Lasciare i bambini con un po 'di appetito non è male, secondo questo studio

Quell'attacco improvviso di appetito è qualcosa che tutti hanno sentito in misura maggiore o minore. Che siano i nervi, la gola, o semplicemente vedere una caramella o qualcosa che è entrato attraverso l'occhio, ci sono diversi motivi. Puoi pensare che è meglio rispondere a questa sensazione mangiando qualcosa per evitare di stare con fame. Qualcosa che diventa più evidente nei più piccoli.

Essendo nella fase di sviluppo, tendi a pensare che i bambini non dovrebbero mai stare con fame. Anche se è vero che devi garantire una buona dieta, lasciare che i più piccoli in casa soffrano la fame non è una cattiva decisione. Qualcosa che diventa evidente nei casi in cui i bambini vogliono fare uno spuntino tra un pasto e l'altro.


Niente da tagliare

Sally Kuzemchak, dietista focalizzata sui bambini, sottolinea che quando un bambino indica di avere fame, il primo passo è ricordare cosa hanno mangiato e cosa manca per il prossimo pasto. La regola è quella di distribuire cinque pasti durante il giorno, con questo numero non ci dovrebbero essere problemi o essere tentati di fare uno spuntino tra un pasto e l'altro. Mentre il prossimo piatto si avvicina, non è strano provare questa sensazione.

In questi casi è sempre consigliabile attendere al momento di pranzo. Un esempio è il ritorno della scuola e l'arrivo a casa, il bambino ha fame e gli viene dato del cibo da saziare prima di sedersi al tavolo. In questi casi è anche possibile iniziare il processo di digestione, causando disagio al minore all'ora di pranzo.


Un altro esempio in cui devi lasciare il Bambino affamato È quando risponde al desiderio e non alla necessità. Se il bambino va al supermercato e vede un sacchetto di patatine, può indicare ai suoi genitori che ha appetito e suggerisce di saziare questo prodotto. Un'opzione per niente raccomandabile.

Nel caso di fame causata da ansia oi nervi, è possibile che durante il periodo d'esame i più giovani sentano la fame derivata dallo stress. Per queste situazioni niente di meglio che ricorrere a tecniche di rilassamento che ti permettono di alleviare questa sensazione senza ricorrere al cibo.

Supera l'appetito costante

David S. Ludwig, Il nutrizionista di Harvard offre i seguenti suggerimenti per affrontare quella costante sensazione di appetito:

- Superare le voglie. Il primo passo è opposto a quello raccomandato in una dieta standard a basso contenuto di grassi. Durante questa prima fase devi mangiare un'alta percentuale di grassi, il 50% delle calorie consumate e una minore quantità di carboidrati, il 25%. Dovresti includere anche più proteine ​​di quelle che potresti essere abituate alla persona, il 25% rimanente. In questo momento i prodotti con zucchero aggiunto dovrebbero essere tenuti lontani


Diete, latticini e altri cibi ricchi di grassi dovrebbero essere mantenuti su questa dieta come con le diete di restrizione

- Riprogrammazione cellulare. Da questa fase dovremo ridurre la quantità di grasso al 40% delle calorie totali e compensare con un aumento dei carboidrati, che occuperanno il 35%. Per questo è possibile iniziare a consumare una maggiore quantità di cereali integrali minimamente lavorati. L'obiettivo di questa fase è di "riqualificare le cellule adipose".

- Raggiungi il peso ideale. Una volta che le cellule si sono abituate a questo nuovo ritmo, la persona può iniziare a includere una dieta equilibrata nel loro giorno per giorno tenendo conto della periodicità con cui dovrebbero mangiare alcuni gruppi di alimenti. Ludwing spiega che l'obiettivo di questa fase è di rieducare il corpo anziché fare affidamento su raccomandazioni arbitrarie.

Damián Montero

Video: Grax - Sono Solo Un Cespuglio (Parodia faccio quello che voglio)


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...