Dislalia infantile, difficoltà nel pronunciare

La dislalia dei bambini è un disturbo del linguaggio a livello fonologico che causa difficoltà nel pronunciare un certo fonema. Può anche accadere che il fonema isolato possa essere pronunciato dal bambino, ma che la sua combinazione con altri fonemi presenti complicazioni, e in questo caso non dovrebbe essere discusso. dislalia infanzia ma di immaturità articolatoria.

Formazione e apprendimento fonologico

Inizia subito dopo la nascita del bambino. Nel suo primo stadio, il bambino fa suoni e chiacchiere non solo per deliziare, ma anche per iniziare il riconoscimento della propria voce, e quindi del proprio "io". Questo serve anche a esplorare la varietà di suoni che puoi ottenere attraverso i diversi gesti facciali e buccali che adotta.


Lo sviluppo naturale del bambino lo porta ad acquisire, tra sei e nove mesi, l'intonazione e il ritmo della lingua del suo ambiente, così che a questo punto il balbettio di un bambino francese non "suona" come un bambino Spagnolo. Da nove mesi in poi, il bambino inizierà un vero apprendimento fonologico che porterà alla "prima parola" o di solito "proto-parola" intorno all'età di un anno e, in generale, la maggior parte del sistema fonetico sarà dominato attorno al cinque anni e deve essere stato acquisito completamente da sette anni.

Come rilevare i problemi nel discorso dei bambini

Nonostante il fatto che questo apprendimento linguistico sia proprio e naturale in questi primi anni di vita, è anche un fenomeno molto complesso che coinvolge molti fattori che ne determinano il successo finale. È necessario sottolineare che fin dal primo momento il bambino deve adattare la sua fonetica individuale alla fonetica della lingua in cui è immerso e per questo ha bisogno di:


1. Possedere una buona capacità di attenzione.
2. Sviluppa la capacità di discriminare i suoni uditivi.
3. Avere una buona coordinazione motoria-orale e respiratoria.
4. Prendi la giusta motivazione per parlare bene.

È molto importante che il bambino, a poco a poco, acquisisca queste quattro abilità di base, poiché le dislalie più comuni appaiono molte volte a causa della mancanza di una di esse. Nel caso di dislalia audiologica: è la perdita dell'udito o dell'udito che fa sì che il bambino non senta bene i fonemi, e nel caso del più comune, il dislalia funzionale, la somma del deficit di discriminazione uditiva con la mancanza di una buona psicomotricità dà luogo agli errori fonetici caratteristici.

Come rilevare i disturbi del linguaggio nei bambini

Per scoprire se un bambino può iniziare ad avere problemi con la lingua, inclusa la dislalia infantile, è consigliabile:


1. Rileva se reagisci al suono.
2. Se si tenta di trovare la fonte di un'emissione sonora.
3. Se causa emissioni sonore come il balbettio o imita i gesti del volto degli adulti come il sorriso, poiché ciò dimostra che risponde all'atto della comunicazione.

Nel caso di bambini nell'infanzia, è consigliabile eseguire esami uditivi per rilevare una possibile perdita dell'udito che impedisce la pronuncia corretta.

Marisol Nuevo Espín

Video: ARTICOLAZIONE: La S tra i denti: come aiutare il vostro bambino a pronunciare il suono ESSE


Articoli Interessanti

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

Nausea e vomito sono disagio molto frequente durante il gravidanza. Nonostante quanto sia difficile sopportare, una recente indagine mostra che possono essere utili per proteggere il bambino dalle...

Evoluzione del disegno per bambini

Evoluzione del disegno per bambini

Strisce, cerchi e zig zag sono i tratti che compongono gli scarabocchi dei bambini. Man mano che i bambini crescono, le opportunità di giocare, disegnare, imparare a parlare, camminare in modo...