Quando il cancro bussa alla porta, come reagire

Una famiglia è una struttura solida che a volte vede oscillare le sue fondamenta. Situazioni che non sono sempre provocate dai membri di una famiglia, ci sono momenti in cui da fuori bussano alla porta un problema che rende necessario a tutti di ananas di contribuire con il loro bit. Un esempio è l'arrivo di cancro a casa, una malattia molto grave e difficile da affrontare.

Tuttavia, sia la persona colpita dal cancro, come quelli intorno a lei hanno bisogno del supporto del resto. Tutti i membri della famiglia devono combattere a uno e incoraggiarsi a vicenda in modo che questa trance, già triste in se stessa, non supponga ancora l'immersione in un pozzo più profondo. Dare il Associazione spagnola contro il cancro ci sono una serie di linee guida per essere in grado di far fronte a questa malattia una volta arrivata a casa.


Cosa puoi fare

Per rimediare alla malattia è necessario l'aiuto di a medico, uno specialista che rimedi contro il cancro. Ecco perché molti parenti sono scoraggiati al pensiero di non poter fare nulla, ma la realtà è diversa: c'è molto da dare alla persona che è affetta da questa condizione. Sapere come comportarsi in queste situazioni aiuterà questo parente a sentirsi meglio:

- Dimostra che la famiglia è ancora lì e che è disposta a continuare. La malattia non ha causato distanza, ma vicinanza.

- Non preoccuparti. Anche se dobbiamo mostrare vicinanza, non dobbiamo gravare sul paziente con un'attenzione eccessiva.

- Non trascurare il contatto fisico. Molti malati di cancro sentono di avere una grave malattia contagiosa, devi dimostrare che non lo fai e che continuerai a ricevere più amore possibile attraverso il contatto fisico.


- Non escludere attività brevi. Lo stato di salute di queste persone li fa stancare presto, quindi piccole attività che sfuggono senza troppa fatica possono essere una grande opzione.

- Rimuovere argomenti positivi e diversi dalla malattia, che sono di interesse per il paziente. È impossibile eliminare il cancro dalla testa del paziente, ma per quanto possibile è meglio evitare i loro pensieri con questi discorsi.

- Dobbiamo permettere di piangere, piangere e sentirci tristi non è male. Ma dobbiamo evitare che questo stato d'animo diventi cronico.

E se il cancro raggiunge i più piccoli

Una situazione che nessun padre vuole vivere è ricevere l'idea che il suo figlio lui ha il cancro Anche così, ci sono quelli che sfortunatamente devono affrontare questa situazione. Ecco alcuni suggerimenti per loro:


- È ancora un ragazzo. Non dimenticare la tua età e le tue esigenze. Nonostante la malattia, i bambini dovrebbero continuare a giocare e godersi questi momenti.

- Mostra il volto migliore. È abbastanza difficile per un bambino vedersi in questa situazione, se vede i suoi genitori nervosi o tristi, queste sensazioni aumenteranno. Pertanto, dobbiamo sempre ricordare di sollevare lo spirito dei piccoli.

- Spiega che non saranno mai separati dai loro genitori. Il cancro può supporre il ciao della sua routine abituale, motivo per cui è probabile che il ragazzo abbia anche paura di perdere la relazione con i suoi genitori. Dovrebbero essere spiegati che questo non accadrà mai.

- Parla con i tuoi fratelli per sostenerli il più possibile e portali a distrarli ed eluderli da questa situazione che li supera.

- Non trascurare il progresso della casa. La missione è fare in modo che tutto segua il suo corso normale, qualcosa che non sarà raggiunto se altre funzioni come l'attenzione degli altri bambini vengono trascurate.

- Se la situazione peggiora, non dovremmo esitare a chiedere a uno psicologo infantile oa un terapeuta di famiglia di aiutarci con un cavo.

Marisol Nuevo Espín

Video: CENSURE ET RÉGIME QUI NE DIT PAS SON NOM - ALAIN DENEAULT


Articoli Interessanti

5 trucchi per rendere il tuo trucco più a lungo

5 trucchi per rendere il tuo trucco più a lungo

Oggi ci sono diversi tipi di basi per il trucco sul mercato. Compatto, liquido, crema, stick ... e promettono tutti la stessa cosa: lunga durata. E se nessuno di loro mentisse? Che cosa succede se il...

Cibo solido per il bambino: mai prima di 6 mesi

Cibo solido per il bambino: mai prima di 6 mesi

Le associazioni pediatriche più importanti al mondo consigliano di introdurre alimenti solidi nella dieta del bambino dopo 6 mesi. Prima di questa data, il latte materno o la bottiglia sono...