Il 2017 arriva con l'estensione del congedo di paternità

Il nuovo anno porta con sé un'espansione del congedo di paternità quello contempla che il padre può passare più tempo a casa una volta che suo figlio è nato. In questo modo, il padre può accompagnare la madre per un mese, invece dei 15 giorni disponibili fino ad ora.

Notizie in congedo di paternità

Fino a prima che questo cambiamento entrasse in vigore, i genitori potevano godere solo di un totale di 15 giorni di congedo di paternità, 13 dalla legge e altri 2 dallo statuto dei lavoratori. Tuttavia da ora in poi gli uomini che hanno un figlio potranno chiedere un permesso di prendersi cura della propria prole fino a 28 giorni.


Cioè, quattro settimane di congedo di paternità. La misura era già stata valutata nella legge sulla parità tra donne e uomini che è stata approvata nel 2007 dall'esecutivo di Zapatero e che non è stata 2017 quando è finalmente entrato in vigore. Questo regolamento considera questi giorni come esclusivi dei genitori che lavorano e, a differenza del congedo di maternità, non possono essere trasferiti alla madre.

Questo permesso può essere goduto a giornata intera o parziale e può essere esteso fino a un totale di altri due giorni per ogni bambino dal secondo nei casi di parto, adozione o affido multiplo. La misura non è retroattiva e si applica solo ai nati da 1 gennaio di questo 2017.


Questo congedo di paternità può essere goduto dal momento in cui il bambino è nato. Tuttavia, questa novità contempla anche che gli uomini possano approfittare di questo basso una volta che la donna conclude il tuo, estendendo il numero di giorni in cui il bambino può godere dei propri genitori.

Benefici dell'estensione del congedo di paternità

Il fatto che il padre possa passare più tempo a casa dopo la nascita del bambino è una grande notizia, sia per il bambino che per per la madre. È vero che l'uomo non può assumere compiti come l'allattamento al seno, ma può aiutare in molti modi. Ad esempio, responsabile del corretto funzionamento della casa mentre la donna si riprende dal parto e partecipa ad altre attività legate alla cura del bambino come la pannolino.

Oltre a questo modulo, la richiesta di molti genitori è soddisfatta. Di non essere semplicemente spettatori nella cura dei loro figli, di essere attori con un ruolo importante nella cura degli stessi e sentirsi realizzato in questa esperienza bella come la crescita di un bambino.


Damián Montero

Video: Intervento al TG di Telepordenone del 05/05/2016: Detrazioni per figli a carico


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...