Aumentare il prezzo dell'alcol per fermare il consumo nei giovani

I sondaggi rivelano che il 68,2% di minori tra 14 e 18 ha consumato alcool negli ultimi 30 giorni. Dati offerti dal sondaggio ESTUDES, pubblicato dal Piano nazionale sulla droga e dove si afferma anche che circa il 30% ha avuto un po 'di ubriachezza negli ultimi 30 giorni. Alcuni numeri che dimostrano che c'è ancora molto da fare nella lotta contro l'assunzione di queste bevande tra le nuove generazioni.

Per questo motivo, diverse entità della società come CEAPA, CONCAPA, Scuole cattoliche, FAD, FEDADI, Migliora la tua scuola pubblica, Socidrogalcohol e UNAD, hanno unito le forze. Una sinergia con la quale si intende lanciare una guerra preventiva contro il consumo di alcool da parte dei minori. In esso diverse iniziative sono valutate come l'aumento del prezzo di questi articoli per frenare la loro assunzione nei giovani.


Raccomandazioni alla pubblica amministrazione

Questa lotta non riguarda solo i genitori, entità educative o gli stessi minori. L'Amministrazione deve inoltre unire queste misure ed esporre misure che impediscano il consumo di bevande alcoliche tra i minori. Queste entità propongono i seguenti punti agli enti pubblici:

- Aumentare i prezzi delle bevande alcoliche per frenare il facile accesso dei giovani a questi articoli.

- Controllo completo di quei locali che vendono o sono sospettati di vendere bevande alcoliche ai minori. Sorveglianza accompagnata da sanzioni economiche se questa vendita è verificata e chiusa, se necessario, in caso di ripetuta recidiva.


- Reinvestimento di queste sanzioni economiche, da parte delle amministrazioni pubbliche, comunali, per il miglioramento degli impianti sportivi, condizionamento dei locali per lo svago dei giovani che offrono un'alternativa al consumo di alcol.

- Legiferare sulla pubblicità e le sponsorizzazioni delle aziende di bevande alcoliche, per cambiare i messaggi trasmessi ai giovani che mostrano l'alcol come divertimento.

- Rafforzare la legislazione e aumentare il controllo per evitare di bere alcolici sulle strade pubbliche, con sanzioni per coloro che lo fanno e per i comuni che non rispettano i regolamenti.

- Promuovere una vera legge sull'alcool a livello statale, che è obbligatoria per tutte le amministrazioni locali e comunali. L'obiettivo è imporre le stesse regole a tutti, con protocolli d'azione approvati.

- Aumentare il sostegno alle organizzazioni che lavorano per prevenire il consumo di alcol nei bambini e agire sui gruppi più vulnerabili, sia pubblici che privati.


- Lavoro congiunto con i servizi sociali e la polizia locale per avere un maggiore controllo nei luoghi di incontro dei giovani in cui si consumano alcol e altre sostanze che creano dipendenza.

- Creare consapevolezza nella società sui costi per le amministrazioni pubbliche della pulizia dei luoghi in cui i giovani devono bere e sui problemi di salute e sui costi per l'attenzione alle persone ubriache e con le virgole etiliche, ecc.

Cosa possono fare i genitori?

È chiaro che la Pubblica Amministrazione deve unirsi alla lotta contro il consumo di alcol nei giovani. Ma nemmeno la missione dei genitori in questo senso può essere negata. I genitori sono una potente influenza educativa, e quindi si sono impegnati a queste misure per aiutare a frenare l'assunzione di queste bevande:

- Rafforzare le Associazioni dei genitori degli studenti, AMPAS, come primo agente formativo delle famiglie, garantendo il loro finanziamento attraverso borse dedicate a programmi di prevenzione sul consumo di alcol e sostanze che provocano dipendenza nei minori.

- Collaborazione delle amministrazioni pubbliche con AMPAS nello sviluppo di programmi alternativi di svago responsabile che possono essere offerti nelle scuole ai nostri giovani e che consentono alternative al bere una volta la giornata scolastica e soprattutto nei fine settimana.

- Rappresentanza delle famiglie in tutte le strutture delle pubbliche amministrazioni in cui parlare, dialogare o lavorare sul consumo di alcolici nei minori che sono favoriti da enti municipali, provinciali, autonomi e statali.

- Lavorare a favore della comunità per giovani recidivi, includendoli in programmi specifici che aiutano le persone che in un modo o nell'altro sono state danneggiate o vittime di quei comportamenti negligenti di coloro che bevono senza controllo, a seguito di incidenti stradali, e con la collaborazione in alcuni casi dei guardiani-genitori del minore.

Damián Montero

Video: Video shock sulla COCAINA - Impressionante!


Articoli Interessanti

10 parchi naturali da visitare in famiglia

10 parchi naturali da visitare in famiglia

Oggi viviamo in città dove il mattone guadagna terreno sul prato. È vero che ci sono numerosi parchi urbani in cui si può godere un po 'di natura vivente, ma questi riduzioni ci fanno dimenticare le...

15 costumi originali per bambini per questo carnevale

15 costumi originali per bambini per questo carnevale

il carnevale È una festa divertente che può servire come scusa per passare dei bei momenti con la famiglia ci travestiamo da esseri dei più diversi. Pertanto, ti incoraggiamo a mascherare quest'anno...

Amicizia: 10 film sul valore degli amici

Amicizia: 10 film sul valore degli amici

amicizia, una parola con tre sillabe e che ha solo due vocali ma che è indubbiamente qualcosa di essenziale nella vita di tutte le persone. Gli amici sono anche un argomento che vediamo spesso nel...