5 consigli per continuare l'allattamento al seno durante il lavoro

L'incorporazione al lavoro di solito crea problemi alle madri per continuare con il l'allattamento al seno. Anche se l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda l'allattamento al seno su richiesta durante i primi sei mesi di vita del bambino, il congedo materno dura solo 16 settimane e l'orario di lavoro e l'allattamento al seno sono complicati.

Il latte materno è il miglior alimento per i bambini nei primi mesi di vita, poiché aiuta a rafforzare il loro sistema immunitario e li protegge da malattie e allergie. Ma i bambini non sono gli unici a beneficiare dell'allattamento al seno. Per la madre ha anche molteplici vantaggi come la riduzione dell'emorragia postpartum, un migliore recupero fisico e l'instaurazione di un bellissimo legame d'amore tra madre e figlio.


5 trucchi per continuare l'allattamento al seno dopo il ritorno al lavoro

Quando le mamme appena rilasciate devono tornare al loro posto di lavoro dopo 16 settimane di congedo di maternità, alcuni di loro abbandonano l'allattamento al seno a causa della necessità di ridurre la frequenza di alimentazione e molti altri si chiedono come continuare l'allattamento al seno.

1. Inizia ad esprimere il tuo latte 15 giorni prima. Le due settimane prima di iniziare a lavorare sono un periodo di transizione sia per la madre che per il bambino. Con l'estrazione del latte puoi conservarlo e congelarlo per quando è necessario, e in più qualcuno potrà darti un po 'di biberon con il tuo latte in modo da abituarti alla tettarella. Per mantenere una buona produzione di latte è consigliabile effettuare le estrazioni ogni 2-3 ore. Tieni presente che la qualità e la quantità del latte materno varia col passare del tempo per rispondere ai bisogni nutrizionali del bambino. Pertanto, se si inizia prima a pompare il latte, non si adatta alle esigenze del bambino. Sebbene sia difficile, è molto importante che questo momento non generi alcun tipo di stress o di angoscia.


2. Conservazione del latte materno. A temperatura ambiente, se non fa troppo caldo, il latte materno rimane tra le 6-8 ore. Nel frigorifero, in un contenitore di vetro o di plastica, viene conservato per due giorni. Ma, senza dubbio, è meglio utilizzare il latte del giorno precedente ogni giorno e avere una piccola riserva congelata in caso di eventi imprevisti.

3. Il latte sale sul posto di lavoro. Questo inconveniente di solito travolge molto le mamme, ma con l'estrazione regolare del latte, eviteremo il gocciolamento del seno. Con l'uso di dischi per l'allattamento al seno, eviteremo la colorazione dei vestiti: se l'ascesa avviene all'improvviso e in quel momento l'estrazione non può essere eseguita, c'è un piccolo trucco: incrociare le braccia e premerle contro il seno per fermare il aumento di latte.


4. Estrazioni di latte ogni due o tre ore. Idealmente, la madre può esprimere il suo latte ogni due o tre ore. In questo modo, puoi continuare ad allattare il bambino allo stesso modo quando torni a casa.

5. Tranquillità prima di tutto. Il torace non conosce ore, si adatta bene non appena il bambino richiede cibo. Quindi non essere sopraffatto, perché è molto più importante per il bambino allattare quando è con la madre. Il latte materno è il miglior latte per i bambini.

Marisol Nuevo Espín

Video: OstetriChannel - 21. Spremere e conservare il latte di mamma


Articoli Interessanti

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Indipendentemente da quanto impeto tu abbia dato all'istruzione di un bambino, ci sono episodi in cui non puoi controllare le tue azioni. Che sia per la vicinanza dei suoi amici o perché si sia...