Miti dell'adolescenza senza prove scientifiche

il adolescenza È un momento della vita approssimativamente nella seconda decade dell'essere umano. È il palcoscenico che passa tra l'infanzia e l'età adulta e ha la stessa importanza di loro, presentando le proprie caratteristiche e necessità.

È il momento più sano della vita dal punto di vista fisico, ma l'adolescente è esposto a molti rischi e a diversi problemi di salute. I cambiamenti fisici nella pubertà sono: accelerazione e decelerazione della crescita, cambiamenti nella composizione corporea con lo sviluppo di organi e sistemi, acquisizione della massa ossea e maturazione sessuale.

"In Spagna, la popolazione adolescente tra 10 e 21 anni, secondo l'Istituto Nazionale di Statistica, a gennaio 2016, è di 5.400.408 (11,6% della popolazione totale). È un segmento di popolazione con a basso tasso di mortalità, 0,3%. Le cause più comuni sono incidenti e atti violenti e, in misura minore, altre malattie ", afferma Inés Hidalgo, direttore della rivista Pediatría Integral, della Società spagnola di cure ambulatoriali pediatriche (SEPEAP).


"Ce ne sono molti Miti sull'adolescenza, si dice che sia un periodo di estrema instabilità e turbolenza emotiva, di rottura totale con la cosa precedente, di pensiero irrazionale e persino uno stadio di "psicosi normale" e disarmonia generazionale. Tieni presente che la maggior parte degli adolescenti supera questa fase senza problemi ", afferma il dott. Hidalgo.

Miti dell'adolescenza che non sopravvivono alle prove scientifiche

1. "Lo sviluppo dell'adolescente normale è turbolento". Non c'è studio che conferma questa convinzione. È chiaramente dimostrato che l'80% degli adolescenti non attraversa un periodo tumultuoso, va d'accordo con i genitori e la famiglia, ama studiare e lavorare e si interessa ai valori sociali e culturali del proprio ambiente.


2. "L'adolescenza è un periodo di grande emozione incontrollata". Gli studi non hanno mostrato alcuna differenza con l'emotività dei bambini. Se viene rilevato che, più vecchio è l'adolescente, più il suo stato d'animo è negativo, che può essere dovuto alla crescente responsabilità scolastica e lavorativa.

3. "Il pensiero degli adolescenti è irrazionale e infantile". Dalle opere di Piaget, sappiamo che nell'adolescenza si passa dal pensiero concreto al pensiero astratto con una proiezione futura, caratteristica della maturità. Oltre 12 anni, lo sviluppo cognitivo con capacità di pensare in astratto è raggiunto, e al 15-16 lo sviluppo morale, sapendo cosa è giusto e cosa è sbagliato.

L'inizio della pubertà negli adolescenti

L'inizio dell'adolescenza è anche un momento che varia a seconda dello sviluppo personale dell'individuo. Nella pubertà delle ragazze è determinata dalla comparsa del pulsante del seno, che può iniziare tra 8-13 anni, insieme ad un aumento del tasso di crescita e si verifica in età ossea di 11 anni. Prima dell'età di 8 anni, parliamo di pubertà precoce e dopo 13 di pubertà ritardata.


Nei ragazzi, la pubertà può accadere due anni più tardi rispetto alle ragazze, e quindi, le ragazze possono apparire più mature fisicamente rispetto ai loro coetanei. Il primo segno di sviluppo puberale in essi è l'aumento del volume dei testicoli, così come l'arrossamento e la ruvidità del sacco scrotale che può iniziare tra 9-14 anni e si verifica a un'età ossea di 13 anni. Prima dei 9 anni, parliamo di pubertà precoce e dopo 14 anni di pubertà tardiva.

La crescita che si verifica in questo periodo presuppone dal 20 al 25% della dimensione definitiva degli adulti. In entrambi i sessi, durante il secondo anno di stiramento è quando l'aumento è maggiore, da 5,8 a 13,1 cm nei ragazzi e da 5,4 a 11,2 cm nelle ragazze.

Le tre fasi dell'adolescenza

Nell'adolescenza possiamo distinguere tre fasi che si sovrappongono l'un l'altra:

1. L'adolescenza iniziale. Copre approssimativamente da 10 a 13 anni, ed è principalmente caratterizzato da cambiamenti puberali.

2. Adolescenza media. Comprende da 14 a 17 anni ed è caratterizzato, soprattutto, da conflitti familiari, a causa della rilevanza acquisita dal gruppo; è in questo momento, quando i comportamenti a rischio possono molto probabilmente iniziare.

3. Tarda adolescenza. Copre da 18 a 21 anni ed è caratterizzato dalla racco- mandazione dei valori genitoriali e dall'assunzione di compiti e responsabilità di maturità.

César Jiménez Callaba
consiglio: Inés Hidalgo, direttore della rivista Pediatría Integral, della Società Spagnola di Extraholt of Primary Care Pediatrics (SEPEAP)

Video: 10 Falsità Sulla Nostra Salute Che Pensavamo Vere


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...