Mio figlio è celiaco, cosa faccio?

il celiachia o celiachia è un'intolleranza digestiva permanente a determinati cereali che contengono glutine. È una malattia "autoimmune", cioè l'organismo "attacca se stesso" perché genera un'infiammazione nell'intestino che può colpire altri organi. Se a casa hanno appena diagnosticato qualcuno con malattia celiaca, è probabile che sorgano molti dubbi.

Le cause della celiachia

no, la celiachia non è ereditaria, Ma c'è una "predisposizione genetica a soffrire", come si dice dall'Associazione spagnola di pediatria, il che spiega perché questo è il motivo per cui la celiachia è più frequente nelle famiglie dove c'è già qualche caso.


Oltre al fattori geneticice ne sono altri che sono legati alla comparsa della celiachia: il momento in cui si inizia a mangiare glutine (troppo presto o troppo tardi), l'allattamento al seno (che protegge da questa malattia) o si soffre di alcune infezioni intestinali.

Gli effetti della celiachia

Diarrea prolungata, pancia gonfia, perdita di appetito e peso, umore triste e irritabile e malnutrizione sono le più classici sintomi tra i bambini piccoli, come spiegato da questi pediatri, che aggiungono che man mano che la persona invecchia, le manifestazioni sono più lievi: mancanza di ferro, perdita di appetito, bassa statura, dolore addominale, piaghe in bocca e dolori articolari. Di solito compare anche sulla dermatite erpetica della pelle.


La diagnosi per sapere se è celiaca

Nella maggior parte dei casi, devi solo fare un esame del sangue misurare nel siero i propri anticorpi della celiachia per diagnosticarlo. Tuttavia, in alcuni casi è necessario eseguire una biopsia intestinale per confermare la diagnosi. Quest'ultima prova consiste nell'ottenere un piccolo campione della superficie dell'intestino che viene studiato al microscopio.

Secondo i pediatri, quando viene diagnosticato un caso di celiachia, è bene studiare il resto della famiglia: fratelli, genitori e figli, perché potrebbe esserci qualcun altro con questa malattia.

Il trattamento

Il trattamento contro la malattia celiaca è per la vita e consiste nel mantenere la dieta priva di glutine per sempre. Questo perché, sebbene la malattia non sia curata, la dieta fa sparire i sintomi e riduce il rischio di altri problemi come il diabete, la tiroidite e persino alcuni tipi di cancro.


I celiaci non dovrebbero mangiare grano, orzo, segale o avena, ma possono prendere altri cereali come mais o riso. Inoltre non hanno problemi a prendere latte, carne e pesce non impanati, uova, frutta, verdura, legumi, patate, olio e zucchero.

È molto comune avere dubbi sugli alimenti trasformati o industriali, poiché il glutine viene spesso utilizzato come additivo. Pertanto, è importante prendere gli alimenti che sono certificati come "senza glutine" e controlla sempre i contenitori per conoscere gli ingredienti. Allo stesso modo, è bene seguire alcuni consigli quando si va in un ristorante, come chiedere sempre gli ingredienti e il processo di elaborazione.

Dall'associazione spagnola di pediatria avvertono che la contaminazione con piccole quantità di glutine "può essere sufficiente per riattivare la malattia", quindi sollecitano stai molto attento quando cucini: devi usare contenitori e spazi separati per i piatti consumati dai celiaci.

Posso impedire a mio figlio di essere celiaco?

Come è stato avanzato, il tempo di introdurre il glutine Per la prima volta, può essere un fattore determinante nell'aspetto della celiachia. Pertanto, i pediatri raccomandano di non farlo prima di quattro mesi, ma non dopo le sette. Inoltre, consigliano di non dare un sacco di quantità, ma di presentarle a poco a poco.

D'altra parte, ricordalo L'allattamento al seno ha un effetto protettivo che è maggiore "più è lungo", dicono i pediatri. "Idealmente, il bambino dovrebbe essere allattato al seno mentre introduce il glutine nella dieta, in modo che i bambini allattati al seno possano iniziare a ricevere glutine in piccole quantità dall'inizio dell'alimentazione complementare, intorno ai sei mesi di età "concludono.

Angela R. Bonachera

Video: Ritardo cognitivo lieve nei bambini - Come riconoscerlo precocemente e aiutare il bambino


Articoli Interessanti

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

La nausea può essere davvero buona in gravidanza?

Nausea e vomito sono disagio molto frequente durante il gravidanza. Nonostante quanto sia difficile sopportare, una recente indagine mostra che possono essere utili per proteggere il bambino dalle...

Evoluzione del disegno per bambini

Evoluzione del disegno per bambini

Strisce, cerchi e zig zag sono i tratti che compongono gli scarabocchi dei bambini. Man mano che i bambini crescono, le opportunità di giocare, disegnare, imparare a parlare, camminare in modo...