Amicizie negli adolescenti, come insegnare loro a riconoscere i buoni compagni?

Quale dubbio si adatta all'importanza di persone in qualsiasi momento della vita? Avere qualcuno con cui parlare, oltre alla propria famiglia, in cui è necessario fidarsi di tutti i nostri problemi e chiedere consiglio. Soprattutto per gli adolescenti, immersi in una fase di cambiamento e in cui si sentono più compresi dalle persone della loro età che dai loro genitori o da altri parenti adulti.

Data l'importanza di questa cerchia per gli adolescenti, è importante che i giovani sappiano come scegliere bene chi entra farne parte. A questo punto, anche se i genitori non possono decidere per loro, possono insegnare a riconoscere i buoni compagni, quelli che sono sempre disposti ad aiutare e che offriranno magnifici valori che, insieme a quelli che trovano nella loro famiglia, li renderanno Sono persone fantastiche.


Che amicizia significa

Il primo passo per insegnare a scegliere persone è sapere cosa caratterizza questi partner. Ci sono quelli che li definiscono come la famiglia con cui sangue o cognomi non sono condivisi. Dall'Associazione spagnola di pediatria, AEP, sottolineano che in queste età gli adolescenti condividono con il loro gruppo molte conversazioni che li aiutano a conoscere se stessi ea comprendere i cambiamenti che si verificano nella loro vita. Condividere e confrontare esperienze e idee con qualcuno che si trova nella stessa situazione, sta scoprendo i loro nuovi valori e, in definitiva, la loro identità.

Come valori da evidenziare di una sana amicizia, è possibile evidenziare quanto segue:


- Accettazione. Il buon amico non cercherà di cambiare l'adolescente e farlo come lui, ma lo accetterà come è e valuterà queste particolarità.

- Il più grande vantaggio è l'amicizia. Il buon amico non tenta di sfruttare questo link per ottenere denaro o note. Può capitare che a volte tu possa aiutare, ma se la relazione si basa esclusivamente su queste richieste, non è amicizia.

- Supporto reciproco. Come è stato detto prima, un amico aiuta nei momenti difficili e quando l'adolescente ha bisogno di qualcuno che lo ascolti, la vera amicizia assicura supporto a questo riguardo.

- Nessun problema. Un buon amico vuole il meglio per l'altra persona. Ecco perché non cerca di metterla nei guai. Una cosa è godersi una buona avventura, ma sempre rispettando il resto ed evitando di fare qualcosa che potrebbe disturbarti.

Nuove forme di amicizia

AEP ricorda anche come le nuove tecnologie hanno cambiato il concetto di amicizia. Chat, forum, social network e applicazioni di messaggistica istantanea sono arrivati ​​per rendere i nostri gruppi più grandi che mai. Ma puoi considerare la persona accanto al schermo come un buon amico? Offre gli stessi vantaggi di un individuo reale?


AEP ricorda che circa quattro adolescenti su cinque hanno un profilo definito in un social network. Attraverso di loro puoi comunicare non solo con i tuoi amici, ma anche con gli estranei. Un problema che si traduce in 10% di bambini tra 11 e 16 anni potenziali vittime di molestie sessuali su Internet, un numero è in aumento.

Inoltre, queste amicizie virtuali non offrono i mimi benefici di un link di persona. Ad esempio, avere un amico fuori dallo schermo consente attività come andare al cinema, fare una passeggiata, una gita, giocare a una partita di calcio, guardarlo allo stadio. Al contrario, lo schermo non facilita queste pratiche, oltre al fatto che non può dare un abbraccio in caso di averne bisogno.

I genitori dovrebbero far capire ai loro figli che mentre i social network possono consentire un contatto veloce con un amico per fare una domanda sui compiti o fissare un appuntamento, non possono diventare l'unico collegamento con i loro coetanei. L'amicizia, come ogni relazione, richiede di vederti di persona e di godere del "tu per te" che ha così tanti vantaggi.

Damián Montero

Video: Come insegnare l'empatia ai propri figli


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...