Come combattere lo stress nelle famiglie intergenerazionali

Ogni famiglia è diversa. Alcuni sono fatti di genitori e dei loro figli, in altri casi sono più parenti che vivono in quella casa. Un esempio sono i nuclei in cui nonni e nipoti vivono insieme ai genitori di quest'ultimo. Mentre ce ne sono molti vantaggio di questa tipologia, non si possono ignorare alcuni problemi derivati ​​dalla convivenza.

La presenza di così tante persone in uno spazio così piccolo può portare allo stress. Una sensazione che può essere vista accresciuta dalle differenze tra generazioni che vive in questa famiglia. Sapere come operare in questi contesti aiuterà a sfruttare appieno questi tipi di case e sfruttare i vantaggi offerti.


Riduzione di stereotipi

Come indicato dal lavoro dell'Università di Valencia, l'invecchiamento attivo e la solidarietà intergenerazionale: chiavi dell'invecchiamento attivo, il primo passo è ridurre gli stereotipi tra le diverse generazioni che vivono insieme. Occasionalmente, lo stress deriva da conflitti derivanti da incomprensioni. Da un lato, gli anziani sentono che le cose sono cambiate e non si adattano a questo ambiente in cui vivono ora.

D'altra parte, le nuove generazioni sono molto più attive e considerano gli anziani un peso che non può reggere il confronto con loro. Tuttavia, entrambi i concetti sono false valutazioni che agiscono come a luoghi comuni e impediscono a tutti i membri della famiglia di conoscersi e quindi di conoscersi per trarre vantaggio da tutti i vantaggi che possono essere offerti.


La soluzione? Un invecchiamento "in positivo"Vale a dire, per affrontare questa nuova fase con una buona attitudine da parte dei nonni che fanno parte di queste famiglie intergenerazionali, così come per il resto dei membri, un primo passo per questo scopo è coinvolgere tutti in attività congiunte in dove possono offrire il meglio di loro e in questo modo vedersi come una squadra.

L'obiettivo di questi attività è cercare un beneficio comune e non l'individuo. Da un lato, gli anziani si sentiranno integrati in questa famiglia e vedranno che la loro concezione di non essere più utili è falsa. D'altra parte, i nipoti vedranno tutto ciò che i loro nonni possono offrire loro e lo stereotipo che non sono più utili è una visione sbagliata.

Rafforza le relazioni

Come può rafforzare relazioni intergenerazionali? Ci sono diverse idee che vengono proposte per questo scopo:


- Progetti comuni. Pensare a un progetto a lungo termine è una grande idea. Un esempio è il mantenimento di una pianta da cui si possono estrarre alcuni frutti. Ci sono anche palestre in cui possono essere integrati tutti i membri di una famiglia intergenerazionale.

- Scambi di conoscenza. Molte sono le esperienze che i nonni hanno e che possono servire come lezione per i più piccoli. D'altra parte, i nipoti, i nativi digitali, possono aiutare gli adulti a conoscere in prima persona le nuove tecnologie del XXI secolo.

- Supporto emotivo. I tempi cattivi sono meno tristi se si passa accanto ai propri cari. Entrambi i più giovani possono fungere da rinforzo positivo, diffondendo le loro energie ai nonni, poiché questi ultimi li incoraggiano a non arrendersi ea mostrare il loro orgoglio di fronte a obiettivi conquistati.

Damián Montero

Video: Depressione Maggiore: Segni da Cogliere, Farmaci e Psicoterapia - Cosa è la distimia


Articoli Interessanti

L'inserimento lavorativo: l'ascesa sociale dei giovani

L'inserimento lavorativo: l'ascesa sociale dei giovani

La crisi economica iniziata nel 2007-2008 e che attualmente si sta ritirando ha avuto un impatto piuttosto negativo sulla popolazione giovane, anche se prima di iniziare questa crisi, i giovani erano...

Pregorexia: la paura di ingrassare in gravidanza

Pregorexia: la paura di ingrassare in gravidanza

Restare magri durante la gravidanza è un'ossessione che colpisce sempre più donne, sebbene vada direttamente contro le leggi della natura. L'aumento di peso in gravidanza è necessario per la buona...