Perché non dovremmo abusare di NO con i nostri figli

il abuso di "no" con i nostri figli ha un effetto bumerang, perché contiene pericoli maggiori di quello di un semplice stadio di ostinazione in nostro figlio. Anche se la capacità riflessiva dei bambini fino a 5 anni di comprensione è ancora ridotta, dobbiamo rispettare e potenziare la loro intelligenza fornendo spiegazioni tempestive appropriate alla loro età. In questo modo, si abituerà a fare le cose che gli costano per una ragione e per trovare un senso di sforzo.

In questa linea, non possiamo spiegare in dettaglio perché le odiose lenticchie sono buone, ma possiamo mostrarti una foto "da quando ero piccola" in modo da poter vedere come è cresciuta grazie a questo legume. I bambini di circa 2 anni attraversano quella che viene definita la fase NO e questa ribellione può spesso mettere i genitori in una situazione difficile.


Non ti amo più

Tuttavia, e comunque molti sforzi che facciamo, tuttavia, non c'è modo di evitare che la cosa possa sfuggire di mano in volta. In questi momenti, è facile per il bambino usare contro di noi la minaccia che è peggio per lui: "Non ti amo più". Una rivelazione di quale sia la sua scala di tragedie nella vita: non essere amato.

Ma prima di quell'uscita, abbiamo la migliore risposta: "Guarda Pablo, so che mi ami e, inoltre, ti amo, perché sei mio figlio". Queste parole, dette con serenità e senza dare loro eccessiva importanza da parte nostra, saranno molto più efficaci di un "io per te" o "voi che vi hanno creduto, monello", che otterranno solo effetti negativi sul bambino.


Fino a qui sono arrivato

Un'altra possibilità è che il bambino alzi la mano ... un atteggiamento che non possiamo trascurare in alcun modo. Cercare di colpire i genitori non è ammissibile.

Il problema è che imponiamo questa punizione eseguita dalla rabbia, nel qual caso il rimedio sarebbe peggiore della malattia. Ogni genitore dovrà valutare la situazione e vedere come farlo. Non si tratta di arrabbiarsi con lui. Il bambino non dovrebbe vederlo come una reazione, ma come una decisione presa dopo la riflessione.

Anche così, non dobbiamo dimenticare che la punizione, se si verifica, deve essere immediata all'infrazione, in modo che il bambino possa metterli in relazione, quindi dovremo fare un buon esercizio di autocontrollo per evitare di trasmettere rabbia o rabbia nella nostra frase

Consigli per non abusare di NO con i nostri figli

1. Come sempre, l'amore è il condimento essenziale per educare i nostri figli: sarà anche per "guidarli" verso l'adempimento dei loro doveri.


2. Attenti a non abusare del "no". Essere continuamente dire a tuo figlio NON a tutto, può avere l'effetto opposto e potrebbe non prestare attenzione a nulla. Il potere del NO dei genitori è molto potente se viene dosato bene, poiché a volte è meglio educare con molti SI e pochi NO.

3. Rispetta il bambino e capisci che potrebbe non gradire gli spaghetti. Anche se dobbiamo costringerlo a mangiare tutto, possiamo sempre diventare complici del suo sforzo con una parola o un gesto di lode.

4. Evita i confronti diretti con il bambino, tranne quando sono ordini inevitabili, che imporrà e non sei disposto a scendere a compromessi. Questo è il segreto del potente NO educativo.

5. Se vuoi iniziare una nuova attività, Usa la tua immaginazione per distogliere l'attenzione da ciò che stai facendo. Parlare con lui senza fermarsi di solito dà buoni risultati.

6. Rinunciare di solito significa forgiare un adolescente tirannico e ribelle. Molte volte, il bambino di due anni sta calcolando attentamente quanto lontano può andare.

Se intuisci che, quando è il momento di cenare, di andare a letto o di andare a letto, il bambino non obbedirà al primo, cerca di coinvolgerlo nel processo di preparazione. Con l'immaginazione e la mano sinistra, cerca il tuo aiuto per preparare la tavola, preparare il pigiama pulito o appoggiare l'orso vicino alla tua culla.

Rocío Serrano
consiglio: Lucía Herrero. Psicologo e consulente familiare

Maggiori informazioni nel libro:

Non aver paura di dire nodi Osvaldo Poli.Parola Editoriale

Video: The Long Term Effects of Childhood Trauma


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...