Rinforzo scolastico: quando i bambini hanno bisogno di lezioni di rinforzo

Molti genitori si chiedono se hanno davvero bisogno delle classi private di rinforzo scolastico. Ma mentre il primo trimestre progredisce e vediamo che i voti che i nostri figli portano non sono buoni o iniziano ad avere soggetti sospesi, è quando pensiamo che sia conveniente prendere una decisione sul rafforzamento della scuola.

Quali studenti hanno bisogno di rinforzi scolastici?

Gli esperti raccomandano le classi di rinforzo scolastico da 10 anni (nel secondo o terzo anno della Primaria).

Se lo studente ha problemi di apprendimento che riguardano tra il 5% e il 10/15% degli studenti, come dislessia e deficit di attenzione con o senza iperattività (ADHD), questi sono i disturbi più diagnosticati, quindi sarà importante iniziare una rieducazione e / o rinforzo scolastico dai primi corsi di Primaria.


In Secondaria, il profilo degli studenti cambia essendo più consigliabile i corsi di rinforzo scolastico in un centro di studio, in un'accademia o con un insegnante privato, perché è quando gli studenti hanno maggiori difficoltà a seguire determinate materie come matematica, lingue, la lingua, ecc.

Secondo l'esperienza dei centri accademici e degli insegnanti privati, all'inizio del corso hanno più studenti della Primaria che della secondaria, ma alla fine del primo semestre se gli studenti ricevono cattivi voti, il numero di studenti aumenta dagli ultimi corsi di Scuole primarie e secondarie che necessitano di rinforzo per migliorare i loro risultati.

Chiavi per scegliere il rinforzo ideale della scuola


1. Incontro con il tutor. Prima di adottare soluzioni drastiche come mettere delle punizioni per non uscire con gli amici, costringerli a studiare più tempo, a non guardare la televisione, ecc. È molto importante incontrare il tutor della scuola per valutare quali sono le materie più necessarie per rafforzare e coordinare come farlo. Se possibile, è anche importante che nostro figlio / figlia intervenga in questo tutoraggio.

Attraverso lo scambio di impressioni sul progresso del corso, il tutor / a può fornirci, se necessario, anche migliorare l'organizzazione e la pianificazione dello studio delle diverse materie, secondo l'ordine del giorno scolastico.

2. Scegli un insegnante privato che ha la formazione e le risorse pedagogiche necessarie per impartire il rinforzo. A livello logistico considereremo se è meglio trasferirsi a casa nostra o il bambino viene a casa sua. Molti studenti preferiscono che gli insegnanti siano giovani.


3. Scegli tra academy o private classes. Valutare se è più consigliabile frequentare un centro studi o un'accademia per gruppi o classi individuali. Se sono in un gruppo dovrebbero essere ridotti. Le lezioni di gruppo possono essere utili se i nostri figli sono un po 'timidi e introversi, poiché interagendo con altri partner di rinforzo può aiutarli a socializzare meglio.

4. Motivazione. Dovremo far loro capire che non dovrebbero prendere rinforzo scolastico come punizione per non aver ottenuto buoni voti. Dobbiamo evitare che non siano scoraggiati o che la loro autostima sia ridotta, così come non sono paragonati ad altri compagni di classe che ottengono voti più alti.

I nostri figli, oltre a dedicarsi agli obblighi scolastici, hanno anche bisogno di tempo libero per praticare sport, altre attività, hobby e interagire con amici e colleghi.

Non ottenere gli appunti che ci aspettiamo non significa che dovrebbero rinunciare al loro tempo libero e al loro tempo libero, perché è necessario che abbiano i loro momenti di riposo e il cambiamento delle attività che possono anche fornire un buon apprendimento.

Mercedes Corbella. Psicologa e diploma in servizio sociale.

Video: Un'aula per bambini diversamente abili.


Articoli Interessanti

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Come comportarsi se un bambino ha commesso un crimine

Indipendentemente da quanto impeto tu abbia dato all'istruzione di un bambino, ci sono episodi in cui non puoi controllare le tue azioni. Che sia per la vicinanza dei suoi amici o perché si sia...