Hai il permesso di gridare ai tuoi figli?

Molti genitori hanno deciso di crescere i loro figli senza gridare, senza punizioni e senza frustate. Hanno scelto di non perdere il controllo e risolvere i conflitti nel modo più agevole possibile. Tuttavia, molti di questi genitori, nonostante la loro decisione cosciente, perdono il controllo. Ad esempio, quando i tuoi bambini iniziano a combattere. O quando dopo una lunga giornata, i bambini non obbediscono. I genitori, esasperati, ricorrono alle urla.

Hai il permesso di gridare ai tuoi figli? A volte queste urla riescono a fermare il conflitto, a volte no. A volte fanno obbedire ai bambini, a volte no.

I pianti generano sensi di colpa nei genitori

Quasi sempre quelle urla hanno un effetto collaterale molto spiacevole: quei genitori sono invasi da un intenso sentimento di colpa che li fa sentire male. Molto male
Nelle mie consultazioni online private incontro madri che diversi giorni dopo una perdita di controllo sono ancora colpite e si fanno male per aver urlato ai loro figli. È comprensibile, la stessa cosa mi succede! Gridare ad un'altra persona, chiunque sia, non è l'ideale e ci fa sentire molto male a molti.


Quanto spesso urli ai tuoi figli?

Se in una famiglia appaiono quotidianamente urla o se sono un modo abituale di comunicare, c'è un problema. La convivenza è sgradevole, il clima è violento e probabilmente nessuno si sente a suo agio e al sicuro in quell'ambiente. O se ci sono certe situazioni che vengono sempre risolte con l'urlo. In questi casi è conveniente cercare altre strategie per risolvere quelle situazioni, strategie più rispettose. A volte è necessario chiedere l'aiuto di un professionista.

Approfitta delle tue urla per imparare a fare meglio la prossima volta

Ma se le urla sono sporadiche, compaiono un paio di volte al mese, i genitori devono sforzarsi di non sentirsi i peggiori genitori del mondo. Questa situazione è un'opportunità di apprendimento. La madre che ha urlato ai suoi figli può riflettere: "Perché l'ho fatto? Che cosa ha causato le mie urla? Cosa posso fare la prossima volta per reagire in un altro modo?" Questo ti preparerà a fare meglio in futuro


Anche se non ci credi, le tue urla possono insegnare cose importanti ai tuoi figli

Se urli di tanto in tanto ai tuoi figli, non sentirti male perché quelle grida insegneranno ai tuoi figli alcune cose preziose:

- Come un essere umano, perdi il controllo.
- Che anche le persone che amiamo hanno conflitti.
- A volte le emozioni sono più forti di noi.
- Che sua madre non è perfetta.
- Quella convivenza con altre persone è complicata.
- Che il mondo non è perfetto.

Ogni volta che urli contro di loro, chiedi perdono

È importante che dopo aver perso il controllo chiedi perdono ai tuoi figli. Chiedere perdono non significa dare loro la ragione o lasciare che non ti obbediscano. Chiedere perdono significa riconoscere che li hai trattati male. Puoi dire "Mi dispiace ti ho urlato contro, so che ti ho spaventato, ho perso il controllo, perdonami".

Ogni volta che chiedi perdono ai tuoi figli, li insegni:


- Essere umili.
- Cercare la riconciliazione quando hanno un conflitto con qualcuno.
- Per riconoscere che siamo imperfetti.
- Non essere dispettoso.

Soprattutto, insegnerai loro a chiedere perdono.

Ci sono sempre alternative al gridare

Qualsiasi situazione, per quanto difficile possa essere, può essere risolta senza gridare, con connessione ed empatia. Sempre. Ma per essere in grado di risolvere tutti i conflitti senza aggressività di alcun tipo, dovremmo essere robot a cui emozioni, stanchezza, stress, ecc. non influenzano

Cerca di relazionarti con le persone nel tuo ambiente, compresi i tuoi figli senza urlare. Cerca sempre la via del rispetto e dell'empatia. Ma riconosci che sei umano e che a volte perdi il controllo.

Gridare non è l'ideale, ma se succede, non schiacciare te stesso!

Quando perdi il controllo, perdona te stesso. Pensa: "Non mi piaceva quello che ho fatto, e non ho saputo come farlo in nessun altro modo, ho intenzione di pensare a come reagire meglio la prossima volta." Regalati bene, con affetto. Abbraccia i tuoi figli. Abbracciati internamente. Non schiacciare te stesso Sorridi e riconciliati con te stesso.

E pensa alla quantità di cose buone e importanti che fai per i tuoi figli ogni giorno della tua vita.

Amaya de Miguel. Fondatore di Rilassati ed educa e autore del corso Niente più lotte tra i tuoi figli!

Video: BARADEL - ENZO MAOLUCCI


Articoli Interessanti

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

Nausea e vomito sono disagio molto frequente durante il gravidanza. Nonostante quanto sia difficile sopportare, una recente indagine mostra che possono essere utili per proteggere il bambino dalle...

Evoluzione del disegno per bambini

Evoluzione del disegno per bambini

Strisce, cerchi e zig zag sono i tratti che compongono gli scarabocchi dei bambini. Man mano che i bambini crescono, le opportunità di giocare, disegnare, imparare a parlare, camminare in modo...