Gli errori di ortografia sono innescati dall'uso dei social network

I social network e l'uso di chat room per comunicare rapidamente con familiari e amici ha fatto sì che la maggior parte dei bambini e dei giovani non prestasse attenzione al errori ortografici e scrivere in qualsiasi modo quando si comunica sui social network.

L'età all'inizio dell'uso del telefono cellulare con una connessione Internet continua a diminuire continuamente. Secondo un recente studio condotto da Bambini globali online, intitolato "I diritti dei bambini nell'era digitale", gli adolescenti spagnoli che ora hanno 15 anni hanno il loro primo smartphone con 12, mentre al momento quelli che hanno tra 9 e 10 hanno il loro primo telefono con 7 anni.


L'uso di social network come Facebook e di chat come WhatsApp riguarda direttamente la lettura e la scrittura dei bambini e il più negativo è nell'ortografia. Gli errori di ortografia che vengono discussi in queste conversazioni sono il risultato dell'immediatezza che l'era digitale richiede: cerchiamo di scrivere con la stessa rapidità con cui parliamo e il modo è usare le abbreviazioni, accorciare le parole, chiamare le cose con i loro acronimi o esprimerci attraverso le emoticon.

Display errato: memorizzazione di parole errate

I dati positivi dell'uso della tecnologia digitale nelle nostre conversazioni con amici e familiari è che al momento scriviamo e leggiamo molto più di qualche anno fa, ma la parte negativa è che interagiamo attraverso uno schermo e vediamo espressioni più frequentemente errate e errori ortografici che sono memorizzati nella nostra retina.


"Gli adulti che abbiamo assunto il regole ortografiche Siamo facilmente consapevoli di questi grossi difetti e ci infastidisce immediatamente, ma quando questo accade tra i bambini la conseguenza è che la visualizzazione errata li porta a memorizzare quelle parole errate e quindi gli errori di ortografia costantemente ", spiega Virginia Ricoy, co-fondatrice di Walinwa.

Ora in estate, il consumo di social network tra i più giovani è aumentato e diminuisce il numero di ore che i piccoli dedicano alla lettura e all'apprendimento a causa delle vacanze scolastiche. In particolare, l'uso di Facebook aumenta del 67%, secondo i dati di uno studio Adglow. Quindi ci sono quasi 3 mesi in cui vedono molti errori ortografici e parole errate che interiorizzano.

"La memoria visiva è molto forte nei bambini ed è un meccanismo per interiorizzare parole ben scritte o scritte male. Se le vedi costantemente scritte male ed errori ortografici su Internet, sarà facile per loro ricordarle e scriverle anche loro. Tuttavia, questa stessa memoria visiva può essere utilizzata in modo positivo, facendo sì che i più piccoli vedano sempre bene le parole e le memorizzino correttamente ", afferma Ricoy.


I più comuni errori di ortografia nei social network

"Tra gli errori ortografici che realizziamo di più quando scriviamo nei social network e nelle chat è l'assenza di accenti, eliminiamo i segni di punteggiatura e la confusione tra"per vedere 'e' avere ',' a 'e' ha 'o' Ay! ',' there 'e' there '. Senza dubbio, per evitarlo, è meglio leggere ... ma leggere libri, non social network, lavorare sull'ortografia con i più piccoli e rivedere tutto ciò che scriviamo sui social network. È vero che in estate è difficile studiare un bambino, ma se stai cercando un metodo divertente e non hai bisogno di molto tempo ogni giorno, i bambini possono essere attratti ed essere costanti nell'apprendimento ", dice Roberto Salvador, co-fondatore di Walinwa .

Per attirare l'attenzione dei bambini, ci sono applicazioni per imparare l'ortografia che possono essere utilizzate con quella tecnologia che a loro piace tanto per migliorare la loro scrittura, dedicando solo 10-15 minuti al giorno. Il sistema si basa sull'osservazione, la classificazione, il pensiero logico, il confronto e l'ordinamento.

Marisol Nuevo Espín
Consiglio: Roberto Salvador, co-fondatore di Walinwa

Video: Our Miss Brooks: Exchanging Gifts / Halloween Party / Elephant Mascot / The Party Line


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...