Difficoltà nello sviluppo della lingua dei bambini

Se sospettiamo che il bambino abbia difficoltà nello sviluppo della lingua dei bambini, la prima cosa che dovremmo fare è portarlo dal pediatra per escludere qualsiasi malattia organica che possa influire sulla sua lingua. È dimostrato che i bambini che ascoltano meno dei loro coetanei possono avere difficoltà nella loro lingua, sia nella loro espressione che nelle loro risposte.

Quando c'è una malformazione negli organi del bucco, i bambini possono anche avere qualche difficoltà nello sviluppo del linguaggio. In questi casi, il pediatra dovrebbe indicare se vi sono alterazioni come malocclusione dentale, palato ogivale o frenulo sublinguale, ecc.

Cause di difficoltà nello sviluppo del linguaggio

1. Biologico. Ereditario, congenito, perinatale o postnatale.
2. Funzionale Malfunzionamento degli organi che intervengono nella trasmissione della lingua
3. Endocrino. Influenzano lo sviluppo psicomotorio e talvolta lo sviluppo affettivo, il linguaggio e la personalità.
4. Ambientale. Fanno riferimento alla famiglia e all'ambiente sociale in cui si muove il bambino.
5. Psicosomatica. Influenzano il pensiero creando un disturbo nella compressione e nell'espressione.


Il normale sviluppo del linguaggio fino a 3 anni

Per capire se il nostro bambino ha difficoltà nello sviluppo del linguaggio, i parametri sono stati stabiliti per fasi di ciò che è considerato abituale nel normale sviluppo del linguaggio fino a tre anni:

1. Fino a 3 mesi, il bambino è spesso silenzioso quando parla o sorride e può anche emettere suoni di piacere, come gorgoglii o tubature.
2. Da 4 a 6 mesi, può rispondere ai cambiamenti del tono della voce e prestare attenzione ai suoni, spostando gli occhi verso la fonte dello stimolo. Intorno a questa età, il balbettare è più simile alla parola e contiene suoni più diversi rispetto alla fase precedente. Non basta più gorgogliare o tubare per esprimere il loro piacere ma anche per interagire con l'adulto.
3. Tra 7 mesi e 1 anno, il bambino gode di giochi che contengono rime e gesti, già riesce a rivolgersi alla fonte dei suoni, prestare attenzione quando si parla e riconoscere nomi di oggetti come "tazza", "scarpa", ecc. Inizia a rispondere a domande e comandi. L'uso del linguaggio comincia ad avere un valore funzionale, attirando l'attenzione dell'adulto con ciò, diminuisce l'uso del pianto per mantenere l'attenzione dell'adulto. Imita anche i suoni del discorso e usa una o due parole, anche se non molto chiaro. È in grado di esprimere gruppi di suoni brevi e lunghi (ad esempio: papapa, baby).
4. Con 1-2 anni, Il bambino capisce parole semplici e identifica alcune immagini indicandole quando vengono nominate dall'adulto. Ha più vocabolario e parla a volte usando due parole insieme. Puoi anche usare le domande.
5. Il bambino con 2-3 anni obbedisci a istruzioni più complesse che si riferiscono a un oggetto o a una persona "dai il libro a Paloma", ecc. e inizia a capire le differenze tra i significati (ad esempio, su e giù).


È conveniente rivolgersi a un logopedista per eseguire una valutazione e un trattamento per il ritardo nello sviluppo del linguaggio quando il bambino non soddisfa i requisiti necessari per il normale sviluppo della lingua in relazione alla loro età.

Sofia della fonte Peñin. Logopedista
María Luisa Juárez Méndez. Psicóloga.

Video: COSI' LEGGE UN ALUNNO DISLESSICO


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...