Ritorno a scuola: 4 consigli per stabilire le abitudini di studio dopo le vacanze

Finisci il ferie e dobbiamo tornare alla realtà: la scuola e la sua routine quotidiana di orari, lezioni, attività extrascolastiche e, naturalmente, studio. Come stabilire il studiare le abitudini nei bambini? Soprattutto dopo le vacanze estive, che sono state quasi fuori orario, questo può essere un compito arduo.

D'ora in poi, i bambini dovranno sedersi a lungo facendo i compiti che gli insegnanti invieranno loro. Sii più o meno, e i tuoi figli più o meno veloci, la verità è questa Riprendere l'abitudine di sedere per forse ore è un compito complicatoCome lo aiutiamo affinché non sia un calvario per lui ... e per i genitori?


Suggerimenti per creare abitudini di studio nel più piccolo

1.- Stabilire tempo e luogo. Stabilire una routine per i compiti aiuterà il bambino a stabilirsi. Lascia che i tuoi figli scelgano il luogo in cui si trova più a suo agio e il momento in cui si concentra meglio, ma assicurati che sia un posto tranquillo lontano dalla televisione come tecnica di studio principale.

È bene tenere a mente che non tutti i bambini sono uguali: alcuni preferiscono finire i compiti non appena arrivano a casa, mentre altri preferiscono uscire e giocare, e poi farli. È un bene che essi stessi decidano come farlo, perché li renderà consapevoli che è una responsabilità e, sebbene l'ordine dei fattori non contenga, il prodotto deve essere completato entro la fine della giornata. Naturalmente, a questo punto gli esperti di solito raccomandano di non fare i compiti proprio alla fine della giornata, metteranno in risalto i bambini e impediranno loro di dormire bene.


2.- I genitori presenti. All'età in cui iniziano a fare i compiti, i compiti a casa sono il momento in cui imparano veramente quello che hanno visto a scuola. Stare con loro li aiuterà in quel momento. Quindi, per esempio, dopo aver letto l'esercizio insieme, chiedi a tuo figlio di spiegare cosa devi fare e non guidarlo a meno che non lo capisca, quindi incoraggerlo a imparare di più e meglio.

Gli esperti consigliano sii vicino ai bambini mentre fai i compiti in modo che possano chiederci i dubbi che sorgono, ma, sì, non rispondere mai senza ulteriori indugi. Come consiglio: stai vicino ma non sopra e, se vedi che hai troppi dubbi perché non lo capisci, parla con il tuo insegnante.

3.- Non correggerlo.Abbiamo parlato di rispondere alle tue domande e questo è legato ai fallimenti. Se vedi che è sbagliato, non correggerlo: Se lo fai, l'insegnante non sarà in grado di vedere il giorno dopo quando non riesce a insegnargli correttamente. Ora, puoi indicare che in qualche esercizio c'è qualcosa che non è giusto, in questo modo, incoraggiarlo a essere colui che cerca la soluzione giusta e trova il proprio lavoro e progresso.


4.- Attenzione alla frustrazione. Non importa quanto ci provi, i doveri genereranno momenti di frustrazione per i bambini se vedono che non sono in grado di finire correttamente qualche esercizio. Il tuo ruolo qui è importante per insegnare a tuo figlio a far fronte a questo sentimento. Ad esempio, un buon metodo è fare una breve pausa per liberarsi, in modo che quando si ritorna all'esercizio si guardi "con gli altri occhi".

Angela R. Bonachera

Video: فيلم السادات الممنوع من العرض بسبب كثرة أخطائه - كامل و مترجم - Sadat 1983


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...