Il comportamento dei bambini: problemi e disturbi difficili da gestire

Che un bambino ha un disturbo della condotta non significa che tu abbia un problema di salute mentaleTuttavia, entrambi sono difficili da gestire. Il ruolo dei genitori è fondamentale in questo senso ed è sempre consigliabile avere il consiglio di un esperto.

La qualità della vita dei minori è un fattore particolarmente influente. L'ambiente sociale in cui i bambini si sviluppano può essere il punto di partenza per a problema di salute mentale o disturbo del comportamento. Pertanto, dobbiamo prendere in considerazione una serie di linee guida per ridurre la probabilità che i nostri bambini soffrano di un disturbo del comportamento.

Problemi comportamentali e disturbi mentali

"La linea che separa la definizione di a Problema comportamentale e disturbo mentale In molti casi, è confuso. "Questo è ciò che dice Valentín Martínez Otero, un dottore in Psicologia e Pedagogia e professore alla Facoltà di Educazione dell'Università Complutense di Madrid, così l'esperto dice che è sempre necessario fare una diagnosi psicologica per per fare l'intervento necessario. "Sebbene la delimitazione della bancarotta mentale sia difficile, un problema comportamentale non implica necessariamente una malattia mentale", dice Martínez Otero.


Dovremo consultare uno specialista se riscontriamo disfunzioni nello sviluppo del nostro bambino, problemi comportamentali, abitudini alimentari e altri problemi di vario tipo assegnati all'apparato cognitivo, sociale o psicomotorio. Per fare la diagnosi, è necessario:

- Una relazione di genitori e insegnanti e altri significativi adulti vicini

- Un rapporto di osservazione preparato dallo specialista, dopo un colloquio con il bambino. In questo senso, Martínez Otero ricorda che "minore è il bambino, minore è la capacità di esprimere ciò che accade e test psicologici devono essere fatti per perfezionare il chiarimento di ciò che accade ad esso".


Il 2,2% dei minori dichiara un disturbo della condotta

Secondo l'ultimo Indagine nazionale sulla salute, in Spagna il 2,2% dei minori dichiara un disturbo comportamentale e nell'1% dei casi ci sono disturbi mentali. Secondo lo studio, entrambi i tipi di disturbi erano più frequenti nei bambini più grandi. Così, nel gruppo di 10 a 14 anni, nel 3,4% sono stati dichiarati disturbi comportamentali e nell'1,9% di disturbi mentali.

Il rapporto delle conclusioni evidenzia inoltre che la tendenza a soffrire di alcuni di questi problemi è maggiore nei bambini rispetto alle ragazze. È in questo gruppo, in quello dei bambini, dove si osservano inoltre le differenze tra la classe sociale superiore e quella meno favorita per quanto riguarda problemi e disturbi comportamentali o mentali. Nelle classi sociali più basse, i bambini soffrono maggiormente di questo tipo di problema, ma non c'è differenza tra le ragazze di entrambi gli strati. Lo studio conclude che il rischio di soffrire di problemi di salute mentale o disturbi del comportamento si moltiplica se il bambino soffre di una malattia cronica o fa parte di una famiglia:


- Genitore single
- Con un basso livello di istruzione
- Una famiglia in cui un membro è disoccupato
- Ha abitudini di vita sedentarie e non pratica frequentemente alcuna attività fisica
- Di solito non fa colazione ogni giorno e consuma fast food invece di frutta e verdura

In linea con questi argomenti, Valentín Martínez Otero ritiene che la qualità della vita del bambino influenzi perché siamo tutti esseri biopsicosociali e ci sono condizionamenti biologici, psicologici e sociali che inevitabilmente influiscono. "Un ambiente, in termini psicologici," socio-economicamente svantaggiati "genererà nella famiglia e nel bambino uno stress che può essere tradotto in problemi psicologici", afferma l'esperto. Secondo Martínez Otero, i bambini hanno meno risorse psicologiche-difensive ed è per questo che sono più vulnerabili rispetto al gruppo adulto. Quindi le cose devono prendere in considerazione una serie di considerazioni per rendere appropriato l'ambiente socio-educativo del bambino.

Patologie comportamentali: consigli preventivi per i bambini

In generale, i consigli passano attraverso l'offerta di un'istruzione di qualità a tutti i bambini, che non dipende direttamente dalle risorse economiche disponibili. Inoltre, come genitori, secondo Martínez Otero, dobbiamo:

- Partecipa al piano cognitivo emotivo e affettivo
- Il piano fisico
- Il piano sociale e relazionale
- Il piano morale
- Educazione completa

Se nostro figlio non ha alcun problema di questo tipo, dobbiamo ricordare che è sempre meglio prevenire che curare. Ecco perché l'intera società deve prestare attenzione ai bambini, in particolare i genitori e la comunità educativa, in un quadro di collaborazione e solidarietà con coloro che ne hanno bisogno.

Elisa García
consulente: Valentín Martínez Otero, Dottore in Psicologia e Pedagogia e Professore della Facoltà di Educazione dell'Università Complutense di Madrid

Video: Cosa fare se hai un figlio con DOP - disturbo oppositivo provocatorio


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...