Rinviare la paternità è anche una cattiva idea per gli uomini

Instabilità del lavoro, bassi salari, prolungamento dell'allenamento. Questi sono alcuni dei motivi per cui le coppie posticipano sempre più la decisione di essere genitori. Ci sono stati pochi studi che hanno mostrato i rischi per la madre di ritardare il maternità e che aumentano la possibilità di infertilità, così come altri pericoli per il bambino.

Ma questi rischi non riguardano solo la madre. Nel caso di padrerimandare la paternità è anche una cattiva idea. L'età del padre influenza la possibilità di generare un bambino e aumenta anche le probabilità che il bambino abbia problemi di crescita o anomalie cromosomiche che portano alla sindrome di Down.


Ossidazione dello sperma

Dal Institut Marquès l'uomo è avvertito del rischio di rinviare la paternità. Questi professionisti avvertono anche che il padrecome la madre, ha un orologio biologico i cui tempi devono essere rispettati. Nel corso degli anni può produrre cambiamenti nel seminario e l'ossidazione degli spermatozoi, riducendo così la capacità fertilizzante del maschio.

Inoltre, il passare del tempo causa anche danni al materiale genetico contenuto nello sperma. Queste alterazioni possono essere la causa di future malattie nel prole. L'invecchiamento fisiologico del sistema riproduttivo maschile si manifesta in tre aspetti:


- Riduzione molto lenta ma progressiva del volume seminale.

- La percentuale di sperma di mobilità massima è ridotta.

- Ossidazione e causa delle lesioni nella catena di DNA dello sperma.

Effetti sui bambini

Il passare del tempo influenza la qualità dello sperma e questo non solo riduce la possibilità di avere figli. Inoltre fa apparire delle mutazioni in esse. Il rischio di mutazioni spontanee di un gene può essere 5 volte maggiore in un padre di 45 che in uno di 20 anni. Evidenzia inoltre che le donne hanno maggiori probabilità di abortire con queste alterazioni.

Per quanto riguarda gli effetti sui bambini, l'Institut Marquès evidenzia quanto segue più frequentemente a causa dell'alterazione di sperma:


- Anomalie cromosomiche. Si stima che il 10% delle Sindromi Down e fino al 40% delle sindromi di Klinefelter "de novo" siano correlate all'età del padre sopra i 55 anni.

- Malattie come nanismo acondroplasico, nuovi casi di neurofibromatosi, sclerosi tuberosa, sindrome di Marfan, Apert, aniridia e retinoblastoma bilaterale.

- Altre patologie come la schizofrenia e l'autismo. La maternità e la paternità tardive aumentano il rischio di avere un bambino con uno spettro autistico: ogni 5 anni i genitori incontrano aumenti del 18%.

- Anche i nipoti potrebbero essere più a rischio di alcune anomalie che non si verificano nella figlia di un anziano padre: distrofia muscolare di Duchenne, sindrome X fragile e alcuni tipi di emofilia.

- Mutazioni genetiche. Mutazioni anomale in un gruppo di cellule e danno origine a un tumore, o mutazioni nelle cellule riproduttive e danno luogo alla nascita di bambini con malattie ereditarie.

Damián Montero

Video: Descodificando las relaciones de pareja por Ángeles Wolder


Articoli Interessanti

Cinque seggioloni economici per il tuo bambino

Cinque seggioloni economici per il tuo bambino

Sei già Preparandoti a comprare il seggiolone migliore per il tuo bambino? Il tempo vola e, quando te ne rendi conto, lo stai già mangiando con il resto della famiglia. I seggioloni sono i migliori...

Occhio secco, una sindrome che può essere evitata

Occhio secco, una sindrome che può essere evitata

Ore e ore davanti al computer o esposti a polvere domestica, fumo di tabacco, alcuni prodotti per la pulizia o inquinamento sono alcuni dei fattori di rischio che causano la cosiddetta sindrome...