Come spiegare la Settimana Santa ai bambini

Le celebrazioni liturgiche e le processioni che attraversano le strade in questi giorni sono un buon momento per parlare ai nostri figli di questioni importanti. Sia che siamo credenti o meno, sia che stiamo educando i nostri figli o no nella fede, la verità è questa Settimana Santa Sfida i piccoli che non sono ignari della realtà della celebrazione di questo tempo della liturgia, che è cruciale per il cristiano.

Sia perché vedono le processioni per le strade, perché attraverso la televisione hanno le immagini della Passione davanti a loro, è comune per i bambini porre domande sulla fede, la vita e la morte in questo momento. E dobbiamo sapere Come spiegare la Settimana Santa ai bambini e rispondi alle tue domande e curiosità.


Un'opportunità per i genitori non credenti

Per i genitori non credenti, la Settimana Santa sarà l'occasione per spiegare ai piccoli che ci sono persone che credono nell'esistenza di Dio. Promuoveremo in loro uno spirito tollerante e dialogante che faciliti il ​​loro inserimento nella società. Allo stesso tempo, non dobbiamo ignorare la cultura delle intricate radici cristiane in cui viviamo e spiegheremo alcuni passaggi del Nuovo Testamento che saranno essenziali per capire, domani, materie importanti come la Storia o l'Arte.

Un momento fondamentale per credere ai genitori

Riguardo ai genitori credenti, la Settimana Santa è un momento fondamentale per parlare ai nostri figli del significato profondo dei misteri della fede. Sono giorni in cui i bambini possono essere spiegati come i contemporanei di Gesù non capivano il loro messaggio ed è per questo che volevano ucciderlo. E da lì, abbiamo spiegato loro che il loro regno non era di questo mondo.


La ricca varietà di immagini spagnole ha rappresentazioni molto reali di alcune scene della Passione che portano i bambini a interrogarsi sul dolore. È fondamentale che, insieme al fatto della sofferenza che non dobbiamo evitare, spieghiamo l'importanza della redenzione e chiariamo che l'importante è che sia risorto. Per un bambino piccolo, con una mente molto aperta, è facile pensare che è possibile tornare alla vita dalla morte o che si può vivere eternamente in paradiso perché non partono da altri dati noti.

Quando ci viene chiesto del dolore, possiamo aiutarli a capire cosa significa l'amore di Dio. Cristo, sulla croce, riposa dalle sue ferite nello stesso modo in cui si abbracciano tra le braccia dei genitori quando sono caduti e si grattavano le ginocchia. Sarà anche il momento giusto per affrontare la questione della misericordia e del perdono poiché il significato ultimo della Risurrezione non è altro che invitarci tutti in paradiso.


Libri che possono servirci:
- In quaresima, Dio ci ama per la grande festa della Pasqua
- Via Crucis
- La messa dei bambini
- La mia prima Bibbia

María Solano

Video: La Settimana Santa spiegata ai Bambini || Oratorio "Paolo VI" - Quinzano d'Oglio || Pasqua 2014


Articoli Interessanti

Ricetta per smettere di fumare

Ricetta per smettere di fumare

Smetti di fumare! Sì, è facile da dire e difficile da raggiungere. Ci sono molte ragioni per smettere di fumare: dal costo economico alla salute di se stessi e degli altri, specialmente i figli di...

I giovani sono i più letti in Spagna

I giovani sono i più letti in Spagna

il lettura È una delle attività che ha i maggiori benefici per le persone. Dalla distrazione all'apprendimento di nuove conoscenze e allo sviluppo di capacità cognitive. Che siano su carta o sullo...