Il dibattito #StopDeberes: i bambini dovrebbero fare i compiti in estate?

Con l'arrivo delle vacanze, il dibattito su se i bambini dovessero fare i compiti in estate. Sempre più padri e madri sostengono una vacanza in cui i bambini possano riposare, disconnettersi dalla scuola ed eseguire un diverso tipo di attività che permetta loro di imparare, ma in un modo nuovo. I doveri violano il diritto dei bambini a giocare, divertirsi e godersi le vacanze?

Molte persone pensano che un bambino dovrebbe avere tempo libero e persino dare importanza alla propria noia, perché può essere un'opportunità ideale per sviluppare la propria capacità creativa e inventiva.

Ci sono anche quelli che pensano che il problema non risieda nel fatto che gli insegnanti debbano mandare a casa compiti a casa o no, piuttosto in quantità. Il tempo che un bambino investe in loro, fuori da scuola, è considerato come lavoro straordinario, il che riduce la libertà e può anche essere un problema nella riconciliazione tra genitori e figli.


"Il problema non sono i compiti a casa, in estate un bambino può avere compiti a casa, ma devono essere diversi da quelli che hanno già fatto durante l'anno scolastico." Devi cercare di mantenere la routine, ma questo non deve essere un attraverso un libro sociale e tre ore di studio ", dice Nuria García, psicologa infantile e giovanile.

I doveri violano i diritti dei bambini?

Ai sensi dell'articolo 31 della Convenzione sui diritti dei minori dell'UNICEF, "gli Stati parti riconoscono il diritto del minore al riposo e al tempo libero, alle attività ludiche e ricreative adatte alla loro età e di partecipare liberamente alla vita culturale e arti ".

In estate, questo diritto diventa ancora più necessario, poiché esiste una grande varietà di sfumature quando si tratta di ciò che un bambino dovrebbe o non dovrebbe fare durante la pausa scolastica.


"L'istruzione in molte scuole e istituti segue la stessa linea di 60 anni fa, dove le lunghe ore di fronte a un libro sono molto più remunerative della creatività o della capacità di lavorare in gruppo. i genitori scommettono sul potenziamento di queste capacità nei loro piccoli ", spiega Nuria García.

L'estate è godibile. Anche se un bambino ha tre mesi di ferie e i suoi genitori lavorano durante questo periodo, è necessario che i bambini non facciano la stessa cosa che hanno fatto durante l'inverno.

Secondo Nuria, "non si tratta di diventare un bambino nini Durante le vacanze, non devi stare seduto a studiare ogni giorno per evitare di interrompere la routine scolastica. Devi scommettere su compiti diversi, quelli che sono stati pendenti durante l'anno. "

I valori tradizionali devono essere mantenuti, ed è qui che i doveri di vacanza diventano rilevanti. Non sono compiti a casa, sono compiti di socializzazione, di lettura di un libro o addirittura di andare in una biblioteca. Sono doveri per giocare con gli amici, per imparare cosa li interessa e praticare sport. Sono anche doveri di annoiarsi.


"La noia durante le vacanze è necessaria perché incoraggia la creatività ma non verrà dal nulla, un bambino non imparerà a potenziarlo da solo, sono i genitori che devono cercare di stimolarlo attraverso diverse attività e persino giochi educativo ", dice il nostro esperto.

4 punti alternativi per il dibattito #StopDeberes

Quindi, come dovrebbe essere una vacanza scolastica per i più piccoli? Tenendo conto del fatto che il dibattito #StopDeberes è sul tavolo, la soluzione sta nell'offrire alternative positive e benefiche per i bambini. L'idea con più accettazione è quella che difende che i doveri dell'estate non devono essere doveri teorici, ma che devono essere doveri diversi, alcuni doveri con 4 punti fondamentali che aiutano i più piccoli nella loro crescita emotiva e comportamentale.

1. Cosa è stato sospeso durante l'inverno.L'anno scolastico passa, a volte, troppo velocemente. I piccoli imparano nuove conoscenze, ma ci sono occasioni in cui diventa evidente che non sono stati in grado di eseguire o hanno costato più lavoro del solito.

La quantità di compiti a casa, oltre alle attività extrascolastiche, non ha permesso al bambino di risolverlo, né i genitori di aiutarlo. Pertanto, in estate c'è una fantastica opportunità per porvi rimedio.

Ad esempio, se durante il corso hanno mostrato difficoltà al momento dello studio, è possibile che ciò che ha fallito non siano le ore di studio, ma il metodo per farlo. Questo è quando i genitori dovrebbero essere consapevoli e farlo riparare insegnando ai loro figli un metodo di studio efficace.

Ci possono essere molti casi, e qui i compiti saranno aiutare il bambino a risolvere ciò che non è stato in grado di fare durante l'anno, senza che questo significhi essere rinchiuso per studiare la teoria. L'estate è l'occasione ideale per aggiungere, migliorare e disconnettere dalla teoria della scuola.

2. No ai premi immediati. La cosiddetta ricompensa immediata sta diventando più frequente.Il bambino ha un capriccio e la prima cosa che i genitori fanno è ricompensarlo al momento in modo che passi. Una delle cause di questo tipo di atti impulsivi è la nozione di tempo.

I genitori, commossi dalla loro routine di lavoro, sono sopraffatti dal tempo libero dei loro figli e prendono decisioni basate sul tenerli occupati tutto il giorno. Campo estivo, libretto di compiti a casa, lezioni private o persino scadenze di console per videogiochi, televisione o tablet.

Devi cercare di investire tempo in loro, far loro capire quando qualcosa non va, apprezzare che un premio deve essere guadagnato o anche che nei loro giorni di riposo la noia può essere una scusa ideale per imparare a creare, capire o sviluppare un diverso tipo di intelligenza. L'immaginazione è una risorsa vitale e devi cercare di stimolarla, se non gli dai il tempo di pensare, il tuo pensiero sarà lineare, reticolato e non soggetto a sperimentare.

3. La routine estiva. Chi ha detto che la routine estiva dovrebbe essere una continuazione della routine invernale? No, in estate dovresti scommettere su una vita lenta sia nei genitori che nei bambini. Se in estate fai lo stesso che in inverno, sarà impossibile ricaricare le batterie e può anche essere dannoso quando si affronta un nuovo corso.

La routine estiva, quindi, deve essere diversa. Campi o workshop che scoprono altri tipi di attività, incluse attività che possono aiutarli o che possono aiutarli a scoprire nuove abilità o sviluppare la propria creatività.

4. Motivazione e tempo di famiglia. L'estate deve essere il momento di trascorrere in famiglia. Durante il corso, i compiti di ciascun membro possono rendere difficile goderne, specialmente durante la settimana. L'estate è il momento perfetto per investire nella salute della famiglia.

Trascorri del tempo insieme, viaggia o cammina. Qualsiasi ragione che significhi godere di un tempo insieme andrà a beneficio del clima familiare, motivando ogni membro della famiglia ma soprattutto i più piccoli.

Sono i genitori che dovrebbero favorire questa situazione, il tempo libero in vacanza dovrebbe essere un momento di qualità, in cui la motivazione, l'entusiasmo, la creatività e persino l'intelligenza emotiva sono migliorati.

La società è in continua evoluzione, quindi l'educazione deve evolversi allo stesso modo. Dobbiamo guardare al presente e scommettere su ciò che è meglio per i nostri figli, tutto ciò che è possibile investire nella loro istruzione ci avvantaggerà a lungo termine, poiché sono il nostro futuro.

L'istruzione non è basata sulle ore di spesa che studiano di fronte a un libro, ci sono molte opzioni per investire nello sviluppo del più piccolo e devono sempre scommettere su quelle che, anche se escono dal "normale", portano come risultato la felicità e il beneficio dei più piccoli.

Nuria García Psicologa e conduttrice di Psicologia infantile e adolescenziale

Video: Il dibattito tra Sgarbi, Giordano, Furfaro e Giuli (1^ parte) - #cartabianca 09/10/2018


Articoli Interessanti

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

La stessa cosa succede a tutti i genitori: non appena i nostri figli salgono sul palco adolescente, la comunicazione, prima semplice e fluida, diventa ora un compito molto complicato. Cosa succede,...

Emozioni dall'utero

Emozioni dall'utero

Durante i 9 mesi di gravidanza, vengono effettuati controlli regolari sia sulla donna incinta che sul bambino, ma lo stato emotivo della madre è preso in considerazione? Non solo alcol, tabacco e...

Recupera il Natale

Recupera il Natale

Di Mercedes Honrubia. Direttore dell'Istituto Coincidir. si avvicina Natalele strade sono piene di luci, i canti inondano i centri commerciali, le piazze, le case, le persone escono e pensano solo...