4 passi per promuovere la sincerità nell'adolescenza

Nella nostra società non è di moda dire la verità. In ogni caso, viene valutata una forma di sincerità, che non è la stessa. La sincerità quando è spontanea non riflessiva, prendere ciò che si prende dentro senza pensare, dire ciò che è senza tener conto che può influenzare gli altri, non è il modo migliore per dire la verità. La verità implica un impegno per la realtà, una certa delicatezza nel dire, perché l'altro è rispettato.

L'unica ragione per dire la verità è morale: il rispetto per gli altri e per se stessi. Dire la verità non ci rende più ricchi, più belli, più intelligenti ... ma ci rende persone migliori. La bugia può farci uscire di fretta, anche, può farci apparire belli e approfittarne, ma si aggroviglia e tende a crescere come una palla di neve. Le menzogne ​​finiscono per pesare sulla nostra coscienza, la verità, tuttavia, ci rende liberi. Verifichiamo che quando ammettiamo o neghiamo onestamente un inganno, rimaniamo scaricati, liberati.


Adolescenti che ingannano amici e insegnanti

La menzogna è incompatibile con l'amicizia. I nostri figli devono controllare che facendo ciò che è giusto, si sentano meglio, rispettino se stessi e gli altri. Trasformali in persone con i loro criteri e autostima. Dobbiamo aiutarli a essere assertivi (né aggressivi né passivi), sicuri di se stessi e senza timore di "cosa diranno" (anche se sono loro amici). Non sono "rari", ma diversi, ragazzi e ragazze che non si lasciano trasportare dall'attuale * e non sono soli. Puoi far loro vedere che "tutti lo fanno" sono pochi.

Gli insegnanti hanno mentito per le stesse ragioni dei genitori: stare bene, non deluderli, evitare la punizione, evitare un rimprovero, ottenere una ricompensa, evitare l'imbarazzo di fronte ai compagni di classe, "salvare" un compagno di classe, avere un bell'aspetto di fronte alla classe *


Va tenuto presente che, a volte, le "bugie" per gli insegnanti hanno il consenso dei genitori, cioè, a volte, alcuni genitori, "giustificano" i loro figli, firmano note false, fanno scuse per loro ... Questo è il peggiore esempio che puoi dare ai tuoi figli. La verità è anche apprezzata dagli insegnanti e vinta in reciproca fiducia. Una bugia, per quanto piccola, tira facilmente gli altri. Il bugiardo ogni volta ha bisogno di mentire di più.

La sincerità a 13 anni

Perché a questa età? La menzogna nell'adolescenza avviene perché cominciano a chiedere più sbocchi, più libertà, più piani al loro ritmo ... Sono in piena differenziazione con i loro genitori e cercano soprattutto la complicità dei loro amici, per non essere rifiutati. I genitori, da parte loro, pensano di essere troppo giovani per andare alla luce da discoteca, per dipingersi da adulti (loro), per vestirsi super esplosivi, per iniziare a fumare, per bere, per andare nei negozi di videogiochi, ecc ... e mentre i genitori mettono le barriere , imbrogliano su dove stanno andando, con chi e come.


"Non sono più una ragazza." Questa è un'espressione che esprime quel momento vitale (i 13 anni) in cui i nostri bambini iniziano a scoprire che stanno smettendo di essere bambini. Uscendo dall'infanzia, li porta a una situazione tra due acque: da una parte ci sono i genitori (che continuano a pensare di essere ancora bambini) e dall'altra gli amici (che devono dimostrare di essere più grandi). Devono guardare bene con entrambe le parti e, per questo, devi mentire se necessario. La pressione sociale li costringe a mentire per non sembrare cattivi e le barriere che, con buon giudizio, mettono anche i genitori.

Se a 13 anni potremo stabilire una buona base di fiducia, verità e bugie, avremo, molto probabilmente, persone veritiere, con la verità che ci aspetta.

4 passi per farli essere sinceri

1. Analizza i motivi della menzogna. Il nostro figlio di 13 anni può mentire per diversi motivi: per ottenere qualcosa, per evitare un problema o una punizione, per evitare una realtà che non gli piace, per avere un bell'aspetto di fronte agli altri, in particolare ai suoi amici, per compiacere i suoi genitori , per attirare l'attenzione, e soprattutto per usare la loro libertà a volontà e superare le barriere dei loro genitori.

2. Smonta le tue ragioni per mentire. Dobbiamo analizzare qual è la vera ragione per cui mente. Se lo fa per evitare la punizione, dobbiamo rivedere come lo puniamo; se scopriamo che non accetta la realtà, dovremo insegnargli ad accettarlo; Se quello che vuoi è guardare bene agli altri o attirare l'attenzione, ci impegneremo a rafforzare la tua autostima; Se vuoi piacere ai tuoi genitori, rivedremo i nostri rapporti familiari.

3. Creare un ambiente per sincerità. Pertanto, non dovremmo mai scandalizzare ciò che chiedono o ciò che pensano, creare un'atmosfera propizia a casa per sincerità, un'atmosfera di fiducia e di dialogo. I nostri figli devono essere sicuri che qualunque cosa accada, devono dircelo, perché non saremo scioccati o reagire violentemente. La paura fa dire molte bugie.Dobbiamo esprimere ai nostri bambini le nostre paure e le nostre paure su un piano del genere che ci propongono o un tale pensiero che viene in mente, per quanto possano essere diversi dai nostri.

4. Nutrire il clima di fiducia. Quindi, dovremmo cercare di far riflettere i nostri figli: "Non so cosa penseranno i miei genitori su questo piano, ma non ho paura di dirglielo" invece di: "Buff, questo piano non lo dico ai miei genitori, non lo faranno vattene e mi daranno un uragano, vedrò quello che dico loro e come lo solleverò. "

Marta Santín
Consulenti: Pilar Guembe e Carlos Goñi

Video: Persegui la pace


Articoli Interessanti

Separa gli studenti nelle aule

Separa gli studenti nelle aule

Nel corso della storia, governi, ministeri e scuole hanno escogitato diversi metodi per migliorare il sistema educativo, ruotando intorno a una questione centrale: Come dovrebbero essere raggruppati...

Vantaggi del camminare a scuola

Vantaggi del camminare a scuola

Adolescenti che camminano verso l'istituto hanno una performance cognitiva migliore di quelli che viaggiano in autobus o in auto. Inoltre, coloro che trascorrono più di 15 minuti a piedi nel proprio...