Tecniche per incoraggiare il discorso del bambino fin dalla giovane età

Nel presente, nessun adulto si ferma a pensare a quanto sia stato difficile per lui impara a parlare. Le parole escono in modo del tutto naturale dalle nostre bocche che non ci fermiamo a pensare all'intero processo alla base di questo meccanismo di comunicazione. Tuttavia, il apprendimento del linguaggio È molto più difficile di quello che sembra a noi: conoscere le parole, i loro significati e quando applicarle, ovviamente, non è un compito semplice, soprattutto per un bambino piccolo che deve assimilare molti concetti alla sua età.

Pertanto, possiamo stimolare l'apprendimento del linguaggio nei bambini poiché sono bambini con determinate tecniche. In questo modo renderemo questo processo molto più veloce poiché in questo modo i più giovani conosceranno il nozioni di base del linguaggio fin dalla tenera età, con quello che sarà gradualmente integrando i significati delle parole e non sarà così in salita quando arriverà il momento di comunicare usando loro.


Tecniche per stimolare la parola

1. Le cose con il loro nome. A volte i piccoli inventano una parola per riferirsi a un oggetto e rivendicarlo, o semplicemente accorciano il nome. Un buon esempio è l'acqua, che molti bambini chiamano "gua", devi far loro sapere che la cosa giusta è dire acqua e che finché non la pronunciano bene, non otterranno ciò che vogliono. Inculcar loro il nome corretto delle cose dal piccolo favorirà che si interiorizzino poco a poco.

2. Narra ciò che fai. Trascorrono così tanto tempo con noi che dimentichiamo che questi momenti possono essere usati per insegnarli. Se il bambino è in cucina mentre prepariamo il cibo, possiamo andare a raccontargli il processo molto lentamente in modo che rimanga con le parole. Quando prendiamo uno degli ingredienti possiamo indicarlo con il dito e dire il nome molto lentamente: "Len-te-ja" e cercare di farlo ripetere al bambino.


3. Tele fuori. Se quello che vogliamo è che lui impari a parlare, anche la televisione non è il modo migliore. Sebbene contengano dialoghi, i bambini di queste età sono più concentrati sul colore del palcoscenico e della musica, quindi questo non è il modo migliore per imparare a parlare. Questo non significa che il tuo bambino non possa guardare la TV, ma devi assicurarti che non sia la tua principale fonte di stimolazione.

4. Leggilo. Se prima dicevamo che la televisione non dovrebbe essere la tua principale fonte di stimolazione, ora ti consigliamo di leggere libri se diventa un elemento molto presente nella vita del tuo bambino. Raccontare storie e fare in modo che le parole vi entrino in testa è una misura molto efficace a quelle età.

5. Canta per lui. Allo stesso modo in cui la lettura fa suonare le parole ai più piccoli, anche il canto li aiuta. Scegli le canzoni con ritornelli facili e le cui parole sono facili da ripetere per i più piccoli. Ad esempio, la canzone di Miliki 'Hello Don Pepito' può essere cantata a tuo figlio nel modo seguente: "Ho-la Don Pe-pito / Ho-la don Jo-sé". Accompagnare questi brani di gesti aiuterà il tuo bambino ad assimilare le parole in un modo migliore.


6. Lascia che sia espresso. In definitiva ciò che vogliamo è che nostro figlio comunichi con noi, se non lo lasciamo tentare, questo compito diventerà più difficile. Ecco perché dobbiamo lasciarlo parlare, comunicare a modo suo ciò che sente e vuole. Dovremo correggerlo, ovviamente, non in un modo molto difficile poiché possiamo ottenere l'effetto opposto e il bambino sente la paura quando si tratta di esprimere se stesso.

7. Parole semplici. Non travolgere i bambini con parole difficili anche per gli adulti o con nomi di oggetti che contengono più parole. Ad esempio, invece di un orsacchiotto, sarebbe opportuno che il bambino impari inizialmente a chiamarlo "orsacchiotto" o "orso direttamente".

8. No all'onomatopea. Molti bambini si riferiscono ad alcune cose a causa del suono che producono. L'esempio più chiaro sono gli animali: l'uccello diventa un "pio", il cane in un "wow", ecc. Sebbene tu creda che questo aiuti il ​​bambino ad esprimersi, tutto ciò che fa è confonderlo, dato che dà un nome a qualcosa che non è giusto. La cosa consigliabile è che se in qualche occasione il ragazzo dice "il pío", devi rispondergli: "no, questo è un uccello".

Damián Montero

Video: 2017/05/13: Freedom of Speech: Not Just Another Value


Articoli Interessanti

L'università esce sempre più costosa

L'università esce sempre più costosa

Arrampicare l'ascensore universitario alla ricerca di un futuro migliore è sempre più costoso. Gli aumenti di prezzo nei gradi dei titoli universitari sono molto significativi, ma non tanto quanto...

Marsupio per l'auto: scegli il migliore

Marsupio per l'auto: scegli il migliore

Viaggiare in sicurezza in auto è una questione della massima importanza per i genitori, soprattutto perché hanno il loro primo figlio. Avere un marsupio sicuro per il nostro bambino è essenziale per...

ADHD, la sfida di fare amicizia

ADHD, la sfida di fare amicizia

Ciò che è diverso causa sempre qualcosa di paura. Lasciare la zona di comfort e sapere qualcosa di diverso costa molto ed è per questo che quando un bambino non si adegua al normale canone, può...