6 consigli per affrontare la malattia di un parente

Prendersi cura di un familiare con una malattia cronica suppone un'usura emotiva in caregivers tremendamente importante. Con tutto ciò che abbiamo sopra, se aggiungiamo all'equazione il dovere di prendersi cura di un parente malato, il peso dello stress e dell'ansia viene sollevato dall'avere una persona dipendente al nostro fianco.

Tuttavia, tutto dipende dalla nostra interpretazione. Cioè, le emozioni dell'ansia e dello stress non dipendono dalle risorse oggettive che abbiamo, ma dalla percezione che abbiamo di loro. Per darti un'idea, se devi prenderti cura di un parente per un po ', ma non riesci a farlo, appariranno delle emozioni spiacevoli. Ma, anche se hai le stesse risorse, se ti senti allenato, le emozioni di ansia e stress saranno molto più morbide e lontane dal bloccarti, ti aiuteranno a dare il meglio.


6 consigli per affrontare la malattia di un parente

1. Incoraggia il sostegno sociale: L'essere umano è un animale sociale, quindi è di vitale importanza dedicare tempo alla settimana a questa attività. Il supporto sociale funziona come assorbitore di stressquindi è una buona idea incontrarsi con amici o persone care almeno due o tre volte a settimana. Non isolarti

2. Fai esercizio fisico: Lo sport ha dimostrato di essere un rimedio fenomenale per la tristezza. è per questo che dobbiamo fare lo sforzo di dedicare almeno tre volte alla settimana per questo. Non c'è bisogno di fare grandi sforzi, con una camminata ad un buon ritmo possiamo valere.


3. Trova un gruppo di supporto: Ci sono molte associazioni di badanti. È una buona idea investigare se c'è qualcuno vicino a te. Parlare con le persone nella tua stessa situazione può farti sentire meglio.

4. Empathize con il paziente: So che è molto difficile e che la maggior parte delle volte perdiamo la pazienza presto. Ma se facciamo uno sforzo per metterci sulla loro pelle, sicuramente capiremo meglio le loro richieste.

5. Formati per essere un miglior caregiver: Come abbiamo visto nell'introduzione, l'addestramento nelle competenze assistenziali ci aiuta a migliorare non solo le nostre capacità ma anche a essere pazienti. Come ti ho detto sopra, se ti percepisci con più risorse, i livelli di stress saranno più bassi.

6. Dì a qualcuno come ti senti o scrivi: Quando mettiamo le parole nei nostri stati emotivi, il nostro cervello elabora e dà senso a queste esperienze così l'intensità, la frequenza e la durata delle emozioni sono minori. Quindi non tenere tutto per te. Condividilo


Affrontare il malattia di un parente Può scuotere il tuo benessere emotivo. Tuttavia, con il lavoro, puoi anche trovare un equilibrio. Puoi anche averlo.

Tieni presente che ...

Secondo uno studio condotto su pazienti oncologici, esiste una relazione tra il livello di sovraccarico del caregiver e il grado di dipendenza del paziente (Rodríguez & Rihuete 2011). Cioè, più la nostra famiglia ha bisogno di noi, più ci sentiremo sovraccarichi.

È interessante notare che, all'interno dell'Unione europea, la Spagna è il paese che più si affida alla famiglia come fornitore di assistenza, ma è negli ultimi posti in termini di spesa sociale e sanitaria a sostegno della famiglia.

In un altro studio con parenti dei malati cronici, sono stati valutati i benefici di un programma che ha ricevuto una formazione sulle abilità assistenziali. I risultati hanno dimostrato che questa formazione ha aumentato non solo la conoscenza delle abilità specifiche, ma anche aumentato la pazienza dei caregiver (Barrera-Ortiz, Pinto-Afanador e Sánchez-Herrera 2006).

Gesù Matos. Psicologo esperto nella gestione della tristezza. Fondatore della piattaforma online In Mental Balance.

Video: Demenza e Alzheimer: come organizzare la vita familiare


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...