Trucchi per aiutare i tuoi figli ad aiutare gli altri

Allo stesso modo in cui le abitudini acquisite dai nostri figli per prendersi cura della loro igiene, il loro zaino o le loro funzioni sono raggiunti con la ripetizione e il rinforzo positivo, possiamo instillare in loro l'abitudine di aiutare gli altri, a coloro che hanno più vicino: la loro famiglia e i loro amici.

Fin da giovanissimi abbiamo lavorato con loro nozioni come l'ordine, gli abbiamo insegnato a prendersi cura della loro igiene personale, li abbiamo guidati a preparare i loro vestiti ogni giorno, li abbiamo incoraggiati a prendersi cura dello zaino della scuola e finire i compiti a tempo e forma.

Nelle faccende domestiche, sono già in grado di fare il letto e occuparsi di portare i loro vestiti sporchi al loro posto. Abbiamo persino lavorato con alcuni pacchi distribuiti tra i membri della famiglia, come mettere e togliere il tavolo, prendersi cura di servire l'acqua o dare da mangiare a un animale.


Vedere la responsabilità dei nostri figli sia con le loro cose che con compiti collettivi ci rende orgogliosi. Ma abbiamo ancora bisogno di una sfida che sia la più difficile: il passo per aiutare, cioè, diPensa agli altri senza che tu possa ricevere un beneficio immediato.

Aiuta gli altri, un'idea da mettere in pratica

Si tratta di aiutare i nostri figli ad aiutare in situazioni per le quali non sono responsabili. Ma come spieghiamo a un bambino che, dopo aver completato con successo i suoi compiti, sarebbe stato molto bello se avesse passato del tempo ad aiutare il suo fratellino invece di giocare? Come facciamo a ottenere che, oltre a raccogliere i suoi vestiti sporchi, prendi quello di sua sorella che è proprio della porta accanto? Come facciamo a convincerli a lasciare non solo il letto ma, per esempio, a preparare la mattina dei genitori mentre preparano la colazione?


I bambini interiorizzano abbastanza rapidamente il concetto di responsabilità rispetto a ciò che è loro. Fin da giovanissimi, con il grande aiuto della scuola, sono instillati con l'idea che devono prendersi cura del materiale scolastico che viene loro dato e sono responsabili di non dimenticare i loro vestiti o di lasciare un giocattolo nel parco giochi. Sanno che i doveri che sono stati mandati a casa sono loro e che non dovrebbero chiedere aiuto ai genitori, perché gli insegnanti hanno detto loro ripetutamente. Cercheranno di ottenere aiuto, ma se non lo diamo a loro, impareranno ad assumersi la responsabilità.

Sono in grado di risolvere i propri dubbi, di annotare gli esercizi che sono stati assegnati o la data degli esami. Possono preparare attrezzature sportive senza problemi e non hanno bisogno di aiuto per vestirsi da molto tempo. Ma considerano ancora che le attribuzioni di ciascuno sono compartimenti strettamente sigillati. Quindi quegli spazi tra le responsabilità non sono il dominio di nessuno.


Idee per loro di scoprire che aiutare gli altri è meraviglioso

Certamente "non sono il tuo problema", per usare il termine che i nostri figli usano abitualmente. Se qualcosa non è "colpa tua" o non rientra nell'ambito della tua responsabilità, non è necessario. Ecco perché la nostra sfida è trovare soluzioni che facciano andare a modificare questa idea preconcetta e scoprire che aiutare gli altri non solo è prezioso, ma li farà sentire particolarmente felici.

Idea 1. L'elenco delle attività
Ci sono compiti personali e non trasferibili: non stiamo andando a lavare i denti di qualcun altro e non è logico che prepariamo i libri del giorno successivo perché è molto probabile che lo faremo male. Ma ci sono molte attività nella vita quotidiana della casa che possono essere condivise e distribuite.

Possiamo elaborare con i nostri figli una lista delle solite cose da fare in casa: raccogliere gli indumenti sporchi, mettere la lavatrice, stendere, stirare, distribuire i vestiti puliti, cucinare, fare l'acquisto, svuotare i cassonetti, pulire .. Una volta creata l'immagine, magari su una grande lavagna, assegneremo i ruoli in base all'età e alle circostanze di ogni membro della famiglia.

Se abbiamo diversi bambini, è una buona idea fare turni di rotazione per evitare che inizino a confrontare le attribuzioni con gli altri. L'elenco di compiti ci consente di porre fine a questa prospettiva che non ci prendiamo cura degli altri. Se un bambino deve fare il giro della casa per prendere vestiti sporchi, prenderà tutti. Dato che tutti faranno questo compito, apprezzeranno lo sforzo fatto da colui che corrisponde a loro ogni giorno e faciliteranno il loro lavoro.

Idea 2. Collabora con il nostro "punto di forza"
Non tutti i bambini sono uguali e non tutti puntano agli stessi talenti. Se li aiutiamo ad aiutare altri membri della famiglia in quelle competenze che sono più sviluppate, impareranno una bella lezione di generosità incoraggiando al contempo la loro autostima.

Ci sono molti campi per collaborare tra fratelli o amici. Forse il più ovvio sono i compiti a casa, ma ci sono altre aree in cui questo apprendimento può essere molto fruttuoso: artigianato, giochi da tavolo, videogiochi, la pratica di alcuni sport ...Per renderli ancora più orgogliosi della loro collaborazione, i genitori possono farci insegnare in qualche aspetto. Ad esempio, è facile per noi superare la conoscenza digitale. Possiamo chiedere loro di aiutarci a trovare un'applicazione, localizzare un video di YouTube o mostrarci come registrare un piccolo video.

Idea 3. Il "giorno degli altri"
Questa iniziativa tende ad eccitare molto i bambini e, una volta acquisita l'abitudine, non sarà così difficile mantenerla durante l'adolescenza. Come se fosse un sorteggio cieco, alcuni piccoli pezzi di carta con i nomi di ciascuno dei membri sono sorteggiati come una famiglia e una data è impostata per celebrare il "giorno degli altri". In quel giorno, ognuno deve fare qualcosa di speciale per la persona che lo ha toccato.

È un dettaglio che non richiede denaro, cioè non può essere un regalo che costa, anche se forse uno che non costa, come staccare da un giocattolo, un libro o un capo di abbigliamento che sappiamo eccita l'altro . Può essere un piccolo dettaglio come preparare un dessert che ti piace particolarmente o che è con il letto aperto e il pigiama pronto quando vai a dormire. Un bambino molto piccolo può disegnare un'immagine del fratello che è ritornato quel giorno. Consiste, semplicemente, nel rendere l'altro un po 'più facile.

Tutto deve essere una sorpresa e nessuno può dire quello che sta facendo, perché la sfida è duplice: non è solo pensare agli altri, ma a tutti rendersi conto di ciò che gli altri stanno facendo per lui. Il giorno dopo ci sarà la condivisione e grazie per tutta l'esperienza. E ora possiamo fissare una data per il prossimo 'altro giorno'.

Idea 4. Lettura di sponsor
Questa iniziativa, che viene implementata in alcune scuole, può essere applicata anche a casa, con la famiglia allargata o con il gruppo di amici. Consiste dei bambini più grandi, negli ultimi anni della scuola primaria o secondaria, dedicare un po 'di tempo a leggere e raccomandare libri ai loro "figli della lettura".

Questo li porterà a pensare ai loro gusti e ai loro hobby, a cercare di individuare titoli diversi e a capirsi meglio. I "figlioccioli" impareranno a essere "padrini" e cercheranno di leggere sempre meglio e saranno in grado di affrontarli da un piccolo lettore.

Victoria Molina

Video: 10 Utili Consigli Per Sopravvivere A Un Rapimento


Articoli Interessanti

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

Adolescenti, perché non parliamo la stessa lingua?

La stessa cosa succede a tutti i genitori: non appena i nostri figli salgono sul palco adolescente, la comunicazione, prima semplice e fluida, diventa ora un compito molto complicato. Cosa succede,...

Emozioni dall'utero

Emozioni dall'utero

Durante i 9 mesi di gravidanza, vengono effettuati controlli regolari sia sulla donna incinta che sul bambino, ma lo stato emotivo della madre è preso in considerazione? Non solo alcol, tabacco e...

Recupera il Natale

Recupera il Natale

Di Mercedes Honrubia. Direttore dell'Istituto Coincidir. si avvicina Natalele strade sono piene di luci, i canti inondano i centri commerciali, le piazze, le case, le persone escono e pensano solo...