Un adulto su tre con ADHD usa la cocaina

tra 30 e 40 per cento degli adulti con ADHD (Disturbo da deficit di attenzione e iperattività) sono utenti abituali di alcol o altri farmaci e possono presentare disturbi del comportamento di dipendenza più frequentemente rispetto al resto della popolazione. La sostanza dell'abuso che si osserva di solito negli adulti con ADHD è la cocaina, secondo uno studio condotto nell'ospedale Nisa.

La cocaina come "automedicazione" negli adulti con ADHD

Ogni volta a maggiore correlazione tra adulti diagnosticati con ADHD e abuso di sostanze o dipendenza. Questa relazione non è strana dal punto di vista del consumo di droga come "auto-medicazione", il che significa che gli utilizzatori di sostanze si avvalgono di essi cercando una regolazione del disagio quando non ricevono l'approccio terapeutico di cui hanno bisogno, al fine di un farmaco che evita la sofferenza.


La sostanza dell'abuso che si osserva di solito negli adulti con ADHD è la cocaina, che solleva spesso interrogativi sull'apparente contraddizione del processo: se l'ADHD è caratterizzato da un elevato nervosismo, irrequietezza e mancanza di concentrazione, tra Altri sintomi, come è possibile che un farmaco stimolante come la cocaina possa avere effetti calmanti?

La cocaina focalizza l'attenzione sui pazienti con ADHD

La risposta è semplice: l'uso di cocaina ha l'effetto di ridurre il centro dell'attenzione su poche cose gestibili per la persona. L'ADHD causa la cattura di troppe informazioni e dettagli del nostro ambiente, al punto che il nostro cervello non è in grado di elaborare tutto catturato e, quindi, reagisce con nervosismo, impulsività, iperattività motoria e tutta la serie di sintomi che caratterizzano questo disturbo. . Come il l'uso di cocaina chiude il centro dell'attenzione su alcune cose, il cervello si rilassa ed è in grado di concentrarsi meglio su una o poche attività o stimoli, potendo concentrarsi solo su una o due cose.


Questo è coerente con il farmaco contrastato che viene solitamente prescritto ai bambini con questo stesso disturbo, gli psicostimolanti e che, come indicano le loro stesse parole, provoca un'azione di approccio psicologico nei pazienti affetti da ADHD, secondo gli esperti.

Come prevenzione di questa situazione, gli esperti dell'ospedale Nisa assicurano che "dobbiamo difendere la massima razionalizzazione delle diagnosi affidabili e multidisciplinari da parte di professionisti esperti, oltre a proporre alternative terapeutiche, biologiche, psicologiche ed educative efficaci. l'infanzia il massimo benessere possibile per questi bambini e per evitare una vulnerabilità acquisita in modo che difficoltà psicologiche o disturbi mentali si sviluppino nell'adolescenza e, di conseguenza, diminuisca l'attuale prevalenza del consumo di droga e delle dipendenze nelle persone adulte che soffrono di ADHD ".


Marisol Nuevo Espín

Video: THDA RITALIN COCAINA


Articoli Interessanti

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Indipendentemente da quanto impeto tu abbia dato all'istruzione di un bambino, ci sono episodi in cui non puoi controllare le tue azioni. Che sia per la vicinanza dei suoi amici o perché si sia...