Più della metà degli insegnanti scommetterebbe per aumentare il tempo di lettura

leggere È una delle cose più importanti che un bambino dovrebbe imparare, insieme alla scrittura. Sapere come interpretare i simboli su un foglio e tradurli per apprendere questa conoscenza è molto importante. Nel processo di interiorizzazione di questa abilità, la scuola e gli insegnanti svolgono un ruolo molto importante.

Ma è abbastanza tempo a scuola dedicato a lettura? Secondo la maggioranza degli insegnanti in Spagna, non lo capiscono LOMCE dovrebbe aumentare le ore assegnate a queste attività all'interno dei centri educativi. Questo è evidenziato dal Barometro CICLIP preparato dall'associazione spagnola di comprensione della lettura.


Domanda di formazione

Secondo i dati di questo studio, il 68% Gli insegnanti confessano di dedicare da una a 4 ore alla settimana alla lettura. Sebbene risulti ben oltre il 42% dei professionisti dell'istruzione confessano di non avere abbastanza formazione per insegnare la comprensione della lettura all'interno delle loro classi e il 46% rivela di non essere in grado di rilevare un disturbo che ostacola questa capacità.

Pertanto, non sorprende che quasi l'80% di insegnanti rivendicare più formazione in questo settore per essere in grado di rilevare possibili problemi che ostacolano la comprensione della lettura del più piccolo. Le isole Baleari, Castilla-La Mancha e Murcia sono le comunità autonome in cui i professionisti dell'insegnamento si considerano meno preparati.


Al contrario, La Rioja, Castilla y León, Comunidad Valenciana e Cataluña sono comunità in cui gli insegnanti si riconoscono meglio preparati a insegnare la comprensione della lettura all'interno della classe. Per quanto riguarda le ore dedicate a questi problemi, i territori che trascorrono meno tempo su questo sono: Castilla-La Mancha, con 1,8 ore, Baleares, 1,8 e Extremadura con 1,9.

Incoraggia la lettura a casa

È vero che gli insegnanti hanno una grande responsabilità quando si tratta di instillare la lettura nei bambini. Tuttavia, non si può negare che a casa si possa fare molto per far sentire i bambini attratti da questi mondi fantastici pieni di pagine con molte avventure e conoscenze:

1. Libertà di scelta. Il bambino ha una capacità critica e dovrebbe essere lasciato a scegliere i libri che vuole leggere. Imporre è un brutto modo per incoraggiare la lettura. È consigliabile che i genitori propongano ai loro figli libri che nutrono la loro curiosità, ma in nessun momento possono essere vietati o costretti a leggere un libro o un altro.


2. Non imporre la lettura. In questo aspetto devi essere assertivo e giocare con la ricompensa per incoraggiare la lettura. Costringere il bambino a leggere una certa ora ogni giorno non farà altro che incoraggiare il bambino a aborrire la lettura e non contemplarla come un hobby o un hobby.

3. Capire la lettura come un gioco. Una grande difficoltà quando si tratta di incoraggiare la lettura è che i libri sono sempre stati collegati al mondo accademico. Insegnare il volto amichevole e giocoso dei libri e lasciare che il bambino acceda al mondo della lettura da soli è il modo migliore per promuovere la loro preoccupazione. Leggere dovrebbe essere un atto piacevole.

4. Leggi in spazi creativi. È consigliabile mettere da parte la scrivania della stanza e cercare luoghi che alimentano l'immaginazione. Le biblioteche sono un posto ideale per leggere, studiare, ma non possiamo dimenticare che i parchi e altri spazi aperti sono perfetti anche per godersi un libro, sempre meglio in compagnia dei genitori.

5. Stabilire una routine quotidiana. Trova uno spazio e un orario giornaliero che il bambino dedica alla lettura, ad esempio prima di andare a dormire o subito dopo lo spuntino. Creare un'abitudine e far sì che il bambino leghi quel momento al divertimento è il modo migliore per migliorare la lettura.

6. Apri le porte alla lettura digitale. La lettura e il mondo digitale stanno diventando sempre più collegati, con l'arrivo di tablet e telefoni cellulari i libri interattivi in ​​cui il bambino costruisce la propria storia. Dobbiamo cercare di adattarci alle nuove tecnologie e considerare che la carta e l'inchiostro elettronico sono in grado di coesistere perfettamente.

7. Incoraggiare il divertimento. La lettura può essere vista come un modo per divertirsi e l'idea diffusa che la lettura sia una forma di svago solitario deve essere bandita. Fare gite sul campo per leggere, andare al parco o approfittare della domenica al mattino per leggere tutti insieme sul divano sono piccoli gesti che piaceranno sia a grandi che a piccoli e che ci aiuteranno a incoraggiare la lettura a casa.

8. Essere interessato alla lettura. Il modo migliore per essere coinvolti nella lettura dei nostri bambini è essere interessati in modo proattivo ai loro titoli, personaggi e generi preferiti. Interessati alle loro letture, incoraggiamo nostro figlio a continuare a leggere ea sentirsi apprezzato.

9. Potenzia la tua immaginazione incoraggiandolo a scrivere le sue storie.Con la lettura l'immaginazione è innescata e il modo migliore per dare sfogo a questa creatività è quello di promuovere il bambino si sente la scrittura. Inoltre, con questo tipo di attività, i bambini migliorano altri aspetti come creatività, grammatica e ortografia, rendendo il loro apprendimento qualcosa di didattico e interattivo.

10. Dare un esempio. L'esempio è il modo migliore per promuovere la lettura dei più piccoli. I bambini cercano esempi da cercare e i primi modelli da seguire sono a casa, non solo nei genitori, ma anche negli altri membri della famiglia.

Damián Montero

Video: You Bet Your Life: Secret Word - Tree / Milk / Spoon / Sky


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...