Sindrome di Tourette, quando i tic alterano la vita quotidiana dei bambini

Il benessere di prole È una delle maggiori preoccupazioni di ogni padre. Ci sono molte cose che puoi fare per prevenire futuri mali per i più piccoli in casa. In altre situazioni, i bambini sono vittime di disturbi che è meglio sapere di essere in grado, anche se non di curare, di modificare i loro effetti il ​​meno possibile il giorno in giorno dei bambini.

Un esempio è la sindrome di Tourette. un disturbo neurologico che appare durante l'infanzia o l'adolescenza. È caratterizzato dalla presenza di tic motori e fonici che durano più di un anno, sintomi che alterano la routine dei piccoli.

Sintomo della sindrome di Tourette

Come spiegato nella Tourette Association of America, i primi sintomi di questa sindrome sono movimenti involontari, tic. Questi sono distribuiti dal viso, dalle braccia e da altri membri del corpo. Tendono ad essere frequenti, ripetitivi e veloci. Il segno più comune è un tic facciale (battito di palpebre, contrazione del naso, smorfie). Possono sostituirlo o aggiungerne altri al collo, al tronco e agli arti.


Mentre i sintomi progrediscono, i tic possono coinvolgere a tutto il corpo ed essere mostrato attraverso calci e pestaggi. Hanno anche manifestato i cosiddetti impulsi premonitori, il desiderio di svolgere un'attività motoria. Possono verificarsi anche altri sintomi come il contatto, pensieri e movimenti ripetuti e disturbi ossessivi.

Ci sono anche tic vocali che si verificano insieme ai movimenti regolarmente. Le vocalizzazioni possono includere grugniti, schiarirsi la gola, urlare e abbaiare. Possono anche essere mostrati sotto forma di coprolalia (l'uso involontario di espressioni volgari o frasi inappropriate nel contesto sociale) o di copropraxia (gesti osceni). Va notato che questi ultimi due punti non sono comuni.


Non è necessario presentare ecolalia, coprolalia o copropraxia per fare una diagnosi della sindrome di Tourette. Tuttavia, al fine di confermare il opinione medica Devono essere presentati entrambi i movimenti e le vocalizzazioni involontarie. Possono anche verificarsi episodi di eco, anche se meno frequenti. Tra questi possono esserci la ripetizione di parole di altre persone o la loro (palilalia) e l'imitazione di movimenti di altri individui.

Evoluzione della sindrome di Tourette

I sintomi della sindrome di Tourette sono molto diversi da quelli di un'altra persona e variano da molto lievi a gravi, la maggior parte dei casi corrisponde al leggera categoria. Nei casi più gravi possono apparire problemi di attenzione, impulsività, comportamento ossessivo compulsivo e disturbi dello sviluppo dell'apprendimento.

La maggior parte delle persone con sindrome di Tourette conducono vite produttivo. Non ci sono ostacoli alle tue conquiste nella vita personale e professionale. La terapia con questi individui è di evitare la mancanza di autostima che può generare la presentazione di tic prima del rifiuto che causano nei loro coetanei.


La terapia comportamentale è un trattamento che insegna diversi modi per controllare i tic nelle persone con la sindrome di Tourette. Questo trattamento Non è una cura per i tic, tuttavia, può aiutare a ridurre il numero, la gravità e l'impatto di essi o una combinazione di tutti questi fattori.

Possono anche essere usati farmaci ridurre i tic gravi o più aggressivi che hanno creato problemi in passato con la famiglia, gli amici o chiunque altro nell'ambiente del bambino. Mentre le droghe non eliminano completamente i tic, possono aiutare alcune persone con la sindrome di Tourette nel loro giorno.

Damián Montero

Video: Chica con el Síndrome de Tourette


Articoli Interessanti

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

Idee per chiedere scusa: di solito chiedi perdono?

A volte la relazione con gli altri non è molto fluida; inoltre, a volte l'uomo è veramente un lupo per l'uomo, come diceva il filosofo. Eppure, siamo chiamati alla felicità e all'armonia. Cosa...

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

Conseguenze in una brutta sala da pranzo

I bambini di 4 e 6 anni che non mangiano bene, chiamati anche "cattivi mangiatori", hanno un livello di assistenza inferiore a quelli che mangiano sano, secondo uno studio realizzato con la...

I pericoli dell'inattività fisica

I pericoli dell'inattività fisica

È noto per tutti i benefici offerti da una vita attiva a un ritmo più rapido sedentario. Il primo di essi garantisce una buona salute mentre il secondo aumenta le probabilità di soffrire di obesità,...