Aumentare l'uso di app spia tra i più giovani

La violenza di genere è un problema che spesso vediamo nel società attuale. Un problema che non si manifesta solo attraverso attacchi fisici, ma anche attraverso la sfiducia, la mancanza di rispetto, il disprezzo e altre forme che costituiscono un'aggressione psicologica.

Una delle risposte a questo problema sta nell'educazione delle generazioni future. Tuttavia, sembra che i giovani non capiscano la violenza che non è fisica, basata sulla sfiducia e il disprezzo. Quindi lo avvertono dal Osservatorio contro la violenza domestica e di genere, organismo che avverte del crescente uso di applicazioni spia negli adolescenti per sapere cosa usano i loro partner per i loro smartphone.


Condividi le password: prova d'amore

Questa organizzazione avverte del problema che ha portato l'arrivo degli smartphone nelle vite degli adolescenti. Il componente di vita privata che suppone che l'esistenza di password per accedere a questi dispositivi sia fonte di gelosia poiché in molte occasioni il fatto di non conoscere questi dati fa sì che gli adolescenti pensino che le loro coppie nascondano qualcosa.

In questo modo, il fatto di condividere password con coppie tra i più giovani è visto come un prova d'amore e fidarsi dell'altra persona quando in realtà quello che stai facendo è rinunciare a una parte della privacy. Altri di questi "spettacoli di affetto" sono visti attraverso gli adolescenti che chiedono di guardare i loro messaggi e chiamare la storia.


App spia: maggiore utilizzo tra i giovani

Tuttavia, questa mancanza di fiducia prodotta dagli smartphone ha fatto un passo in più secondo questo organismo. Ora molti adolescenti installano applicazioni spia nei telefoni dei loro partner che inviano loro informazioni in tempo reale sull'uso che fanno dei loro dispositivi mobili. Ciò significa che in molte occasioni i giovani incontrano recriminazioni senza sapere molto bene da dove provengono.

Un chiaro caso di violazione della privacy dall'Osservatorio contro la violenza domestica e il genere assicurano cresce ogni giorno più dopo aver visto l'aumento di questi casi nei tribunali. Situazioni in cui un adolescente accusa il suo ex-partner di aver utilizzato questa applicazione per accedere a informazioni riservate senza il loro consenso. La cosa peggiore è che questi strumenti non lasciano traccia che dice alla vittima di portarla sul proprio smartphone.


Le aggressioni digitali

Questo organismo che, sebbene tutti gli adolescenti rifiutino la violenza fisica, questa nuova modalità di aggressioni digitali non è concepito come tale. Pertanto, è necessario svolgere attività educative legate all'uso di nuove tecnologie per evitare l'espansione di questi casi.

La prima cosa è spiegare agli adolescenti che il telefono cellulare dovrebbe essere usato come strumento di comunicazione o consultazione web sfruttando i vantaggi della sua connessione Internet. Mai come metodo per spiare la privacy del tuo partner, un atto che d'altro canto suppone la violazione di uno dei diritti fondamentali di ogni persona.

Fare in modo che i bambini facciano un uso responsabile dei loro smartphone è una delle missioni che i genitori devono assumere quando facilitare Uno di questi dispositivi per i tuoi bambini.

Damián Montero

Video: Ugo Mattei: perché non ti fanno più togliere la batteria dallo smartphone (e molto altro)


Articoli Interessanti

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Indipendentemente da quanto impeto tu abbia dato all'istruzione di un bambino, ci sono episodi in cui non puoi controllare le tue azioni. Che sia per la vicinanza dei suoi amici o perché si sia...