Il mutismo selettivo dei bambini: un problema di comunicazione?

Ci costa molti superare la timidezza quando ci introducono a qualcuno o quando ci troviamo in un ambiente che ci mette a disagio o che non siamo abituati. Quando si tratta di bambini piccoli, non è insolito per loro nascondersi dietro i loro genitori se non conoscono la persona con cui stanno parlando. Ma nel caso di alcuni bambini, ciò che pensiamo sia la pura timidezza potrebbe rivelarsi un disturbo psicologico noto come mutismo selettivo.

Qual è il mutismo selettivo dei bambini?

Alcuni bambini sono molto loquaci quando sono con i loro genitori e tuttavia non sono in grado di parlare con i loro nonni, un cugino o i loro insegnanti. Molti di questi bambini, quando si trovano in una situazione o in un ambiente che li infastidisce, non saranno in grado di parlare ad alta voce e bisognerà sussurrare nelle orecchie di coloro con cui si sentono più a proprio agio. Certo, quando nessun altro sta guardando.


Il mutismo selettivo è un problema di inibizione della parola che di solito inizia nella fase prescolare. Il bambino inibisce selettivamente la risposta verbale con certe persone o in certe situazioni sociali, nonostante non presentino alcun impedimento di pronuncia. Uno dei molti pericoli di questo disturbo è che il mutismo può portarli ad agire senza prima consultare un adulto. Ad esempio, potrebbero sparire senza dire a nessuno che stavano andando via.

Queste sono alcune delle caratteristiche del mutismo selettivo:

1. Un disturbo d'ansia. Il DSM inquadra il mutismo selettivo nei disturbi d'ansia e nelle fobie. Sebbene le cause siano sconosciute, si ritiene che sia dovuta a una combinazione di fattori genetici e ambientali. Può iniziare con estrema timidezza e progressivamente muto, o derivare da una situazione stressante come ospedalizzazione, separazione dai genitori, perdita di un parente o cambiamento di città.


2. Un circolo vizioso. In alcuni bambini accade quasi come un vizio: quando si sente l'ansia di fronte a qualche nuova situazione, il bambino può non essere in grado di parlare e l'adulto che lo accompagna andrà al suo "salvataggio" e risponderà per lui. Il bambino sentirà un sollievo a breve termine dalla sua ansia e questo comportamento sarà rinforzato. E prima che tuo padre o tua madre se ne rendano conto, è diventata un'abitudine per il bambino al punto che non considererà più il parlare come un'opzione.

Elena Villa, una psicologa infantile, afferma che il mutismo selettivo non è molto comune (la sua prevalenza è intorno all'1% della popolazione infantile) ed è più frequente nelle ragazze che nei ragazzi. Tuttavia, è un disturbo che preoccupa gli esperti perché il 50% dei bambini che soffrono di mutismo selettivo soffrono anche di qualche altro tipo di disturbo d'ansia, quasi sempre una fobia sociale o un disturbo d'ansia da separazione.


Come riconoscere il mutismo selettivo in un bambino

La diagnosi non è sempre facile poiché i bambini con mutismo selettivo di solito parlano normalmente a casa e i genitori potrebbero non rendersi conto fino a quando sono passati mesi (o anche anni) da quando hanno iniziato.

Inoltre, è facile confondere il mutismo selettivo con la timidezza. La cosa più normale è che i bambini con mutismo selettivo non parlano in classe, quindi di solito sono gli insegnanti ad allertare i genitori quando notano come il bambino, nonostante appaia felice, non parli con i compagni o comunichi con i gesti .

Tuttavia, è normale che il bambino parli molto durante i primi mesi di scuola. meno o addirittura niente. Al fine di differenziare il mutismo da altri problemi, la durata dell'alterazione deve durare almeno un mese (senza contare il primo di scuola). Ci deve essere una persistente incapacità di parlare in situazioni concrete, nonostante il fatto che il bambino parli normalmente negli altri, senza che ciò sia dovuto a un impedimento del linguaggio. Un'altra indicazione importante è che la loro inibizione interferisce con il rendimento scolastico.

Il cattivo comportamento del bambino può anche essere un segno di angoscia prima di dover affrontare una situazione difficile per lui; Possono fare tutto il possibile per evitare un evento sociale che causa loro ansia. In generale, i bambini con questo disturbo hanno un'intelligenza superiore alla media e sono particolarmente sensibili ai sentimenti degli altri. Se sono molto attivi e chiacchieroni quando sono a loro agio (qualcosa di non raro in questi bambini), sarà più facile identificare le situazioni in cui soffriranno di mutismo.

Mutismo o timidezza infantile selettiva?

Non è raro che i bambini siano timidi in certe situazioni, ma fino a che punto è normale la loro timidezza? Se tuo figlio non fa qualcosa che sai che gli piace sistematicamente quando è con una persona specifica o in un certo posto o è completamente paralizzato in certe situazioni, è più probabile che sia più che solo timidezza.Se, ad esempio, gli piace dipingere molto ma non lo fa a casa dei suoi nonni o amici, non è una normale timidezza.

Quando si tratta di differenziare un bambino con un mutismo selettivo da un bambino timido o introverso, si può apprezzare che quest'ultimo, sebbene possa costargli parlare con estranei, mentre prende fiducia, sarà in grado di interagire con quello sconosciuto, sebbene essere di forma minimale Tuttavia, un bambino con mutismo selettivo non parlerà in determinati contesti o in certe persone senza che questo venga corretto nel tempo.

Inoltre, un bambino timido può seguire il ritmo accademico e non deve presentare problemi accademici, mentre un bambino con mutismo, in generale, avrà difficoltà a scuola. I bambini con questo disturbo avranno problemi a parlare con i loro coetanei, cosa che non accade in caso di semplice timidezza in cui i rapporti con i coetanei non saranno influenzati.

Ridurre l'ansia per trattare il mutismo dei bambini

Anche se può sembrare un disturbo minore, se non curato, il mutismo selettivo può portare a un disturbo d'ansia sociale più serio e più complicato. In effetti, ci sono casi in cui le persone sui 40 anni, che assomigliavano a questo disturbo infantile, sono ora completamente incapaci di parlare (nemmeno con i loro parenti). Altri sviluppano depressione o grave disturbo d'ansia.

Quando il mutismo è stato identificato, l'intervento si concentrerà sulla riduzione dell'ansia. Al bambino verranno insegnate tecniche di rilassamento per poi esporlo, gradualmente, alle situazioni temute. Per la modifica del comportamento, sarà possibile utilizzare, con controllo, premi per motivare il paziente a cambiare e punizioni minime (come perdita di punti, ecc.). Per trattare i casi più gravi in ​​cui è stata necessaria la terapia, sono stati utilizzati inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina come la fluoxetina (meglio nota come Prozac).

Come con qualsiasi malattia, è importante essere molto attenti con quelli che sono noti come guadagni secondari. Quando il nostro bambino è malato aumentiamo i segni di affetto, attenzione e, frequentemente, lo alleggeriamo per un periodo dai suoi obblighi. Il problema è che il bambino può smettere di percepire la malattia come qualcosa di negativo, il che significa che non dedica tutti i suoi sforzi per migliorare.

Elena Villa raccomanda di identificare il problema il prima possibile per fornire al bambino un trattamento adeguato e per evitare conflitti nelle aree più colpite da questo problema: la famiglia, il sociale e l'accademico.

Marga Wesolowski
consiglio:Elena Villa, psicologo infantile.

Video: Mutismo Selettivo nei bambini: quando l'ansia impedisce di parlare (a scuola ad esempio) cosa fare?


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...