6 nuovi canali di comunicazione tra scuole e famiglie

Dopo le vacanze estive, è tempo di tornare a scuola e le scuole riprendono a comunicare con i genitori dei loro studenti. Oggigiorno, con le nuove tecnologie, ci sono molti modi per connettere genitori, insegnanti e studenti, ma è necessario sfruttare al massimo ciascuna di esse per non generare elementi di disturbo.

La comunicazione tra genitori, studenti e scuola è un asse fondamentale di ogni grande scuola. Ma questa può essere una sfida perché l'istituzione educativa deve combinare strumenti, formazione, tempo, personale e supporto tecnico. Pertanto, è necessario conoscere l'utilità di ogni strumento tecnologico per sapere come sfruttarlo al meglio.


il pianificazione delle comunicazioni tra genitori e scuola È fondamentale per evitare conflitti e disinformazione. Per utilizzare tutti i canali e le tecnologie disponibili in questo ritorno a scuola, spieghiamo sei aree chiave in cui un centro educativo dovrebbe concentrarsi per migliorare la partecipazione di studenti e genitori.

6 canali di comunicazione tra scuole, genitori e studenti

1. Sito Web. La funzione di un sito Web è quella di raccogliere tutte le informazioni generali relative alla scuola. Poiché sempre più utenti navigano sul Web tramite i telefoni cellulari, è importante che il sito Web sia compatibile con i dispositivi mobili. Inoltre, dovrebbe essere il punto di riferimento per i social network e altri canali come video o blog. Alcune delle chiavi che dovrebbero essere presenti in questo canale di comunicazione sono le caratteristiche del centro, il suo consiglio di amministrazione e l'accesso o le attività.


2. I social network. Questi sono diventati la vetrina, l'immagine pubblica del centro. Sono un mezzo per insegnare e connettersi. Tuttavia, si tratta di un supporto sensibile, quindi è necessario scegliere con cura quali social network saranno utilizzati, quale è il momento appropriato per utilizzarli e, soprattutto, per proteggere le informazioni private dei nostri utenti e studenti.

3. Messaggistica istantanea Questo supporto deve essere utilizzato per notizie e avvisi che richiedono immediatezza, quali chiusure, cambi di orario e promemoria. Ciò costituisce una forma diretta di comunicazione e, per garantirne l'efficacia, è necessario evitare di trasmettere attraverso di essa poche informazioni pertinenti o messaggi falsi.

4. App. Le applicazioni stanno diventando un metodo molto popolare, perché facilita le attività quotidiane come l'accesso al calendario, il programma o il menu delle istituzioni educative. Inoltre, è uno strumento in grado di integrare le funzioni di telefono, e-mail e messaggistica istantanea.


5. E-mail Non è uno strumento nuovo, ma è ancora fondamentale per le scuole. La maggior parte dei genitori dispone di account e-mail e preferisce ricevere informazioni attraverso questo mezzo, in quanto è una forma di comunicazione personale e può contenere messaggi estesi se necessario. Tuttavia, potresti avere problemi come non avere la certezza che le e-mail siano state ricevute o che abbiano raggiunto la cartella spam.

6. Blog. Un blog come blog può essere uno dei modi migliori per coinvolgere i genitori a scuola. La scuola può usarli per articolare, supportare e chiarire le informazioni, nonché per raccontare storie. È un modo per generare un dialogo e il suo contenuto non deve essere sempre serio, dal momento che è possibile condividere idee, fotografie e aneddoti.

Isabel López Vásquez
Consiglio: TokApp

Video: Dall'Europa nuovi impulsi alla ricerca sull'autismo - science


Articoli Interessanti

Postpartum come tempo per la crescita personale

Postpartum come tempo per la crescita personale

La maternità cambia la vita delle donne. Non solo perché un altro membro torna a casa e le spese crescono, anche l'interno delle madri è alterato e in effetti questo stadio può essere tradotto in un...

Come spiegare la Settimana Santa ai bambini

Come spiegare la Settimana Santa ai bambini

Le celebrazioni liturgiche e le processioni che attraversano le strade in questi giorni sono un buon momento per parlare ai nostri figli di questioni importanti. Sia che siamo credenti o meno, sia...