trasportati nel bagaglio a mano nei loro contenitori originali con etichette visibili e, come precauzione, possono essere trasportati in duplicato nel bagaglio registrato.

Si consiglia di annotare il nome e le informazioni di contatto del medico, le informazioni sulla situazione medica e il trattamento, i dettagli sul farmaco (compresi i nomi generici dei farmaci), nonché le dosi prescritte. Se si viaggia con altre apparecchiature mediche come siringhe, è necessario presentare una relazione del medico che certifichi la necessità di utilizzare tale materiale, come può essere richiesto dai funzionari doganali o dal personale di sicurezza.

Damián Montero

Video: What does it mean to be Italian? Italian Pride (Culture & Citizenship / Jure Sanguinis)


Articoli Interessanti

Postpartum come tempo per la crescita personale

Postpartum come tempo per la crescita personale

La maternità cambia la vita delle donne. Non solo perché un altro membro torna a casa e le spese crescono, anche l'interno delle madri è alterato e in effetti questo stadio può essere tradotto in un...

Come spiegare la Settimana Santa ai bambini

Come spiegare la Settimana Santa ai bambini

Le celebrazioni liturgiche e le processioni che attraversano le strade in questi giorni sono un buon momento per parlare ai nostri figli di questioni importanti. Sia che siamo credenti o meno, sia...