Parchi nazionali da visitare in famiglia

La Spagna ha una grande varietà di parchi naturali dove puoi godere di questo magnifico spettacolo che la natura offre come famiglia. Sia che tu voglia trascorrere la giornata o rilassarsi in una casa rurale, ti offriamo alcune idee suggestive per allontanarti dalla grande città sia durante il fine settimana che durante le vacanze scolastiche.

Galizia. Parco Nazionale delle Isole Atlantiche

Il parco nazionale marittimo-terrestre delle isole atlantiche della Galizia si trova tra le province di A Coruña e Pontevedra. Lì troviamo gli arcipelaghi di Cies, Ons e Onza, Sálvora e gli isolotti dei loro dintorni e l'isola di Cortegada, Malveires e altre isole vicine. Costituisce un patrimonio naturale e culturale di indubbio valore scientifico, ricreativo ed educativo, per la sua fauna, la sua vegetazione e il suo paesaggio spettacolare.


Spiccano le spiagge, le dune e i biotopi rocciosi di rocce e blocchi, nonché l'abbondanza di specie di alghe che servono come supporto alla ricca comunità di invertebrati con la singolarità che, poiché la trasparenza delle acque è molto elevata, è facilitata il passaggio da una luce a una profondità superiore a quello che normalmente accade in altri punti della costa.

Per quanto riguarda la fauna, evidenzia la più grande colonia riproduttiva in Spagna di shag Cormorano, la presenza di Arao, uno degli uccelli più rari e più minacciati in Spagna, o una popolazione insulare di Chough con becco rosso. Anche la fauna marina è ricca e variegata, essendo l'area un eccellente punto di riproduzione per tutti i tipi di pesci e molluschi; È stata inoltre confermata la presenza di delfini e focene.


Asturie. Parco Nazionale dei Picchi d'Europa

Situati tra le comunità delle Asturie, Cantabria e Castilla y León, i Picos de Europa costituiscono un'area di grande interesse geomorfologico caratterizzato dalla grandezza delle sue forme, nonché dalla presenza di enclave naturali di grande bellezza che offrono un habitat per una variegata e numerose comunità animali e vegetali, con le loro preziose comunità di mammiferi (orsi, lupi, camosci, cinghiali, caprioli, gatti selvatici, faine, donnole, fossette, lontre, ecc.) e più di 140 diverse specie di uccelli. I fiumi che attraversano le gole delle Cime, per attraversare la roccia viva per gran parte del suo corso, sono acque limpide e trasparenti, trovando specie come la salamandra rabilarga, il tritone alpino e la palmata, la rana rossa, il rospo ostetrica o il rospo comune.


Isole Canarie. Parco Nazionale di El Teide (Tenerife)

Situato sull'isola di Tenerife, il Parco Nazionale del Teide offre uno degli esempi più spettacolari di vulcanismo in tutto il mondo. L'imponente vulcano di Pico del Teide, che con i suoi 3.718 metri è il punto più alto della Spagna, si trova su un'antica e gigantesca depressione formata da due semi-fogne separate dai Roques de García. Chahorra o Pico Viejo ha un cratere di 800 metri di diametro e 3.100 metri di altitudine, e il cratere del Teide è formato da 2 crateri, il cratere La Rambleta, 850 metri di diametro e 3.565 metri di altezza. emergente al suo interno, il Sugar Pylon, un punto culminante con i suoi 80 m di diametro e 3.718 metri di altitudine. Quest'ultimo mostra ancora un'attività residua sotto forma di fumarole e solfateras a 86ºC.

Isole Canarie. Parco nazionale di Timanfaya (Lanzarote)

Questo parco nazionale situato sull'isola più orientale dell'Arcipelago delle Canarie, Lanzarote, riflette un paesaggio vulcanico di forme e tonalità capricciose. In alcuni punti, come nel caso della parte centrale delle montagne Timanfaya e Rajada, fino a 25 crateri sono allineati su pochi ettari di terreno. D'altra parte, è possibile osservare aree di nuova costa per terra recuperata dal mare nelle eruzioni, così come le morfologie derivanti dalla forte erosione a cui quest'ultima è soggetta dall'effetto delle onde.

Nell'intero Parco Nazionale la varietà di specie vegetali è elevata. Per quanto riguarda la fauna marina della costa, è ricca e diversificata, con oltre un centinaio di specie di invertebrati marini e non meno di cinquanta specie di pesci: granchi rossi, patelle, burgados, stelle marine, polpi, seppie , brune, abate, salemas, pejeverdes, vecchio, ecc.

Isole Canarie. Parco Nazionale della Caldera de Taburiente (La Palma)

Situato sull'isola di La Palma, il Parco Nazionale è costituito da un'immensa caldera di 28 chilometri di circonferenza a forma di ferro di cavallo (l'unica uscita praticabile è il Barranco de las Angustias, drenaggio naturale dei numerosi corsi d'acqua dell'area protetta), pendii ripidi di quasi 2.000 metri di dislivello e una rete di torrenti e torrenti che mostrano una forte erosione idrica. Il parco comprende anche il versante meridionale del Pico Bejenado e parte della Valle del Riachuelo.Questo spazio presenta anche scoperte geologiche di grande interesse, come lave pagate, dighe basaltiche, agglomerati, formazioni rocciose, colate laviche, coni vulcanici e resti di eruzioni esplosive a causa dell'accumulo piroclastico. La Caldera de Taburiente rappresenta principalmente l'ecosistema del pino delle Canarie.

Granada. Parco Nazionale della Sierra Nevada

Immerso nel massiccio montuoso con lo stesso nome situato nella provincia di Granada, a sud-ovest della capitale, l'area protetta si estende anche all'estremità occidentale della provincia di Almeria. Ha un rilievo di morbide colline e piccole cime scoscese in alcune zone; in altri molto bruschi, dominati da creste e sporgenze. Qui si trovano le più grandi cime della penisola: Mulhacén (3.482 metri) e Veleta (3.392 metri). Dal 1986 detiene la catalogazione della Riserva della Biosfera, concessa dall'UNESCO. È il miglior giardino botanico naturale della penisola iberica.

La fauna ha il suo massimo esponente nella capra di montagna, molto abbondante nel versante meridionale. Tra gli uccelli vi sono rapaci come il grifone, l'aquila reale, l'aquila di Bonelli, l'aquila a pelo corto, l'aquila di stivale, l'astore, l'aquilone e il falco; nelle zone boschive di media montagna sono frequenti il ​​pito comune, l'agateador comune, la cincia comune e gli artigli, i comuni seni blu, la ghiandaia e il merlo comune. Tra i mammiferi vi sono, oltre alla capra di montagna, il gatto selvatico, il tasso o la martora.

Huelva. Parco nazionale di Doñana

Il Parco Nazionale di Doñana è uno spazio di eccezionale importanza situato nel sud-ovest della penisola iberica, nella comunità autonoma dell'Andalusia, tra le province di Siviglia, Huelva e Cadice. L'unicità di questa enclave è dovuta alla biodiversità che ospita, poiché oltre alle zone paludose la zona ha ecosistemi o unità ambientali come la spiaggia, le dune viventi o le aree della foresta mediterranea matura (localmente chiamate "riserve"), ciascuna delle quali che contiene elementi e specie animali e vegetali di grande interesse.

La palude (area umida di straordinaria importanza come luogo di passaggio, riproduzione e svernamento per gli uccelli europei e africani) è uno degli ecosistemi più straordinari di Doñana; quello che lo rende singolare e al quale deve la sua eccezionale importanza come stazione faunistica.

La spiaggia, a sud, è l'origine delle formazioni di dune costituite da grandi distese di sabbia fine che si ammucchiano sopra le pinete, formando così uno dei paesaggi più spettacolari di Doñana. Le conserve rappresentano la foresta mediterranea matura, mentre le aree conosciute come "veras" rappresentano il contatto della macchia delle conserve con la palude.

Marina Berrio

Video: Miami, Florida: Cose da Fare in Vacanza con la Vostra Famiglia


Articoli Interessanti

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

Fase egoista, cosa c'è dietro questo atteggiamento?

La condivisione è uno dei migliori valori che la maggior parte delle persone può imparare piccolo. Il fatto di dare agli altri l'opportunità di essere felici con ciò che si gode è qualcosa di...

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Il bambino arriva ... senza manuale di istruzioni!

Poche situazioni impongono tanto quanto arrivare con la nostra prima figlia dall'ospedale e sapendo che, all'improvviso, siamo irrevocabilmente e permanentemente responsabili di questo piccolo e...