Gli smartphone alterano il cervello degli adolescenti

A nessuno mancano i cambiamenti che hanno portato alla nostra vita nuove tecnologie. Accesso rapido alle informazioni, comunicazione istantanea e molte altre utilità. Ma i dispositivi intelligenti sono cambiati più di quanto pensassimo oggi, specialmente negli adolescenti, che mostrano cambiamenti nel loro cervello dopo l'esposizione a questi strumenti.

Questa conclusione è stata presentata al congresso del Associazione di Radiologia del Nord America. Uno studio in cui è stato dimostrato che l'abuso di nuove tecnologie Altera il cervello portando a conseguenze più gravi di quanto si pensasse in precedenza. Alla dipendenza di questi dispositivi dobbiamo aggiungere i cambiamenti in quest'area e i suoi effetti a lungo termine.


Sensazione di ricompensa

Queste conclusioni sono state trovate dopo l'analisi 19 giovani diagnosticata con dipendenza da smartphone. La missione era scoprire quali differenze avevano i loro cervelli rispetto ad altri adolescenti senza questi sintomi. Il primo cambiamento è stato apprezzato nell'area in cui viene stimolata la sensazione di ricompensa nell'organismo.

I giovani con dipendenza dalle nuove tecnologie hanno presentato una scarsa attività cerebrale prima di altri stimoli non correlati all'uso di questi dispositivi. Cioè, questi adolescenti non sono stati in grado di attivare il circuito che fa sentire una persona buona quando esegue un certo lavoro che richiede uno sforzo. Potevano solo sentirsi "felicità"quando si collegano a Internet tramite questi dispositivi.


Questo studio dimostra che la dipendenza dagli smartphone può essere paragonata ad altre dipendenze come il gioco d'azzardo o tabacco da fiuto. In questo modo i ricercatori indicano ai loro genitori che se i loro figli mostrano questi sintomi, trattare questi atteggiamenti non è così facile come ridurre il loro consumo. In alcuni casi sono necessarie terapie che si concentrano sul cambiamento di questi comportamenti a un livello più profondo.

Terapie contro la dipendenza

I cambiamenti nel cervello dei giovani dimostrano che non tutto è facile come ridurre il tempo di utilizzo delle nuove tecnologie. È necessario ulteriore aiuto per risolvere questo problema. Dall'Università Internazionale di Valencia questi passaggi sono suggeriti nel trattamento delle dipendenze di questi dispositivi:

Fase 1: la ricerca della motivazione.
La persona colpita dalla dipendenza deve essere consapevole del fatto che ha un problema e che deve risolverlo. A quel tempo deciderà di cercare aiuto e andare da un medico per analizzare il caso. Quando la persona dipendente fa questo passo, il supporto del suo partner, degli amici e della famiglia è essenziale.


Fase 2: disintossicazione.
In questa fase è necessario il supporto di uno psicologo e di altri specialisti affinché la persona sia consapevole della dipendenza dalle nuove tecnologie che soffre e vede le conseguenze che il suo comportamento sta causando nella sua vita e nel suo ambiente.

Fase 3: disintossicazione.
Lasciare la dipendenza da Internet o dai dispositivi mobili richiede forza di volontà e pazienza, oltre al supporto. A poco a poco, il paziente recupererà la sua vita abituale e imparerà a controllare il suo uso della tecnologia.

Fase 4: riabilitazione.
Durante questa fase il paziente riacquista le abilità che aveva prima di iniziare la sua dipendenza. Vale a dire che inizierà a relazionarsi in modo sano e naturale con il suo ambiente, a condividere il tempo con la sua famiglia, ad avere sane abitudini ea rispettare le sue ore di sonno.

Fase 0: prevenzione.
Limita le ore in cui usi la tecnologia e ricorda che i genitori sono un modello. Non si può insegnare ai bambini un uso moderato di telefoni cellulari e computer se gli adulti non si comportano in questo modo.

Damián Montero

Video: Come i TELEFONI CELLULARI ci stanno cambiando


Articoli Interessanti

Adolescenza: madri sullo sfondo

Adolescenza: madri sullo sfondo

Con l'adolescenza, avviene il baratto ruoli tra padre e madre che si stava preparando negli anni precedenti. Ora è papà che deve prendere una posizione più attiva, specialmente con i figli e mamma...

Come prevenire la congiuntivite

Come prevenire la congiuntivite

La congiuntivite è uno dei fenomeni oculari più comuni che colpisce tutta la famiglia, compresi i neonati. Anche se è molto fastidioso, nella maggior parte dei casi non è grave, ma è importante...