Giochi di ruolo, innocui?

L'eminente psicologo Bruner ci ha trasmesso l'importanza del gioco per l'evoluzione dell'immaginazione e come veicolo per insegnare le regole che governano la comunità.

È un'attività ricreativa essenziale nello sviluppo. Promuove l'integrazione e sottende la libertà di scelta.

Nei giochi di ruolo, i giocatori progettano le proprie avventure, assumono il ruolo di un personaggio che deve raggiungere l'obiettivo stabilito, rispettando le regole del personaggio, quelle imposte dall'arbitro o dal direttore di gioco e quelle contrassegnate dal caso lanciando il data.

I giochi di ruolo possono essere sul tavolo o dal vivo.

Il fantastico tema medievale era la sua origine, ma oggi troviamo horror, detective, fantascienza, umorismo, fantastici, futuristi, giochi western ...


Ci sono quelli più realistici in cui le carte e i dati sono più influenti nel processo decisionale (preferito dai più giovani) e più interpretativi per coloro a cui piace più margine di decisione.

La fascia di età dei giocatori varia tra 15 e 25 anni. In ogni caso, un'età appropriata per la loro pratica sarebbe dai 12 anni a causa della complessità del gioco.

Solo il ruolo dei nomi gioca rischi presagi e questo perché nella coscienza collettiva c'è un'eco di alcuni eventi tragici che sono stati trasmessi dai media.

Categoricamente (e dalle indagini svolte) possiamo affermare che i giochi di ruolo in quanto tali sono neutrali e innocui. Il rischio diventa vero e reale quando vengono utilizzati in eccesso e da squilibri emotivi si cerca di derivarli alla vita reale.


Il problema nasce dal rischio di settarismo che può agganciare bambini e adolescenti, dal disimpegno dall'ambiente, dalla pressione del gruppo.

Una supervisione da parte dei genitori è necessaria soprattutto quando sono monotematici, alcuni possono avere contenuti discriminatori e distruttivi, bellicosi e violenti; così come il tempo che trascorrono giocando e le amicizie con coloro che condividono questo hobby.

Un avvicinamento dei genitori con questi giochi di ruolo, con le loro norme, i loro contenuti, li indicherebbe su un'idea più reale di loro e sulle possibili versioni e sui temi più appropriati per la promozione di aspetti educativi, creatività, interazione, processo decisionale, autocontrollo .

In questo senso, i giochi di ruolo sono stati sviluppati con lo scopo dell'intervento sociale con gli adolescenti per prevenire la tossicodipendenza o come un sistema per insegnare e praticare valori come il rispetto e la tolleranza.


Ci sono diversi giochi di "ruolo", di assunzione di ruoli, in cui i bambini (e i bambini minori) sono proiettati in personaggi con cui sviluppano la loro immaginazione e mettono alla prova le loro abilità. Inoltre, possono essere scenari in cui i bambini catturano i loro conflitti interni e ne diventano consapevoli.

Non si può negare che serva come fonte di apprendimento della socializzazione attraverso un sistema di regole e giochi di gruppo. Promuovono la cooperazione.

In esaltazione incompatibile con altre relazioni e attività, nell'assunzione di regole molto rigide, nel tentativo di portare nella vita reale ciò che è un gioco, nelle precedenti psicopatologie è un rischio innegabile, ma non specificamente attribuibile al gioco del "ruolo" ".

Video: Un Giorgino apparentemente innocuo! FORTNITE BR


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...