L'occupazione aumenta nelle donne con istruzione superiore

Ci sono sempre più donne che hanno un'istruzione superiore e un lavoro. Ciò è dimostrato dall'ultimo rapporto della società di risorse umane Randstand, che mostra come il tasso di occupazione delle donne con istruzione superiore in Spagna è aumentato del 7,1 per cento tra il 2010 e il 2014, nonostante la crisi economica che si è verificata in questi anni.

Il rapporto, preparato con i dati dell'INE per il quarto trimestre degli ultimi cinque anni, è stato reso pubblico in occasione della celebrazione di questa domenica, 8 marzo, Giornata internazionale delle donne lavoratrici. Un intero evento per celebrare i risultati raggiunti in molte aree dalle donne, anche nel campo della conciliazione.


Più studi, più opportunità

Proprio come è stato dimostrato che avere un'istruzione superiore è anche sinonimo di successo, in questo documento si nota come anche la tendenza al rialzo dell'occupazione sia stata considerata negli uomini, il che dimostra l'importanza degli studi universitari ottenere un lavoro

Ora, il aumento del tasso di occupabilità nelle donne è più pronunciato, che è anche una buona notizia per le donne: nel 2010 la differenza tra i sessi era dell'1,6 per cento; mentre nel 2013 si attestava al 2,6 percento; e nel 2014, del 3,3%, raggiungendo la differenza più alta nei cinque anni analizzati.


In questo modo, viene dimostrata l'importanza del livello degli studi, che diventa una variabile meridiana guardando ai dati sull'occupazione in Spagna: nel 2014, il 47,2% delle donne con un lavoro aveva studiato un diploma universitario, percentuale in più rispetto all'anno precedente (che era del 46 percento).

Dopo le donne con studi universitari, la relazione indica che il prossimo gruppo con più occupazione è quello delle donne con istruzione secondaria e, infine, coloro che hanno solo ESO e orientamento professionale. Ciò significa che ci sono molte più donne con un'istruzione superiore rispetto a quelle che non hanno una formazione accademica, che ci motiva a continuare a formare e, quindi, l'accesso a posti di lavoro migliori.

Infatti, nell'analisi di questa azienda si osserva come le donne senza studi o con solo la formazione primaria abbiano "una presenza minima nel tasso di occupazione". Nello specifico, solo l'1,4% delle donne impiegate totali.


Occupazione di donne da parte di comunità autonome

I dati mostrano che, negli ultimi cinque anni, l'occupazione femminile in Spagna è aumentata in 12 delle 17 comunità autonome che compongono il nostro paese. Quelli in cui l'aumento è stato maggiore sono stati Navarra (con 15,7%), La Rioja (con il 12,4 percento) e Andalusia (con il 10,1 percento).

Tuttavia, questo non li rende i posti in Spagna con il più alto tasso di occupazione femminile. In questa occasione, le comunità autonome che hanno più donne che lavorano sono Madrid, (760.000), Catalogna (704.000) e Andalusia (498.000); seguito da Valencia (346.000), Euskadi (237.000) e Galizia (213.000). D'altra parte, le regioni con meno lavoratori con titoli universitari sono La Rioja (29.100), Cantabria (51.000) ed Estremadura (62.000).

In sostanza, l'istruzione superiore sembra facilitare il successo nel mercato del lavoro, nonostante la crisi. Buone notizie per le donne in generale e per le nostre figlie che a volte possono essere scoraggiate da uno scenario complicato in cui molti giovani stanno migrando per trovare lavoro. Una boccata d'aria fresca che dovrebbe continuare a migliorare nei prossimi mesi.

Angela R. Bonachera

Potresti anche essere interessato:

- Le donne conducono meglio degli uomini

- Il cervello fa la differenza tra i sessi

- Dieci strategie per rendere felice una donna

Video: Vaccini, nanoparticelle, ambiente e salute: morire di polveri - Stefano Montanari


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...