Storia di una sfida: diritto all'educazione

Malala Yousafzai è nato nel 1997 a Mingora (Pakistan), e nell'ottobre 2014, all'età di 17 anni, ha ricevuto il Premio Nobel per la pace e divenne la persona più giovane premiata con questo premio in tutte le sue categorie nel corso della storia.

All'inizio del 2009, quando non aveva ancora 12 anni, Malala ha iniziato a scrivere un blog sulla BBC, in lingua urdu, con lo pseudonimo di Gul Makai. Nei suoi racconti stava raccontando il passaggio della sua vita sotto il regime del temuto Tehrik e Taliban Pakistan (TTP), un gruppo terroristico legato ai talebani, che stava cercando di prendere il controllo della valle dello Swat River. Le scuole private avevano ricevuto l'ordine di chiudere attraverso un editto talebano Inoltre ha proibito l'educazione delle ragazze. Hanno cercato di imporre la loro interpretazione della Sharia e avevano distrutto circa 150 scuole nell'ultimo anno.


Malala ha continuato a scrivere su quel blog ed è stata sempre più conosciuta per la sua vivace difesa dei diritti civili. Ma il suo lancio definitivo è stato l'estate dello stesso anno 2009, con il documentario Class Dismissed: The Death of Female Education, diretto da Adam Ellick e Irfan Asharaf, del New York Times, che mostrava la vita di Malala e suo padre, Ziauddin Yousafzai, e in che modo l'educazione delle donne era quasi impossibile in quei luoghi.

Il 9 ottobre 2012 Malala è stata vittima di un attacco a Mingora da parte di un miliziano del TTP. Quell'uomo, dopo essere salito a bordo del veicolo che fungeva da scuolabus, gli ha sparato ripetutamente con una pistola e proiettili gli ha colpito il cranio e il collo.


Il portavoce del TTP Ehsanullah Ehsan ha detto che avrebbero cercato di ucciderla di nuovo. L'attacco provocò immediatamente una condanna internazionale e in 15 giorni fu trasferita al Queen Elizabeth Hospital di Birmingham, nel Regno Unito, per continuare la sua guarigione, dove dovette continuare la riabilitazione e subire un intervento di chirurgia ricostruttiva.

Dopo aver impiantato una placca di titanio e un apparecchio acustico, Malala è tornata alle lezioni in una scuola superiore britannica a Birmingham: "Tornare a scuola mi rende molto felice". Il mio sogno è che ogni bambino al mondo possa andare a scuola perché È il tuo diritto fondamentale ", ha detto in una dichiarazione alla stampa.

Malala Yousafzai è diventato un simbolo iconico del diritto universale delle ragazze all'educazione. Con la sua lotta e il suo coraggio, è diventata una delle principali portavoce dei diritti delle donne. "Ha dimostrato con il suo esempio, nelle circostanze più pericolose, che i bambini e i giovani possono anche contribuire a migliorare la propria situazione", ha detto la dichiarazione della commissione che ha assegnato il Premio Nobel.


Nel suo libro I Am Malala: La ragazza che si preparava per l'educazione e fu uccisa dai talebani Racconta come è iniziata l'intera storia che lo ha reso famoso.


Sa di essere diventato un simbolo globale e sa che i terroristi temono una ragazza di più con un libro che con un esercito.


Per migliorare il mondo in cui viviamo, l'educazione e il coraggio sono fattori di trasformazione davvero decisivi. L'audace testimonianza di questo giovane blogger pakistano, sconosciuto a tutti, è diventata un grido universale per i suoi diritti. Una ragazza di una delle aree più abbandonate del mondo raggiunge, con la sua determinazione e il suo coraggio, per mettere a freno tutta la barbarie che aveva terrorizzato il paese.

C'è una frase che non si stanca mai di ripetere: "Un bambino, un insegnante, un libro, una penna possono cambiare il mondo". Lo proclama con rotondità, tra ribelle e riconoscenza. Il suo esempio ci parla del coraggio e dell'intelligenza, della cultura e della determinazione, del potere delle parole e della ragione contro la schiacciante debolezza dell'irragionevolezza.

Video: Il Verdetto - The children act | Trailer Ufficiale Italiano


Articoli Interessanti

Ricetta per smettere di fumare

Ricetta per smettere di fumare

Smetti di fumare! Sì, è facile da dire e difficile da raggiungere. Ci sono molte ragioni per smettere di fumare: dal costo economico alla salute di se stessi e degli altri, specialmente i figli di...

I giovani sono i più letti in Spagna

I giovani sono i più letti in Spagna

il lettura È una delle attività che ha i maggiori benefici per le persone. Dalla distrazione all'apprendimento di nuove conoscenze e allo sviluppo di capacità cognitive. Che siano su carta o sullo...