CEAPA chiede l'eliminazione dei doveri scolastici

il compitosono un argomento quando si parla della scuola per bambini. I compiti a casa sono e saranno oggetto di dibattito sulla sua utilità. In particolare, la Confederazione delle associazioni di genitori di studenti, CEAPA, chiede l'eliminazione dei doveri scolastici. Questo corpo, che è composto da circa 12.000 gruppi di genitori di scuole pubbliche, comprende che i compiti a casa non possono diventare un'estensione delle ore scolastiche all'interno della casa, come attualmente accade.

Cosa dice l'OMS sui compiti a casa?

Il dibattito su se il compito Davvero un aiuto per interiorizzare la conoscenza che lo studente impara a scuola o al contrario sono obsoleti che contribuisce solo ad aumentare il peso della scuola è più vivo che mai. Di fatto, l'OMS ha recentemente avvertito a questo proposito di presentare uno studio che afferma che il volume dei doveri nei bambini è eccessivo e che oltre 120.000 persone hanno chiesto la razionalizzazione delle funzioni in Spagna attraverso la piattaforma Change.org.


Nello studio presentato da questa organizzazione, ho attirato l'attenzione sul fatto che a un'età di 11 anni il 34% dei bambini e il 25% delle ragazze con nazionalità spagnola già rivendicano pressione per i compiti. Queste percentuali aumentano con l'aumentare dell'età della scuola. Dati questi dati, sono emerse diverse voci critiche sui compiti e ne mettono in discussione l'utilità.

Argomentazioni contro il lavoro scolastico, secondo CEAPA

Ci sono diversi argomenti che il CEAPA propone di porre fine ai compiti a casa.

1. I doveri rappresentano il fallimento del sistema educativo

È particolarmente sorprendente che, secondo l'opinione di questa organizzazione, i compiti extrascolastici siano un chiaro esempio di come il sistema educativo abbia fallito. In questo senso aggiungono che l'insegnamento che gli studenti trovano nelle aule non è molto motivante.


2. I doveri rivelano una mancanza di lavoro a scuola

Affermano inoltre che i compiti vengono a coprire una mancanza di lavoro che dovrebbe verificarsi nella scuola mentre il lavoro di insegnamento non viene svolto in modo efficiente nelle aule. Dato questo fatto, il sistema educativo "tira fuori le palle" commissionando troppi compiti a casa, compiti che sono destinati a coprire questa mancanza di lavoro in classe.

3. I doveri causano disuguaglianze sociali

Il CEAPA afferma anche che i doveri causano disuguaglianze sociali poiché in molte occasioni l'adempimento avviene per indicare il minore ad un'accademia; qualcosa a cui non tutte le famiglie possono accedere a causa del loro livello economico. Questo organismo aggiunge che questo aspetto diventa particolarmente grave se si tiene conto che i doveri spesso rappresentano una parte importante delle qualifiche.


Altri argomenti contro il lavoro scolastico

Questa organizzazione aggiunge altri argomenti nella sua critica dei doveri come la tensione che si crea tra genitori e figli. La mancanza di tempo che gli scolari hanno per il tempo libero a causa dei compiti a casa provoca un rifiuto dei genitori che costringono i loro figli a farli. In questo senso, CEAPA aggiunge che il tempo impiegato per i compiti a casa impedisce ai minori di svolgere altre attività benefiche per la loro formazione, come la possibilità di praticare sport o partecipare a eventi culturali.

Il CEAPA ha inviato questa critica dei doveri al governo in carica attraverso una lettera al ministro dell'Istruzione, Íñigo Méndez de Vigo. In esso, questo organismo espone la sua posizione in cui affermano che i doveri servono solo a memorizzare contenuti che saranno presto dimenticati e che non saranno interiorizzati. Questa scrittura termina con lo slogan "sebbene LOMCE legalizzi i doveri, li scoraggiamo".

La posizione del sistema educativo di fronte ai doveri della scuola

Di fronte a queste critiche, le istituzioni hanno risposto con le loro argomentazioni sul perché sia ​​importante mantenere i doveri come parte dell'educazione all'interno delle classi. Nello specifico, la Junta de Andalucía ha fatto una lettera per pubblicizzare la sua posizione. Questo documento supporta i compiti poiché a loro avviso sono un meccanismo efficace per aiutare a interiorizzare i contenuti appresi nelle aule e anche a favorire l'autonomia degli studenti.

In questo scritto il Board afferma di comprendere la posizione di alcuni genitori critici nei confronti dei compiti, quindi afferma che è necessario trovare un equilibrio poiché queste critiche hanno la loro parte di ragione. Nello specifico, questo scritto si impegna a trovare nuovi formati per compiti che scappano dai metodi meccanici e di routine che non collaborano quando si tratta di supportare l'autonomia dei minori.

Si dice anche che I genitori hanno un ruolo in questa materia perché possono aiutare i loro figli a sentirsi sopraffatti dai compiti a casa. In questo modo si suggerisce che i genitori possano collaborare condividendo questo tempo di revisione e supervisionando i risultati di queste attività.Allo stesso tempo, si raccomanda di stabilire metodi di lavoro all'interno della casa che riducano la pressione dei bambini, pratiche come il fissare le pause e incoraggiare i bambini a dedicare un po 'di tempo alla giornata, per quanto breve possa essere tale da non accumulare un volume eccessivo di lavoro.

Damián Montero

Video: Build a castle from scratch in Minecraft! Stream


Articoli Interessanti

Ricetta per smettere di fumare

Ricetta per smettere di fumare

Smetti di fumare! Sì, è facile da dire e difficile da raggiungere. Ci sono molte ragioni per smettere di fumare: dal costo economico alla salute di se stessi e degli altri, specialmente i figli di...

I giovani sono i più letti in Spagna

I giovani sono i più letti in Spagna

il lettura È una delle attività che ha i maggiori benefici per le persone. Dalla distrazione all'apprendimento di nuove conoscenze e allo sviluppo di capacità cognitive. Che siano su carta o sullo...