Le città più economiche per studenti universitari per condividere un appartamento

Se tuo figlio ha approvato la selettività e ottenuto inserire in un'università che è in una città diversa dalla casa di famiglia, probabilmente ti sembra familiare: devi cercare un piano da condividere. E quali prezzi! Le differenze nel prezzo della camera in appartamento condiviso per gli studenti Sono enormi tra città e altri. Vi diciamo quali sono i più economici.

La situazione di cercare un piano diverso dalla famiglia da condividere tra diversi studenti è tremendamente comune vicino a tutte le università spagnole, e ovviamente non solo nel primo anno: alcuni trovano un appartamento che gli piace e ci vivono durante tutti gli anni della carriera universitaria, ma altri sono alla ricerca di una nuova "casa" ogni estate ... e tornando a trattare con i loro prezzi.


Al momento di cercare un appartamento per l'anno universitario, gli studenti (ei loro genitori, poiché sono quelli che pagano i pagamenti mensili) si concentrano principalmente su due aspetti chiave: la sua posizione rispetto all'università e / o al centro della città, e il prezzo. Per aiutarti a trovare un buon appartamento considerando il suo prezzo, parliamo di una classifica sviluppata da Uniplaces.

Le città più economiche per affittare un appartamento

Uniplaces ha sviluppato una classificazione interessante con le città universitarie più costose e più economiche per condividere un appartamento. Sotto questo aspetto, questa azienda garantisce che affittare un appartamento con tre camere da letto in Spagna costa in media 746 euro al mese, anche se i pagamenti mensili variano: Granada, Córdoba e Murcia sono le città universitarie più economiche, mentre Madrid, Barcellona, ​​Palma di Maiorca e Siviglia hanno gli affitti più costosi.


Se tuo figlio studierà Granada, Sei fortunato, almeno per quanto riguarda l'affitto mensile: l'affitto di una stanza costa in media 194 euro al mese. Córdoba segue da vicino la città di Nasridi: affitta una stanza per circa 200 euro. Al terzo posto, Murcia, dove il pagamento mensile è di 212 euro al mese.

Queste sono le città con gli affitti più economici, ma non sono le uniche. Con i prezzi un po 'più costosi ma, anche così, sotto il tavolo, si trovano Cádiz e Valencia (233 euro al mese), Salamanca (244 euro / mese), Alicante (250 euro al mese), malaga (266 euro al mese) e Saragozza (270 euro al mese).

Condividi un appartamento, più costoso a Madrid e Barcellona

D'altra parte, Madrid e Barcellona sono due delle città universitarie dove ti costerà di più per pagare una stanza. Un affitto a Madrid costa circa 400 euro al mese mentre la condivisione di un appartamento a Barcellona costa circa 380 euro al mese.


Qualcosa di più basso, sebbene sia ancora uno dei più costosi in Spagna, è il prezzo per affittare una stanza Palma di Maiorca: 293 euro al mese, o Siviglia, dove vengono pagati in media 272 euro al mese.

Suggerimenti per l'affitto di un appartamento

Abbiamo parlato di quello che stai cercando quando affittiamo un appartamento: posizione e prezzo. Ma anche le condizioni personali: per esempio, se a qualcuno piace essere luminoso o questo è un aspetto indifferente, cambieranno le tue preferenze quando si tratta di trovare un appartamento adatto.

Ora, per molte preferenze personali, ci sono certe aspetti da tenere in considerazione quando si affitta l'appartamento È un bene che i nostri figli e che sappiamo tener conto ed evitare piccoli "scherzetti" approfittando dei nostri figli non conoscono i loro diritti.

1.- Spese di comunità. Non dovresti pagare le spese della comunità perché, secondo la Legge sul leasing urbano, la regola usuale è che siano pagati dal proprietario o dal proprietario, tranne nei casi in cui il contratto è stato espressamente concordato diversamente.

2.- Agenzia. Osserva attentamente se l'annuncio specifica che l'affitto viene effettuato tramite un'agenzia immobiliare, perché in tal caso devi prendere in considerazione che devi versare un mese in più di deposito in termini di commissioni che rimane l'agenzia.

3.- Foto. Non fidarti delle foto e visita sempre l'appartamento prima di firmare il contratto: la foto potrebbe non essere recente e il pavimento potrebbe essere cambiato (potrebbe essere più vecchio e danneggiato, ad esempio), o la foto potrebbe essere stata semplicemente fatta in modo che lo spazio sembra più ampio di quello che è.

4.- Inventario. Richiede accanto al contratto un inventario delle merci sul pavimento e controlla che tutto sia e funzioni correttamente, oltre al pavimento viene consegnato pulito.

5.- Rotture. Il padrone di casa è responsabile per le cose che si rompono, a meno che qualcosa non sia di uso quotidiano. Cioè, se una lampadina è bruciata o un piatto è rotto, è la persona che vive chi deve sostituirlo. Ma se il forno o la lavatrice si rompono per il proprio uso (e non perché l'inquilino lo ha rotto), il proprietario deve assumersi il costo.

Angela R. Bonachera

Video: 15 Things to do in Oxford Travel Guide | Day Trip from London, England


Articoli Interessanti

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

Nausea e vomito sono disagio molto frequente durante il gravidanza. Nonostante quanto sia difficile sopportare, una recente indagine mostra che possono essere utili per proteggere il bambino dalle...

Evoluzione del disegno per bambini

Evoluzione del disegno per bambini

Strisce, cerchi e zig zag sono i tratti che compongono gli scarabocchi dei bambini. Man mano che i bambini crescono, le opportunità di giocare, disegnare, imparare a parlare, camminare in modo...